Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

4.566.000 linee al 30 giugno 2020


Continua a crescere PosteMobile, l’operatore mobile virtuale (Full MVNO) di Poste Italiane, che al 30 giugno 2020 contava 4,6 milioni di linee (tra mobile e fisso, incluso quindi il servizio PosteMobile Casa), con un +4% rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Linee PosteMobile 30 giugno 2020

Come emerge dai dati finanziari relativi al secondo trimestre 2020, i ricavi dal segmento pagamenti e mobile sale a 172 milioni di euro (+3,5% su base annua).

PosteMobile continua a crescere sia rispetto ad un anno fa che rispetto agli ultimi due trimestri, passando da 4.470.000 linee totali di fine marzo 2020 a 4.566.000 di fine giugno.

LEGGI ANCHENumero linee e clienti dei MVNO Italiani

I dati sull’ARPU (i ricavi medi per unità) sono stati omessi dal report pubblicato oggi da Poste Italiane, ma nel caso venissero ripristinati, non mancheremo di aggiornare questo articolo. A seguire il comunicato stampa diffuso dal Gruppo con tutti i dati finanziari sul secondo trimestre 2020.

ARPU e linee PosteMobile 30 giugno 2020

Il comunicato stampa

RICAVI DEL SECONDO TRIMESTRE 2020 PARI A € 2,3 MILIARDI, -13,1% A/A (-7,9% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, € 5,1 MILIARDI NEL PRIMO SEMESTRE 2020), IMPATTATI DAL LOCKDOWN CON LE ATTIVITÀ COMMERCIALI CHE ACQUISTANO SLANCIO A GIUGNO:RICAVI DA CORRISPONDENZA, PACCHI E DISTRIBUZIONE PARI A € 701 MILIONI NEL SECONDO TRIMESTRE 2020, -19,9% A/A (-16,1% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, PARI A € 1,5 MILIARDI NEL PRIMO SEMESTRE 2020), CON UN FORTE CALO DELLA CORRISPONDENZA MITIGATO DALL’AUMENTO DEI VOLUMI DEI PACCHI B2C.

RICAVI DA PAGAMENTI E MOBILE PARI A € 172 MILIONI NEL SECONDO TRIMESTRE 2020, +3,5% A/A (+10,3% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, PARI A € 338 MILIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2020), EVIDENZIANO L’IMPORTANZA ACQUISITA DAL CANALE DIGITALE E LA FEDELTÀ DELLA BASE CLIENTI AI SERVIZI TELCO.

RICAVI DEI SERVIZI FINANZIARI PARI A € 1,1 MILIARDI NEL SECONDO TRIMESTRE 2020, -9,2% A/A (-4,9% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, PARI A € 2,5 MILIARDI NEL PRIMO SEMESTRE 2020), CON LA DISTRIBUZIONE DEL RISPARMIO POSTALE CENTRALE PER IL RECUPERO A PARTIRE DA GIUGNO.

RICAVI DEI SERVIZI ASSICURATIVI PARI A € 384 MILIONI, -16,2% A/A (-7,2% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, PARI A € 739 MILIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2020), CON UN’EFFICACE RIDUZIONE DELL’ESPOSIZIONE ALLA VOLATILITÀ DI MERCATO GRAZIE A PRODOTTI MULTICLASS.

COSTI IN CALO A € 2,0 MILIARDI NEL SECONDO TRIMESTRE 2020, -9,6% A/A (-2,8% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, PARI A € 4,3 MILIARDI NEL PRIMO SEMESTRE 2020), GRAZIE ALLE EFFICIENZE STRUTTURALI GIÀ VISIBILI NEL SECONDO TRIMESTRE.

RISULTATO OPERATIVO (EBIT) DEL SECONDO TRIMESTRE 2020 PARI A € 325 MILIONI, 9% A/A (-29,2% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, PARI A € 766 MILIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2020), CON IL 60% DEI MINORI RICAVI ASSORBITO DALLA RIDUZIONE DEI COSTI.

UTILE NETTO DEL SECONDO TRIMESTRE 2020 PARI A € 239 MILIONI, -26,2% A/A (-28,5% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2019, PARI A € 546 MILIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2020).

CONFERMATA LA FIDUCIA DEI CLIENTI E LA PREFERENZA PER PRODOTTI LIQUIDI, CON UNA SOLIDA RACCOLTA NETTA RETAIL DI € 8,9 MILIARDI NEL PRIMO SEMESTRE 2020. LE ATTIVITÀ FINANZIARIE TOTALI (TFA) IN CRESCITA A € 548 MILIARDI A GIUGNO

Principali dati finanziari di Gruppo per il secondo trimestre e il primo semestre 2020 

  • Ricavi impattati dal lockdown: nel secondo trimestre 2020 pari a 2,3 miliardi (-13,1% A/A) e nel primo semestre pari a € 5,1 miliardi (-7,9% rispetto al primo semestre del 2019).
  • Costi operativi totali mostrano evidenti segni di riduzione nel secondo trimestre del 2020: € 2,0 miliardi (-9,6% rispetto al secondo trimestre del 2019): costo del personale pari a € 1,2 miliardi (-12,0% rispetto al secondo trimestre del 2019) grazie a minori FTE e costi legati alla performance; Costi per beni e servizi (CBS) pari a € 580 milioni (+5,2% rispetto al secondo trimestre del 2019): aumento trimestrale relativo a costi one-off per far fronte all’emergenza, mentre i maggiori costi variabili relativi alla crescita dei volumi dei pacchi, dei servizi telco e dei pagamenti sono compensati da efficaci iniziative di riduzione dei costi; Ammortamenti e svalutazioni (D&A) ridotti di € 57 milioni a € 136 milioni (-29,5% rispetto al secondo trimestre del 2019), a seguito della rivisitazione dei criteri di stima della vita utile residua e del valore residuo di alcuni asset immobiliari del Gruppo in conformità ai principi contabili. Costi totali pari a € 4,3 miliardi nel primo semestre 2020 (-2,8% rispetto al primo semestre 2019).
  • Risultato operativo (EBIT): € 325 milioni nel secondo trimestre 2020 (-29,9% rispetto al secondo trimestre 2019) con minori costi che assorbono il 60% dell’impatto derivato da minori ricavi. EBIT nel primo semestre 2020 a € 766 milioni (-29,2% rispetto al primo semestre del 2019).
  • Attività Finanziarie Totali (TFA) pari a € 548 miliardi (+€ 12,2 miliardi rispetto a dicembre 2019), con una solida raccolta netta retail pari a € 8,9 miliardi, in tutta la gamma di prodotti, in uno scenario di mercato volatile.
  • Solida posizione patrimoniale: CET1 ratio di BancoPosta pari al 17,6% e Solvency II ratio del Gruppo Assicurativo Poste Vita pari a 216%, al di sopra delle ambizioni manageriali del 200% lungo l’arco di piano.

Principali trend operativi dei segmenti

  • CORRISPONDENZA, PACCHI E DISTRIBUZIONE: FORTE CALO DEI VOLUMI DELLA CORRISPONDENZA A CAUSA DELLE TEMPORANEE MISURE DEL LOCKDOWN, ED EFFETTI PERMANENTI DOVUTI AL FENOMENO DI E-SUBSTITUTION. INCREMENTO RECORD DEI VOLUMI DEI PACCHI GESTITO CON SUCCESSO NEL SECONDO TRIMESTRE (+54% RISPETTO AL SECONDO TRIMESTRE DEL 2019), CON QUASI 19 MILIONI DI PACCHI CONSEGNATI DAI POSTINI (+70,5% RISPETTO AL SECONDO TRIMESTRE DEL 2019).
  • Pagamenti e mobile: oltre 2 milioni di clienti esistenti hanno utilizzato per la prima volta la carta per effettuare pagamenti digitali, con un ampliamento della tipologia di transazioni e-commerce e pagamenti low touch.
  • Servizi finanziari: il rinnovato focus commerciale ha aumentato le vendite della rete, con una ripresa da giugno della raccolta lorda media giornaliera e dei volumi di prestiti personali distribuiti.
  • Servizi assicurativi: premi lordi più alti a giugno rispetto allo stesso mese del 2019 e vendite giornaliere di prodotti del Ramo Danni sostenute dall’offerta modulare.

GESTIONE DELLA CRISI GRAZIE ALLA DIVERSIFICAZIONE DEL BUSINESS E ATTIVITÀ OPERATIVE RESILIENTI – BRAND E REPUTAZIONE RAFFORZATI.

CI SIAMO PRESI CURA DELLE ESIGENZE DEI NOSTRI STAKEHOLDER DURANTE L’EMERGENZA

  • Clienti: abbiamo garantito la continuità operativa, nonostante una riduzione volontaria delle attività non essenziali e promosso l’utilizzo di reti terze e dei canali digitali.
  • Dipendenti: abbiamo ridotto alcuni servizi al fine di proteggere la salute e la sicurezza delle nostre persone.
  • Comunità: abbiamo cooperato con le principali Istituzioni per facilitare l’implementazione delle iniziative sociali ed economiche promosse dallo Stato e abbiamo supportato le istituzioni governative grazie alla capillarità e competenza della nostra rete logistica.

AMPIAMENTE RICONOSCIUTO IL RUOLO SOCIALE DI POSTE ITALIANE

  • PREMIO BEST IN MEDIA COMMUNICATION (BIC) NELLA SEZIONE RESPONSABILITÀ SOCIALE D’IMPRESA PER L’OTTIMA COMUNICAZIONE E L’IMPATTO SUI MEDIA, CON UNA MENZIONE PARTICOLARE ALLE ATTIVITÀ SVOLTE DURANTE IL PERIODO DI PICCO DEL LOCKDOWN DA COVID-19.
  • Prima classificata nell’Integrated Governance Index 2020, a conferma dell’importanza delle tematiche ESG all’interno del Piano Deliver 2022.
  • Best ESG Digital Governance Award per l’utilizzo di piattaforme digitali nella gestione dei dati ESG.
  • Ottenuta la Certificazione di affidabilità UNI ISO 26000, che certifica l’adozione di politiche ESG e la Certificazione UNI EN ISO 14001:2015 per le politiche rispettose dell’ambiente perseguite in tutta l’azienda.

Roma, 31 luglio 2020. Ieri, il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A. (“Poste Italiane” o “il Gruppo”), presieduto da Maria Bianca Farina, ha approvato i risultati finanziari del primo semestre 2020.
 
Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha commentato:

“Il primo semestre dell’anno è stato un momento decisivo nella storia del Paese e dell’azienda. I benefici della diversificazione del business e della resilienza operativa sono stati confermati in un contesto sfidante.

Poste Italiane ha assicurato un servizio ininterrotto, supportando al contempo tutti gli stakeholder. L’ampia collaborazione con le istituzioni nazionali continua, con il nostro know-how operativo a supporto delle attività logistiche della Protezione Civile.

I ricavi sono stati penalizzati dal forte calo della corrispondenza, mitigato dal record di pacchi B2C consegnati, anche grazie al Joint Delivery Model pienamente completato e al nostro centro di smistamento automatizzato all’avanguardia di Bologna.

I nostri canali di distribuzione, digitali e reti terze, hanno efficacemente integrato la rete fisica dei nostri uffici postali, sia durante la fase di lockdown che nella fase successiva.

Stiamo assistendo ad una ripresa sempre più consistente dei ricavi, siamo riusciti a preservare un bilancio solido e, come previsto, abbiamo pagato il dividendo 2019. Manteniamo, inoltre, invariata la nostra strategia di dividendo in vista dell’aggiornamento di Deliver 2022 previsto nel quarto trimestre.

Stiamo valutando ed implementando importanti iniziative di riduzione dei costi con l’obiettivo di preservare la redditività di lungo termine, con il secondo trimestre che già beneficia di alcune di queste azioni.

I trend strategici di lungo termine, al centro del nostro piano Deliver 2022, sono stati confermati. Grazie al piano di trasformazione in corso siamo in grado di cogliere nuove opportunità di mercato.

Sono fiducioso nella nostra capacità di guidare il cambiamento e creare valore per tutti i nostri stakeholder. Il duro lavoro quotidiano delle nostre persone e la resilienza che hanno dimostrato, stanno contribuendo materialmente alla graduale ripresa commerciale che prevediamo continuerà nella seconda metà dell’anno”.






Fonte: https://www.mvnonews.com/feed/

Rate this post
Updated: 31 Luglio 2020 — 12:04
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet