Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Animosity: ripercorriamo insieme il cammino


Jesse e Sandor, una bambina di undici anni ed il suo fedele bloodhound di cinque, percorrono un’America ormai alla mercè degli animali, dopo che questi ultimi si sono improvvisamente “risvegliati” ed hanno iniziato a pensare e parlare proprio come gli esseri umani. Questa è Animosity, la serie a fumetti scritta da Marguerite Bennett e disegnata da Rafael De Latorre: un viaggio da una parte all’altra di un paese in tumulto e attraverso la consapevolezza della crudeltà degli uomini. Verso le altre creature che popolano il pianeta e verso sè stessi.

Animosity

Ripercorriamo insieme il racconto contenuto nei quattro volumi pubblicati in Italia da SaldaPress, con una breve panoramica su ciò che è accaduto fino ad ora in attesa dell’uscita del quinto fumetto, Il Dio degli Animali. Si tratta tuttavia di un riepilogo contenente spoiler perciò se desiderate leggere la serie completa, fermatevi qui; al contrario, se siete curiosi di scoprire cosa accade in Animosity prima dell’uscita del prossimo volume, siete nel posto giusto.

Animosity Vol. 1 – Il Risveglio

Un giorno, apparentemente senza motivo, gli animali si sono svegliati. Hanno cominciato a pensare. Hanno cominciato a parlare. Hanno cominciato a vendicarsi.

Così ha inizio il primo volume di Animosity, contenente i fumetti di Marguerite Bennett e Rafael De Latorre pubblicati negli Stati Uniti da AfterShock.

La serie prende dunque il via propriodall’acquisizione di una vera e propria coscienza da parte degli animali di tutto il mondo, i quali iniziano a reagire in vari modi, ma che perlopiù partono all’attacco degli uomini con sanguinose conseguenze.

Animosity

Tra essi, ve ne sono alcuni che tuttavia tendono a proteggere i propri umani, come nel caso di Sandor, un grosso bloodhound che salva la vita della sua piccola Jesse: è chiaro fin da subito che tra i due vi è un legame d’affetto inscindibile.

Dopo appena una settimana dal Risveglio, è evidente come gli animali abbiano già preso il sopravvento, sebbene siano molti gli uomini che rifiutano questo nuovo stato delle cose, compiendo addirittura attacchi suicidi. La visuale sul racconto si sposta poi ad un anno dopo, dove vediamo una New York devastata e la coppia Jesse e Sandor in cammino per lasciare la città, alla volta di San Francisco e alla ricerca di Adam, fratellastro della bambina. Quest’ultima ha perso infatti entrambi i genitori ed è Sandor, adesso, a fungere da padre per lei.

Lungo il loro percorso, raggiungono la Fortezza degli Animilitari: un luogo presidiato da animali armati e combattivi, i quali garantiscono un passaggio sicuro ai due verso San Francisco. Qui, mentre Sandor viene incaricato da Mimico, la lupa capobranco, di scoprire che fine hanno fatto alcuni dei suoi compresa l’amica Pearl, Jesse rimane alla base e fa la conoscenza del bisonte Bethesda, del gatto Pallas, della capra Zarzamora, del lemure Benjamin e dell’umano Kyle.

Animosity

All’interno della Fortezza sono tenuti prigionieri anche tre scienziati che, apparentemente, potrebbero sapere da cosa è stato causato il Risveglio; gli Animilitari fanno quindi un accordo con gli umani: scambiare gli scienziati con ciò che è rimasto delle forze di Mimico. A questo punto la lupa si rende conto che tra esse vi è anche Pearl, la quale è stata catturata e lobotomizzata, dopo la stipula di un accordo segreto tra gli altri Animilitari e gli umani basato sul tradimento nei confronti di Mimico. Inizia così un violento attacco alla Fortezza, in cui Sandor usa le proprie forze per proteggere Jesse, anche mettendosi contro la capobranco ormai impazzita di rabbia.

Animosity

Il bloodhound avrà la meglio sulla lupa, sebbene ormai il gruppo composto da umani e animali sarà messo di fronte ad un’amara verità: la Fortezza è stata distrutta, dalla violenza tanto degli uomini quanto delle bestie, e bisognerà mettersi in cammino per trovare un luogo sicuro, mentre Jesse e Sandor proseguiranno il loro viaggio alla ricerca di ciò che rimane della famiglia della piccola.

Animosity Vol. 2 – Il Drago

La compagnia parte alla volta di un luogo più sicuro in cui potersi stabilire, ottenendo un passaggio “acquatico” da una balena. Il gruppo eterogeneo è composto da Jesse, Sandor, Kyle, Bethesda, Pallas, Zarzamora e il fratello Arandano, Benjamin, Potter e Chirrut. Insieme, si ritrovano a condividere non solo il cammino, ma anche alcuni quesiti morali su cui discutono mettendo in luce che la consapevolezza animale è pari a quella umana: chi ha il diritto di vivere e chi di morire? Vi sono creature che hanno più diritto degli altri ad avere un proprio posto nel mondo? E chi decide ciò?

Animosity

Mentre la compagnia fatta da umani e animali protagonista di Animosity attraversa i boschi, viene colta di sorpresa dalla sparizione della capra Arandano: Potter, il cervo, afferma di aver visto il rapitore, tuttavia nessuno crede alle sue parole. Si tratterebbe, infatti, di un drago. Inoltre, alcune misteriose figure vestite di stracci e sterpaglie, tendono un’imboscata al gruppo il quale, sebbene inizialmente abbia la meglio, in seguito deve affrontare la dura scoperta che altri due membri sono stati catturati: Chirrut e Jesse.

Animosity

Quest’ultima si risveglia in un fienile, dove è accolta dal minaccioso e fantomatico drago: un grandissimo gipeto dal piumaggio rosso che secerne una sostanza acida dal becco, tanto da essersi guadagnato l’appellativo di creatura draconica. Esso ha raccolto attorno a sè un gruppo nutrito di animali (che fingono di essere umani attraverso il travestimento) e uomini disperati, tutti accomunati dalla ricerca di cibo che il gipeto procura loro uccidendo i malcapitati che si trovano nei dintorni. Jesse realizza quindi con orrore che il fienile è un vero a proprio mattatoio, in cui uomini e bestie vengono massacrati senza distinzione: tra essi, vi sono anche Arandano e Chirrut.

Sandor e gli altri, tuttavia, riescono a seguire le tracce della piccola e a raggiungerla fin lì, ingaggiando uno scontro con il “drago” ed i suoi accoliti. Il bloodhound da quindi ancora una volta prova della sua furia e della sua forza, mettendosi contro il gipeto e distruggendolo, insieme a ciò che resta del suo covo. È a questo punto che Kyle, l’altro umano della compagnia, inizia a nutrire forti dubbi sulla lealtà di Sandor e sulla sua violenza incontrollata, sospettando che sia stato il cane ad uccidere i genitori di Jesse.

Animosity

Sfiniti e psicologicamente devastati, i membri della compagnia si rimettono in cammino dopo aver recuperato le forze, ma ad un certo punto vengono avvicinati da un pangolino: questi, afferma di aver saputo la notizia della sconfitta del drago e conduce il gruppo in un luogo idilliaco dove uomini e animali si ristorano e sembrano convivere, le Cascate della Clessidra, ai confini della Virginia. È in questo luogo di pace e serenità, tuttavia, che Jesse rivela a Sandor di essere a conoscenza della verità: il bloodhound è malato e la sua aspettativa di vita è ormai breve, ma la bambina ha fiducia in lui e nel fatto che, anche oltre la morte, sarà sempre il suo bravo e amato cane.

Animosity Vol. 3 – Lo Sciame

Il viaggio prosegue per il gruppo protagonista di Animosity. Dopo una sosta ristoratrice alle Cascate della Clessidra, la compagnia si rimette in cammino attraverso la Virginia, tuttavia questo viene interrotto ben presto da una sconcertante scoperta: presso una diga abbandonata, un enorme alveare che ne ha fatto la sua dimora viene attaccato da alcuni uomini per mezzo del fuoco e del fumo. Jesse esorta quindi gli altri ad aiutare le api e, una volta che gli uomini sono stati messi in fuga, la bambina apprende dai piccoli insetti che questi catturano periodicamente le api e le portano nel proprio covo per scopi ignoti.

Animosity

Dopo aver seguito le tracce dei rapitori, Jesse, Sandor e gli altri giungono presso un luogo abitato dominato dalla presenza di coltivazioni fino a perdita d’occhio. Jesse e Kyle finiscono per errore all’interno dell’insediamento, tuttavia vengono accolti e ospitati dietro la garanzia di Mittens, un gatto che in passato viveva con i vicini di casa di Jesse. Qui la bambina ed il giovane apprendono di trovarsi alla Comune dell’Oro Antico, un luogo apparentemente idilliaco in cui umani e bestie collaborano e si supportano a vicenda per sopravvivere, utilizzando le capacità di ciascuno.

Sebbene Kyle sembri allettato dall’idea di stabilirsi alla Comune, Jesse non è affatto convinta, messa in allerta dal fatto che quegli uomini catturano le api per il proprio tornaconto (l’impollinazione delle coltivazioni) e da un altro elemento avvolto nel mistero: la totale assenza di donne. La bambina si infiltra quindi nel capanno in cui le api vengono tenute prigioniere e, con l’aiuto di un diversivo creato dal resto del gruppo, il quale fa esplodere il serbatoio di carburante della Comune, libera gli insetti e porta con sè la regina, al fine di condurla nuovamente al suo alveare.

Animosity

Jesse e Kyle affrontano una fuga rocambolesca fino alla diga, inseguiti dagli uomini della Comune in cerca di vendetta. L’ape regina riesce quindi a riacquistare il comando del suo alveare con l’aiuto di Jesse ma, una volta che gli uomini sono giunti fin lì, essa viene uccisa senza pietà. È a questo punto che si compie la furia delle api, prima sterminate con i pesticidi e poi sfruttate senza controllo, nonostante anch’esse siano senzienti: mentre Sandor attacca i carnefici degli insetti, la volontà collettiva di questi ultimi porta alla distruzione della diga, inondando ogni cosa.

Animosity

Gli uomini della Comune dell’Oro Antico vengono così sconfitti, ma sfruttando la confusione del momento Kyle rapisce Jesse, portandola via da colui che crede essere solo un brutale mostro, Sandor, alla volta del luogo in cui vengono ospitate le donne del paese: la Città Fortezza.

Animosity Vol. 4 – La Città Fortezza

Sandor è devastato dalla scomparsa della sua bambina. Tuttavia Zarzamora riesce a far luce sulla vicenda e scopre che Jesse non è semplicemente sparita, ma è stata rapita da Kyle. Questi conduce infatti la ragazza presso uno degli ultimi baluardi dell’umanità soverchiata dal dominio animale: la Città Fortezza, un luogo in apparenza sicuro dove entrambi possono stabilirsi insieme ai propri simili. Giunti alle porte della città, tuttavia, benché Jesse venga accolta senza troppe remore, Kyle viene fucilato a seguito della sua ammissione di aver fatto parte degli Animilitari.

Animosity

La bambina viene quindi fatta entrare in città, ripulita e vestita, ma viene ammonita dalla stessa direttrice sul fatto che dovrà attenersi alle regole del posto: gli umani rappresentano la specie dominante e in quanto tali sono tenuti a sfruttare gli animali, esseri inferiori, nonché a proseguire la continuazione della specie per riacquisire il controllo del pianeta. Jesse è quindi costretta ad assistere alle lezioni sull’inferiorità animale, a mangiare carne e a crescere con l’idea che, presto, dovrà subire una gravidanza forzata per mettere alla luce un altro umano utile a ingrossare le fila della specie.

Animosity

Assistiamo, nel frattempo, ad un lungo flashback sul passato di Kyle, morente e quasi privo di conoscenza in mezzo alla foresta: orfano spinto da una parte all’altra di questa o quella famiglia adottiva, col tempo ha realizzato che i suoi simili sono più propensi ad adottare un cucciolo che un bambino ed ha sviluppato così una sorta di rancore verso gli animali. Raggiunto infine da Sandor, gli rivela di essere a conoscenza della verità: sa che è stato lui ad uccidere brutalmente i genitori di Jesse e ha cercato di proteggere la bambina dalla furia del cane conducendola alla Città Fortezza. Inutile dire che Sandor non risparmia Kyle per ciò che ha fatto.

Animosity

Intanto Jesse rifiuta il regime imposto all’interno della Città e convince le altre ragazze sue compagne di sventura ad ingaggiare una rivolta per liberare tutte le altre; le donne tenute prigioniere e costrette alla gravidanza vengono quindi salvate, mentre il gruppo composto da Sandor e gli altri animali fa il proprio ingresso in città attaccando le forze paramilitari che la difendono. È a questo punto, con l’arrivo di Jesse e delle donne liberate, che i cittadini prendono coscienza delle aberrazioni compiute dalla direttrice e dai suoi sottoposti, ribellandosi ad essa e compiendo la loro vendetta.

Animosity

Uomini e animali sembrano essere, per la prima volta in Animosity, realmente accomunati dal desiderio di riscatto e libertà e lasciano tutti insieme la Città verso un luogo in cui possano essere liberi da crudeltà e catene.

Tuttavia, la collaborazione tra i due fronti proseguirà anche nel prossimo volume di Animosity?

La storia ha inizio qui: il primo volume di Animosity, che trovate cliccando su questo link.



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 19 Luglio 2020 — 16:47
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet