Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Apple Card si potrebbe rovinare a contatto con i jeans, nel portafogli e con altre carte di credito


Apple Card è finalmente ufficiale ed è già stata consegnata a chi ha effettuato, solo negli USA, i preordini. La prima carta di credito realizzata dall’azienda di Cupertino pronta ad inserirsi nell’Apple Wallet ossia nel portafogli virtuale degli iPhone e degli Apple Watch e capace non solo di pagare all’istante in modo semplice appoggiando il device al POS ma anche permettendo di avere diversi “cashback”. Qualche problema però potrebbe arrivare con la carta di credito fisica che ricordiamo viene realizzata da Apple in colorazione bianca e in titanio.

Apple Card: cosa potrebbe rovinarla?

Secondo quanto dichiarato sul sito Apple e riportato da MacRumors, la nuova Apple Card realizzata in modo del tutto diverso dalle altre carte di credito presenti sul mercato, possiede una livrea completamente bianca in titanio e non ha alcuna cifratura in rilievo, nessuna lucidatura se non il chip per il funzionamento, il nome e il simbolo della mela inciso a laser.

Non essendo realizzata in materiale plastico ma in titanio questo può comportare un consumo diverso nel momento del suo posizionamento all’interno di un portafogli o anche in tasca dei pantaloni. Ecco che secondo il documento di Apple, la Card di Cupertino, deve essere pulita in modo preciso affinché mantenga la sua originale conformazione.

Per evitare che perda la sua colorazione dunque sarebbe meglio tenerla lontana dalla pelle e dal denim ossia i tessuti dei comuni portafogli o dei jeans. Lo strofinamento con questi materiali potrebbe far perdere gli strati bianchi applicati sulla carta. Non solo perché anche superfici particolarmente abrasive potrebbero creare graffi alla Apple Card e il suggerimento dell’azienda è quello di tenerla distante da altre carte di credito. Sulla pulizia, Apple, dichiara un semplice panno in microfibra morbido ed inumidito con alcool mentre sono sconsigliati i detergenti o l’aria compressa.

Apple Card: come funziona?

Il funzionamento della Apple Card è simile a quello di altre carte virtuali presenti oggi sul mercato. Molto interessante in questo caso il sistema di fedeltà e ricompense chiamato Daily Cash, che riconosce all’utente una percentuale dei pagamenti effettuati ogni giorno, senza alcun limite. Ogni giorno, per qualsiasi spesa e per qualunque ammontare: 2% per le spese effettuate tramite Apple Pay, 3% per gli acquisti effettuati nei negozi Apple (fisici e virtuali) e 1% per le spese effettuate con la nuova Apple Card fisica che la Mela ha pensato per far fronte alle spese effettuate presso gli esercenti che ancora non accettano Apple Pay. Tutte le spese vengono classificate per categoria, con etichette colorate, e con un chiaro riferimento al dove sono state spese e presso quale esercente in maniera che sia facile rivederle ed organizzarle.

Apple Card è dunque un nuovo servizio di pagamento che si basa su una carta di credito virtuale creata da Apple e che si prefigge l’obiettivo di aiutare l’utente a sviluppare una gestione più consapevole delle proprie finanze. Apple Card è integrata nella app Wallet e offre a coloro i quali sono già abituati ad utilizzare Apple Pay la possibilità di gestire la propria carta di credito direttamente tramite Apple.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 24 Agosto 2019 — 8:43
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet