Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Adobe Premiere Pro Productions, via alle produzioni video multi-progetto


Adobe Premiere Pro

A far emergere la richiesta e a portare allo sviluppo di questo nuovo set di funzionalità in arrivo in Premiere Pro, ha evidenziato la stessa Adobe, è la grande crescita registrata dalla società di San Jose nell’utilizzo del suo strumento di editing video professionale tra i film-maker. 

A sottolineare il concetto, Adobe ha offerto la preview dei nuovi tool in occasione del Sundance Film Festival, l’importante festival internazionale del cinema indipendente.

Productions, è questo il nome del nuovo set di tool presentato come “coming soon” (per conservare il gergo cinematografico), offre nuovi strumenti per la gestione di progetti, la condivisione degli asset tra di essi e l’organizzazione del materiale e del workflow, sia che si lavori in modo individuale sia che si collabori con un team.

Il nuovo feature set Productions di Premiere Pro, pone ancora in evidenza Adobe, è stato progettato dalle fondamenta con il contributo di alcuni tra i migliori registi e team di Hollywood. Le prime versioni della tecnologia che sta alla base di queste funzionalità sono state messe alla prova sul campo nella produzione di recenti film quali “Terminator: Dark Fate” e “Dolemite is My Name”. Build speciali di Premiere Pro con Productions sono ora utilizzate, ha reso noto Adobe, nella lavorazione di film come “MANK” di David Fincher.

Adobe Premiere Pro

Quando si lavora su progetti grandi o complessi, Productions, spiega Adobe, consente di dividerli in pezzi più piccoli. Ad esempio, un team di editing che lavora a un film può organizzare il proprio flusso di lavoro in bobine e scene.

Gli show a episodi possono essere raggruppati per stagione, rendendo più facile accedere ad altri show per recuperare elementi quali sequenze di titoli o spezzoni audio. Le agenzie possono allocare una “produzione” per ciascun cliente, in modo da poter fare rapidamente riferimento e recuperare risorse da progetti esistenti.

La referenziazione ai media tra i progetti rende più agevole riutilizzare le risorse all’interno della produzione senza creare duplicati. Ciò aiuta anche a mantenere i singoli progetti leggeri e veloci.

È per l’appunto il nuovo pannello Production di Premiere Pro a offrire un centro di comando per la gestione di flussi di lavoro multiprogetto.

Tutti i progetti aggiunti alla cartella Productions, spiega ancora Adobe, diventano parte della produzione. Sia che si stia lavorando su macOS che su Windows, tutte le modifiche apportate sul disco si riflettono in Premiere Pro. E, di riflesso, le modifiche effettuate in Premiere Pro vengono applicate sul disco: Productions si occupa di mantenere il tutto sincronizzato.

Sfruttando l’archiviazione locale condivisa, più editor possono lavorare su progetti diversi nella stessa produzione. La funzione di Project Locking garantisce che nessuno possa sovrascrivere il lavoro: i colleghi possono comunque accedere al progetto e copiarne il contenuto, ma non possono apportare modifiche fino a quando non abbiamo completato la nostra attività di editing.

Tutti i progetti in una produzione condividono le stesse impostazioni, inclusi gli scratch disk. Ciò significa che i file di anteprima renderizzati da un editor possono essere disponibili per tutti gli editor che utilizzano quel progetto, garantendo una riproduzione fluida dei preview e un risparmio di tempo per l’intero team.

Il pannello Production offre una vista generale di tutti i progetti e mostra chi sta lavorando su cosa, in modo da consentire alle persone e al team di monitorare i progressi.

Con Productions, l’utente mantiene il pieno controllo dei contenuti. I nostri progetti e risorse possono stare interamente nel nostro archivio locale e niente va sul cloud se non siamo noi stessi a metterlo lì. Se necessario, è anche possibile fare tutto il lavoro senza una connessione Internet.

In sintesi, Productions è una nuova “cassetta degli attrezzi” studiata per fornire sia ai film-maker professionisti già affermati che agli aspiranti tali, nuovi strumenti per rimanere organizzati, gestire progetti in modo efficiente e collaborare più facilmente.





Fonte: https://www.01net.it/

Rate this post
Updated: 11 Febbraio 2020 — 17:49
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet