Aruba ESP si evolve: IT, IoT e OT convergono per migliorare e semplificare le attività aziendali


Aruba, società americana del gruppo HPE, ha annunciato un importante potenziamento di Aruba ESP (Edge Services Platform), il servizio di raccolta e interpretazione dei dati per identificare e risolvere i problemi in sistemi informatici (e non solo) prima che si presentino. Tale potenziamento consiste nella possibilità di unificare e gestire i dati provenienti dalle reti IT, IoT e OT tramite intelligenza artificiale per ottenere una “iper-consapevolezza” dello stato delle cose che può consentire alle aziende di prendere decisioni più rapide e più efficaci.

Aruba ESP unifica IoT, IT e OT per migliorare la consapevolezza delle aziende

Gli edifici connessi oggi forniscono solo un sottoinsieme di controlli e di servizi rispetto a quelli possibili, in particolare per quanto riguarda la connessione dei vari elementi. Aruba ESP, piattaforma per l’intelligent edgelanciata a giugno 2020, permette ora di unificare le reti IT, IoT e OT per avere un quadro complessivo della situazione e analizzarlo grazie all’IA, per ottenere una maggiore consapevolezza e una maggiore facilità di gestione dell’ambiente.

HPE Aruba afferma che è teoricamente possibile collegare qualunque dispositivo in grado di gestire input e output al sistema, dai macchinari per la produzione fino ai sistemi multimediali delle sale riunioni. Aruba ESP si integra con le soluzioni di numerosi partner dell’azienda, fatto che rende possibile raccogliere e gestire i dati provenienti da una moltitudine di fonti. L’azienda propone soluzioni per i settori dell’educazione, dell’enterprise, della sanità, dell’industria, della manifattura, dell’ospitalità, della vendita al dettaglio, del trasporto e degli enti governativi.

Il punto principale sta nel fatto che le aziende possono accedere a una vasta quantità di informazioni che consente loro di creare “gemelli digitali” degli ambienti, modelli virtuali che permettono di identificare problemi, processi cui è possibile apportare migliorie, individuare modifiche da apportare alle operazioni aziendali e così via.

Uno degli aspetti più importanti è quello dato dal monitoraggio costante di macchinari e dispositivi: grazie alla raccolta costante di dati è possibile identificare le anomalie prima che si trasformino in problemi veri e propri. Per fare un esempio pratico, è possibile individuare scostamenti dalla norma nel funzionamento di motori elettrici all’interno dei macchinari industriali, così da poter scegliere la strategia migliore per correggerli ed evitare costosi fermi macchina non previsti. Secondo HPE Aruba questo cambiamento di prospettiva, da manutenzione reattiva a manutenzione proattiva, taglia i costi fino al 40%.

Sicurezza informatica e delle persone insieme con Aruba ESP

Un altro aspetto è quello della sicurezza per le persone: la creazione di un modello virtuale in tempo reale permette di ricostruire esattamente la situazione e, nel caso di un incidente, avvisare automaticamente il personale e i soccorritori affinché venga mantenuto il più alto livello possibile di sicurezza per tutte le persone coinvolte.

Per quanto riguarda la sicurezza informatica, invece, HPE Aruba ha scelto un approccio “zero trust” per ESP: non viene concesso l’accesso alla rete a nessun dispositivo o utente a meno che questi non sia noto e fidato. Vengono utilizzate sia tecniche di intelligenza artificiale che scambi di informazioni con più di 130 fornitori di prodotti di sicurezza per comprendere ciascun dispositivo e il suo ruolo nella rete, in modo tale da tutelare la sicurezza dell’azienda, dei suoi dati e delle persone.

L’uso di Aruba ESP porta, stando all’azienda, all’ottenimento di insight con un’accuratezza superiore al 95% che permettono di migliorare automaticamente la comunicazione e la visibilità su e tra reti IT, IoT e OT.

“Macchine, applicazioni e interfacce vengono personalizzate secondo ciascuna applicazione verticale IoT, IT e OT aumentando la complessità nella gestione della rete”, commenta Will Townsend, senior analyst di Moor Insights & Strategy. “Ho analizzato Aruba ESP e sono convinto che la sua piattaforma architetturale basata su un’infrastruttura unificata, su Zero Trust Security e su AIOps abbia le potenzialità per ridurre la complessità e accelerare i casi di utilizzo delle smart facility e dell’iper-consapevolezza sia on-premises sia nel cloud”.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 25 Settembre 2020 — 9:43
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet