Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Con Laserwall anche i rapporti vicinato diventano 2.0


Cosa succede nel nostro quartiere? Una domanda semplice, alla quale spesso però non sappiamo dare una risposta. Del resto, fra lavoro e impegni vari si è spesso fuori casa a lungo ed è sempre più complicato stringere rapporti coi vicini e vivere a pieno il proprio quartiere.

La soluzione arriva da un’azienda italiana e si chiama Laserwall: apparentemente è una comune bacheca digitale, simile ai tanti cartelloni pubblicitari per la digital signage che vediamo ovunque. In pratica, è una piattaforma evoluta che raccoglie le informazioni sul palazzo e il relativo quartiere e le mette a disposizione degli inquilini

Laserwall close up bacheca digitale

Laserwall, una piattaforma digitale dedicata a inquilini, amministratori di condominio e inserzionisti locali 

Dal punto di vista strettamente tecnologico, Laserwall è un prodotto essenziale: si tratta di un tablet con un generoso schermo da 21,5″ che si installa nell’androne dei condomini e sostituisce la classica bacheca “analogica” dove vengono affisse le comunicazioni riguardanti il condominio (assemblee, numeri di telefono utili, comunicazioni e via dicendo).  

Laserwall viene controllata dall’amministratore del palazzo tramite un software gestionale (il cui utilizzo è gratuito) che permette l’inserimento di annunci e di nuove comunicazioni. I residenti, invece, possono accedere alla bacheca digitale anche tramite un’app gratuita disponibile per iOS e Android, che consentirà sia di consultare la lavagna ovunque ci si trovi, sia di poter comunicare direttamente coi vicini.e accedere alle offerte pubblicizzate tramite Laserwall.

Laserwall device composizione

Laserwall, un’opportunità per le aziende

Uno degli aspetti più intriganti di Laserwall è che viene offerta gratuitamente. Sarà necessaria una delibera condominiale per installarla, ma né l’amministratore né i condomini dovranno sborsare un euro per utilizzarla. Chi paga? Gli inserzionisti, naturalmente. Laserwall è infatti un’opportunità per le imprese che potranno sfruttare degli spazi sulla bacheca e sulla relativa app per fare offerte mirate e geolocalizzate, oltre che per emettere sconti tramite coupon. Un approccio ben più efficace ed economico rispetto ai classici volantini che intasano le caselle di posta e costano alla GDO 900 milioni all’anno, secondo le stime di Laserwall. 

Laserwall bacheca digitale Quinto Romano

Decine di persone e famiglie che condividono lo stesso indirizzo sono un patrimonio sociale riscoperto che oggi si apre al digitale” – ha spiegatoto Salvatore Dolcefondatore e CEO di Laserwall – Le Social Street hanno aperto la porta a nuove forme di aggregazione e di socialità nei quartieri, con Laserwall vogliamo ampliare ulteriormente questo contesto a partire dai palazzi italiani. In che modo? Offrendo a tutti un punto di ritrovo in cui scoprire e condividere interessi, eventi, pubblicità, comunicazioni e informazioni a molteplici livelli, connettendo le opportunità di quartiere a chi le vive in modo nuovo, facile e ingaggiante”.

 

 



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 10 Febbraio 2020 — 17:10
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet