Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Apple vince l’appello contro l’UE sul caso irlandese: non deve versare 13 miliardi di tasse


Apple ha vinto l’appello contro la decisione del 2016 della
Commissione Europea in merito al regime fiscale particolarmente favorevole
applicato nei suoi confronti dall’Irlanda. Secondo la Commissione si trattava di
un aiuto di stato non consentito dalla normativa e ordin ad Apple di
corrispondere 13 miliardi di euro di tasse non versate tra il 2003
e il 2014 proprio all’Irlanda.


Secondo la Corte Generale dell’Unione Europea,
la Commissione ha fallito nel dimostrare che il governo irlandese abbia tenuto
un trattamento preferenziale per Apple
, quindi l’accordo tra le parti non
costituisce un aiuto di stato. Dopo la sentenza di quattro anni fa vi fu infatti
il ricorso da parte di Apple e dell’Irlanda stessa, con la casa di Cupertino che giudic la
decisione “contro la realt e il buonsenso”. L’Irlanda, Apple e la Commissione
Europea hanno ora due mesi di tempo per decidere se ricorrere
nuovamente in appello.


In risposta alla sentenza, il governo irlandese ha
dichiarato che sempre stato chiaro “che non era previsto un trattamento
speciale per le due societ di Apple” e che “l’importo corretto dell’imposta
irlandese stato addebitato in linea con le normali regole di tassazione
irlandesi”. L’Irlanda ha chiaramente tutto l’interesse affinch Apple
continui a operare nel paese, sia fattivamente che legalmente.

La casa di Cupertino controlla due societ irlandesi, Apple
Sales International e Apple Operations Europe e tramite queste tutti gli
acquisti risultano fatti presso Apple Sales International e non ai singoli
rivenditori in cui materialmente avviene la vendita. Vi sono poi ulteriori
“giochi fiscali” legati alle propriet intellettuali che consentono ad Apple e
altre aziende di pagare poche tasse in Europa in relazione al volume d’affari. Secondo la Commissione, l’Irlanda ha permesso ad Apple di pagare un’aliquota effettiva dell’imposta sulle societ pari all’1% degli utili
nel 2003, scesa poi fino allo 0,005% del 2014.

Apple ha accolto con favore la sentenza, affermando che
“non riguardava la quantit di tasse che paghiamo, ma dove siamo tenuti a
pagarle. Siamo orgogliosi di essere i pi grandi contribuenti al mondo poich
conosciamo l’importante ruolo che i pagamenti fiscali svolgono nella societ. Apple ha pagato pi di 100 miliardi di imposte in tutto il mondo nell’ultimo
decennio e decine di miliardi in pi di altre imposte. I cambiamenti nel modo in
cui i pagamenti delle imposte sul reddito di una multinazionale sono suddivisi
tra diversi paesi richiedono una soluzione globale ed Apple incoraggia questo
sforzo a proseguire
“, ha affermato un portavoce.





Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 15 Luglio 2020 — 13:28
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet