Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Chi pensa che il pezzo di Mahmood sia nuovo e fresco, non capisce un cazzo di musica


Forse sarebbe il caso di scegliere le parole con un po’ più di cura.

Non parlo solo di noi che con le parole ci lavoriamo, intendo in generale, come consiglio spassionato dato anche alla gente comune.

E siccome sono tra quanti lavorano con le parole, e più nello specifico alle parole applicate alla musica, il mio consiglio va assolutamente letto come prestare maggior cura alle parole con cui si parla di canzoni, le si racconta, le si descrive, le si analizza.

Per dire, prima di lasciarsi andare a una certa enfasi nel giubilare perché una determinata canzone è contemporanea, magari, sarebbe da capire se l’essere contemporanei sia necessariamente un pregio. Senza, quindi, tenere conto di che contemporaneità si sta parlando. Senza, ovvero, esprimere giudizi su quel contemporaneo di cui una determinata canzone incarnerebbe più o meno la cristallizzazione.

Per essere più chiari, l’essere autori o interpreti di una canzone che suoni assolutamente contemporanea in un momento in cui la musica è una musica riconosciuta universalmente come di merda non è un gran pregio. Come dire a qualcuno che è perfettamente aderente a uno stereotipo negativo. Che so, entri in un bar di Palermo e dici al primo che vedi: “Certo che voi siciliani siete tutti mafiosi e non avete voglia di fare un cazzo”.

Provateci e vedete le reazioni.

Ma non basta.

Si può fare di peggio, forse, che dire di qualcuno che è contemporaneo, e cioè dire a qualcuno che è una novità, e farlo nel momento esatto in cui è in realtà contemporaneo, cioè assolutamente omologato ai suoni che girano intorno, aderente al cento per cento alle mode del momento.

Mi spiego.

Dando uno sguardo alle classifiche possiamo vedere come Mahmood sia ancora  primo in classifica nei singoli, mentre Ultimo lo è negli album, per altro con un lavoro che sta lì, in classifica, e molto in alto in classifica, da cinquantaquattro settimane, cioè un anno e due settimane.

Ecco, Mahmood, fresco vincitore del Festival della Canzone Italiana di Sanremo è stato applaudito da molti, quasi da tutti, come qualcosa di fresco, di nuovo. C’è chi ha addirittura detto che in virtù di questo suo essere fresco, nuovo, potrebbe vincere Eurovision.

Tutto consentito, mica siamo in dittatura. Il fatto è che Mahmood è tutto fuorché fresco e nuovo. Cioè, lui, Mahmood, è nuovo, certo, fino a tre settimane fa nessuno sapeva chi fosse. Ma la musica che fa è esattamente la contemporaneità, quindi la negazione dell’originalità, della novità.

Se è vero come è vero che l’anno scorso l’artista, Dio mi perdoni, che ha venduto più dischi, e con il dire questo si intende quello che ha fatto più streaming, perché di dischi se non fai i firmacopie o non sei Enrico Ruggeri o Red Canzian non se ne vendono più, è stato Sfera Ebbasta, come cazzo è possibile che oggi si gridi alla novità per la musica che è stata prodotta proprio da Charlie Charles, che di Sfera Ebbasta, e di Ghali, e di altri trapper è il produttore principale?

Di più, come cazzo si fa a dire che quelle sonorità lì sono fresche, se praticamente ormai suona tutto così?

Al punto che un neomelodico anche un po’ coatto come Ultimo rischierebbe di suonare originale e fresco, non fosse che scrive canzoni scarse. Perché di fronte a quello che ci avvolge tutti come una coperta di paille, è ovvio, un pianoforte, una voce alla Tiziano Ferro e versi che parlano di qualcuno che fa “Buh” e di piatti lasciati sul tavolo per ricordarti la lei che se n’è andata sembrano aria fresca, freschissima.

Non bastasse, a scrivere la canzone di Mahmood, oltre Mahmood e Charlie Charles, anche quel mezzo genio di Dario Faini, o Dardust che dir si voglia, uno che ha scritto quasi tutte le hit degli ultimi tre, quattro anni. Come dire, non esattamente uno nuovo, sorprendente.

Ecco, Soldi di Mahmood non è una novità. Se lo pensate non capite un cazzo di musica. Non sapete cosa sia la contemporaneità di cui vi riempite la bocca.

E se pensate che essere contemporanei sia un pregio, per contro, continuate a non capire un cazzo di musica, e di cultura più in generale. Perché la contemporaneità non è un pregio, come non lo è la giovinezza, in sé.

Una piccola chiosa su Fateme cantà, il nuovo singolo che Ultimo, sorprendentemente, ha tirato fuori a due settimane dal singolo sanremese, ancora al secondo posto dei singoli. Ecco, la canzone in sé è da punizioni corporali, con tutti quei “nanà” e “nenè” infilati per allungare le strofe o unire le parti della canzone con lo sputo. Ma l’idea di pubblicare subito una canzone, in romanesco, per altro, che dice pure chiaro e tondo che lui, Ultimo, non è uno che sa comunicare bene, se non con le canzoni. Come dire, ho detto che i giornalisti rompono il cazzo e l’ho detto direttamente a loro. Ho mandato a cagare la copertina di Tv Sorrisi e Canzoni. Ho sfanculato la giuria dei ragazzi che mi ha votato migliore artista di Sanremo. Ma io non so parlare, so solo cantare. Non so forse neanche pensare. E vengo da quel parcheggio di periferia, e che cazzo. Ecco, questa è un’idea nuova. Non contemporanea, e la presenza di Venditti che fa un cameo alla fine del video dice molto. Ma nuova sicuramente sì. Non facesse musicalmente così cagare sarebbe da battergli le mani.

Ah, no, quello lo fa Mahmood nella sua Soldi.

Canzone contemporanea.

Non nuova.

Canzone contemporanea.

Non fresca.

Canzone destinata a scomparire presto, come lacrime nella pioggia.

E così sia.





Fonte: http://www.optimaitalia.com/

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Rate this post
Updated: 24 Febbraio 2019 — 19:08
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet