Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Airbus chiude ufficialmente il progetto A380: addio al gigante dei cieli


Se ne parlava già da tempo, e qualche mese fa si parlava apertamente di ciò che è successo ora: il progetto Airbus A380 è stato definitivamente archiviato. Come dice lo stesso amministratore delegato dell’azienda, “quella che vediamo è la fine dei grandi aerei con quattro motori”.

La notizia non coglie completamente di sorpresa il mercato, che già da tempo si aspettava che il progetto A380 venisse archiviato, ma arriva a circa un anno dal “salvataggio” dell’aereo da parte di Emirates. La compagnia aveva infatti ordinato sufficienti aerei da tenere in piedi la linea di produzione, ma ha ora fatto un passo indietro riducendo l’ordine e causando la fine dell’A380.

Il problema dell’Airbus A380 è che non risponde più alle esigenze della modernità, né è in grado di offrire le stesse prestazioni (dal punto di vista economico) alle compagnie aeree. Nato in un periodo in cui c’erano molte limitazioni al numero di voli, l’A380 era la risposta a questa situazione: se il numero di voli rimane immutato ma si vogliono aumentare i passeggeri trasportati, la soluzione è utilizzare aerei più grandi in grado di trasportare più passeggeri. E tale equazione funziona ancora oggi, con dei “ma”.

Il mercato è infatti cambiato, e con esso anche le regolamentazioni. È infatti possibile avere decolli e atterraggi più frequenti, ma non solo: l’esigenza di trasportare molti passeggeri è venuta (parzialmente) meno per via della maggiore importanza data agli aeroporti regionali rispetto ai grandi hub. C’è poi il problema della scala: l’A380 permette sì di trasportare più passeggeri, ma è quindi anche più difficile da riempire completamente e, quindi, da far operare con il minimo rapporto costi/benefici.

Sebbene l’efficienza dell’A380 sia imbattuta (in termini di carburante necessario per passeggero o per miglio), la sua elevata capacità e il suo elevato costo operativo fa sì che volare con pochi passeggeri sia meno profittevole rispetto a un aeroplano più piccolo ma pieno.

Oltre a questi problemi, l’A380 è sempre stato limitato a relativamente pochi aeroporti per via delle sue dimensioni: l’apertura alare di 80 m e il peso di circa 369 tonnellate a vuoto (che salgono a più di 500 tonnellate a pieno carico) lo rendono difficile da gestire.

Le ultime unità verranno consegnate nel 2021: dopo tale data, Airbus non produrrà più A380 né aerei simili. È la fine dei giganti dei cieli.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 16 Febbraio 2019 — 13:25
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet