Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

About Face: ecco lo strumento di Adobe per rilevare i volti modificati


In occasione dell’annuale conferenza MAX, Adobe offre ai propri ingegneri la possibiit di mostrare al pubblico alcuni dei progetti sperimentali portati avanti parallelamente alle attivit di sviluppo dei software di rilievo. Questi progetti rientrano sotto il cappello dell’iniziativa “Sneaks”, e uno dei pi interessanti mostrati durante l’edizione di quest’anno di Adobe MAX “About Face“.

Si tratta di uno strumento in grado di rilevare se un volto sia stato manipolato con tecniche di digital imaging. Le app e i software di fotoritocco oggi disponibili rendono incredibilmente semplice pressoch per chiunque modificare l’aspetto di una persona, che sia per valorizzarne i tratti estetici o per ridicolizzarla in qualche modo. In un certo senso la stessa Adobe, con l’evoluzione del suo programma pi rappresentativo, Photoshop, che ha alimentato questa tendenza: About Face sembra quasi un tentativo per porre rimedio a tutto ci.




Basta dare in pasto un’immagine allo strumento e About Face in grado di valutare se l’immagine sia stata manipolata o meno, indicando con quale probabilit. Lo strumento non effettua un’analisi complessiva dell’immagine, per esempio come farebbe un algoritmo di riconoscimento del volto, ma va a scandagliare i singoli pixel che compongono l’immagine. In questo modo possibile riconoscere quali parti dell’immagine siano state manipolate, con About Face che mostra una sorta di “heatmap” delle zone oggetto di alterazione.

About Face sembra essere stato sviluppato per individuare in maniera pi speficica le modifiche effettuate con lo strumento “liquify” di Photoshop, permettendo cos di evidenziare se l’immagine sia il risultato dell’interpolazione di una serie di pixel originali. Del resto questo strumento quello pi di sovente utilizzato per “accomodare” i contorni del viso, o per rendere pi omogenee delle modifiche effettuate con altri strumenti.

About Face non solo capace di riconoscere le immagini contraffatte, ma ha anche la capacit di invertire le modifiche con risultati sorprendenti almeno per quanto mostrato nella demo durante Adobe MAX. Considerando il grado di proeccupazione attorno al tema delle fake news e dei deepfake, non esagerato immaginare che strumenti come About Face possano un domani diventare di uso comune. Del resto i side-project Sneaks riescono talvolta a farsi strada fino a diventare una funzioni ufficiali nel software Adobe.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 8 Novembre 2019 — 11:01
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet