Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

DataStax sposa Kubernetes con il database Apache Cassandra


Apache Cassandra Operatore Kubernetes DataStax

DataStax ha rilasciato come open source una versione di Kubernetes operator per Apache Cassandra con lo scopo di facilitare aziende e utenti nella gestione dei dati nativa del cloud e scalabile orizzontalmente.

Apache Cassandra è un database management system distribuito NoSQL open source, progettato per gestire grandi quantità di dati offrendo un’elevata disponibilità e scalabilità senza compromessi sulle prestazioni ma fornendo invece la possibilità di eseguire operazioni velocemente e a bassa latenza.

DataStax invece è la società sviluppatrice di una data platform NoSQL nativa del cloud, altamente scalabile e disponibile, basata su Apache Cassandra.

Come parte del suo impegno costante nei confronti dell’open source e della community di Apache Cassandra, DataStax ha annunciato di aver reso open una versione di Kubernetes Operator per Cassandra. Il codice, rende noto l’azienda, è liberamente disponibile sotto Apache License per chiunque da usare o modificare.

DataStax, ha spiegato ancora l’azienda, non è la prima organizzazione a creare un progetto open source per un operatore Kubernetes per Cassandra. L’azienda ha illustrato anche i motivi di questa scelta e le prospettive future.

Dato che la gestione dell’infrastruttura si è standardizzata attorno a Kubernetes, molte organizzazioni stanno considerando il livello dei dati come qualcosa che dovrebbe essere gestito anch’esso sotto lo stesso ombrello. DataStax stessa lo ha capito quando ha creato Astra, un database-as-a-service (DBaaS) basato su Apache Cassandra.

Apache Cassandra

All’inizio di quest’anno DataStax ha iniziato a confrontarsi con la community su come combinare gli sforzi e unirsi nell’utilizzo di Kubernetes per gestire Cassandra. La risposta, afferma la società, è stata immediata e straordinariamente positiva: anche grandi organizzazioni concordavano sul fatto che era giunto il momento di contribuire per aiutare a rendere Cassandra il database ideale per le applicazioni Kubernetes.

Il primo passo è stato dunque, per DataStax, rilasciare il codice come open source affinché fosse accessibile alla community. DataStax ha anche rilasciato una Management API per Cassandra, che rende il database, informa l’azienda, più vicino a come funziona Kubernetes.

Questo operatore Kubernetes per Apache Cassandra, cass-operator, è ora disponibile e pronto per l’uso da parte della community, in modo che, si augura DataStax, si possa lavorare insieme su un operatore comune.

DataStax non è sola in questo sforzo: l’azienda sta lavorando a fianco di organizzazione anche di grandi dimensioni, quali Orange, Sky, Target e altri team della community di Cassandra, per trovare insieme un percorso verso un operatore comune.

La nuova generazione nello sviluppo delle applicazioni implica di accedere ai dati ovunque. A tal fine, evidenzia DataStax, occorre un database NoSQL distribuito ad alta disponibilità e prestazioni elevate. Cassandra è un potente database per lo scale-out dei dati. Con Cassandra su Kubernetes, sottolinea ancora DataStax, le aziende e gli utenti disporranno di uno stack scale-out coerente per l’elaborazione e i dati.

I vantaggi di un operatore Kubernetes per Cassandra, sintetizza DataStax, sono: zero downtime, zero lock-in, scala globale.





Fonte: https://www.01net.it/

Rate this post
Updated: 9 Aprile 2020 — 4:24
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet