Attenzione al Roaming Internazionale: a questo utente è costato fino a 16.000€ con TIM


Quando andate all’estero, soprattutto se non andate in un paese dell’Europa, state attenti al Roaming Internazionale perché potrebbe costarvi davvero una fortuna. Un cliente TIM, agente immobiliare di Venezia, in trasferta di lavoro in America Latina si è visto recapitare una bolletta decisamente salata proprio a causa del roaming internazionale effettuato all’estero: 16.682€ di bolletta a causa di 4 ore di internet che non erano state coperte da alcuna tariffa ad hoc.

Bolletta da 16.000€: ecco perché

Secondo i fatti, il cliente TIM, ha dichiarato di non aver mai utilizzato il suo smartphone per navigare in internet quando era in America Latina. Eppure qualcosa è andato storto perché l’operatore ha visto utilizzare dati su internet dal device, documentate, e per l’America Latina siamo in Zona 4 con delle tariffe in Roaming (senza bundle ad hoc) che risultano essere particolarmente salate.

Sostanzialmente gli oltre 16.000€ da pagare dall’utente sono stati raggiunti velocemente visto che si parla di sole 4 ore di navigazione in internet. La tariffa per la Zona 4, ossia proprio quella dell’America Latina, prevede un costo di 0,02€/kb. Questo significa che per arrivare a 16.000€ e qualcosa è bastato scaricare poco più di 850MB che visti gli usi quotidiani tra Social, Web e altro è facilmente raggiungibile se non superabile, anche in poche ore.

Il malcapitato utente si è rivolto ad un ufficio legale per far valere la propria posizione sul fatto che non avesse volutamente attivo il traffico internet. In questo caso l’avvocato è riuscito ad accordarsi con TIM per uno sconto della bolletta pari al 75%. L’utente dovrà dunque pagare all’operatore non 16.682€ ma comunque la bellezza di 4.600€ che per fortuna potrà anche rateizzare. In tal caso non vi è stato un azzeramento della fattura visto che il servizio offerto da TIM è stato effettivamente utilizzato dall’utente, che poi lo abbia fatto volontariamente o involontariamente non ha molta importanza. La superficialità in questo caso dell’utente è costata decisamente cara.

Il consiglio quando si viaggia all’Estero e soprattutto in quei paesi che sono al di fuori dei confini dell’Europa è di considerare prima di partire cosa è consentito con il proprio piano tariffario. Se non è compresa la navigazione o anche le chiamate è necessario acquistare dei bundle specifici per quel paese. Se non si ha intenzione di farlo è necessario ricordarsi sempre, una volta nel paese di arrivo, di disattivare la funzione del roaming o direttamente i dati dallo smartphone.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 21 Gennaio 2020 — 14:46
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet