Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Acer Nitro N50-600 in prova: un computer gaming economico per le masse


Con la serie Nitro N50-600 Acer vuole coprire una fascia di mercato diversa rispetto ai prodotti Predator Orion, che si rivolgono ad utenti pi esigenti e che ricercano prestazioni e un’attenzione ai dettagli superiori. Se i prodotti Predator rappresentano infatti la fascia alta del produttore, Acer Nitro N50-600 copre diverse esigenze e occupa la fascia entry-level fino a quella media, con prezzi comunque che si aggirano fra i 1000 e i 1500, in base alle caratteristiche tecniche integrate. Entrambe le famiglie per hanno una cosa in comune: si rivolgono al videogiocatore appassionato.

Abbiamo avuto modo di testare Acer Nitro N50-600 per qualche ora e farci un’idea della proposta del produttore come desktop gaming a partire da 1.199. Il modello che abbiamo avuto in prova ha uno street-price, al momento in cui scriviamo, di circa 1.200 ed superiore all’entry-level per via della scheda video NVIDIA GeForce GTX 1060, superiore rispetto alla GTX 1050 proposta nel modello di base. In questa famiglia possiamo trovare soluzioni con processori Intel Core i3-8100, i5-8400 o i7-8700, tutti quindi equipaggiati con architettura di ottava generazione.

Ad un primo impatto Acer Nitro N50-600 si presenta come un desktop dalle dimensioni compatte che pu essere comodamente inserito sulla scrivania di fianco al monitor: l’altezza di 340 millimetri, mentre la larghezza di 163 millimetri con una profondit di 350 millimetri. Neanche il peso eccessivo, per un prodotto che pu essere trasportato con facilit qualora si voglia partecipare ad una sessione gaming con gli amici (di presenza: una cara, vecchia LAN Party). L’aspetto curato per dare sin da subito l’idea di trovarsi di fronte ad un sistema per il videogioco, senza mezzi termini.

Tutti i modelli della famiglia utilizzano lo stesso case che fa emergere la natura entry-level del prodotto: alcune soluzioni danno l’idea di “cheap” e scarsa cura nei particolari, ed altre non ci hanno convinto molto in termini di robustezza. Dimenticatevi il vetro temperato che oggi possibile trovare su praticamente tutte le fasce di prezzo, Nitro N50-600 appare come un case essenziale, e non possono fare molto i LED presenti lungo la facciata frontale (rigorosamente rossi, come gli altri dettagli del case). Il pannello in plastica e contiene un drive ottico con vassoio in verticale.

Lungo il pannello frontale abbiamo una porta USB 3.0, una USB Type-C reversibile, porte dedicate per cuffie e microfono, e un lettore per schede di memoria SD. In alto c’ il logo Acer, in basso quello relativo alla serie di prodotti gaming, Nitro. I due pannelli laterali sono entrambi abbastanza anonimi, simili a quelli che possiamo trovare in case di fascia molto bassa: non hanno parti trasparenti, neanche in plexiglass, e non lasciano intravedere quello che c’ dentro.

La stessa scarsa attenzione al dettaglio dedicata alla parte posteriore, che appare come quella di un case “standard” economico. comunque ampia la dotazione di porte: abbiamo infatti ben sei USB (di cui due 3.0), una porta Ethernet, porte audio per la connessione di microfoni o impianti sonori, e una HDMI collegata alla GPU integrata Intel, oltre alle porte per i monitor presenti lungo la staffa della scheda video. Aprendo uno dei pannelli laterali (basta svitare due viti) si accede alle componenti interne, anche questo un aspetto non troppo curato.

In concomitanza della scheda video troviamo un grosso convogliatore d’aria che spinge quella calda verso l’esterno, mentre sulla CPU troviamo un dissipatore con una ventola discretamente voluminosa, che abbastanza silenzioso in idle (ma non inudibile) e con CPU a pieno carico. Le componenti estetiche non sono molto curate, e per le schede logiche si scelto il verde standard senza soluzioni pi ricercate. Insomma, non ci sono fronzoli ma solo sostanza per mantenere basso il prezzo, il che non necessariamente un male.

Di positivo c’ che Nitro N50-600 consente un buon margine per quanto riguarda l’aggiornamento delle componenti, che possono essere sostituite in base alla compatibilit delle stesse. Sul modello che abbiamo ricevuto abbiamo inoltre trovato una PSU LiteON da 500W, mentre il versante memorie si completa con 16 GB di RAM (su un banchetto), SSD da 256 GB per SO, programmi principali, e giochi, e un HDD da 1 TB, per tutto il resto. Il sistema viene fornito con Windows 10 Home, e come GPU si pu scegliere fra una GeForce GTX 1050 o una GeForce GTX 1060.

Acer Nitro N50-600 specifiche tecniche

  • CPU: Intel Core i5-8400
  • RAM: 16 GB
  • Storage: 256 SSD / 1 TB HDD
  • GPU: NVIDIA GeForce GTX 1060 6 GB
  • Connettivit: 3 x USB 3.0, 4 x USB 2.0, 1 x USB Type-C, WiFi AC
  • PSU: 500W
  • Altro: 1 x PCIe 3.0 (x1), 1 x PCIe 2.0 (x16), 1 x M.2

Acer ci ha inviato anche il monitor Nitro RG270, come candidato ideale per essere messo al fianco di Nitro N50-600. Si tratta di un monitor entry-level pensato per il videogioco: anche qui sarebbe chiedere troppo aspettarsi una qualit delle immagini mozzafiato, visto che il prezzo su Amazon o altri rivenditori online di circa 200. Si tratta di un monitor che fa il suo dovere: costa poco ma ha ottimi angoli di visione grazie al pannello IPS, offre una luminosit massima di 250 cd/m, e il refresh rate di 75 Hz. Implementa due speaker da 2W ciascuno e, cosa a nostro avviso peculiare di questo modello, vanta cornici estremamente ridotte soprattutto ai lati. Questo si traduce in una spiccata vocazione al multi-monitor a basso prezzo: con poco pi di 600 infatti possibile creare una configurazione a triplo-monitor dalla qualit pi che soddisfacente.

Considerazioni

Acer Nitro N50-600 un computer desktop per il videogioco che nella declinazione con GPU NVIDIA GeForce GTX 1060 da 6 GB pu dare qualche soddisfazione a chi non richiede prestazioni estreme accontentandosi della risoluzione Full HD con qualche piccolo sacrificio per quanto riguarda i dettagli grafici. chiaro che nel tentativo di mantenere bassi i costi di produzione sono state fatte delle rinunce: la parte estetica non particolarmente curata, per un prodotto che si manifesta in tutta la sua semplicit (forse troppa) sin dal primo approccio. Il tutto con un prezzo al pubblico che in linea con altre proposte della concorrenza gi assemblate e pronte per l’uso. Certo che sconfinando nel “fai-da-te” il discorso cambia: assemblando un PC con caratteristiche tecniche simili, e un case pi curato, si spendono infatti alcune centinaia di euro in meno.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 8 dicembre 2018 — 9:21
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet