Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Disneyland Paris e covid: conviene andare al parco adesso?


Lo scorso 15 Luglio Disneyland Paris – uno dei migliori parchi divertimento in Europa – ha riaperto al pubblico dopo quattro mesi di chiusura imposta dall’emergenza sanitaria. Adesso il parco è tornato ad accogliere i visitatori, tuttavia è naturale porsi la domanda: ma conviene andare al parco in questo periodo ? La questione ha sicuramente una certa componente di soggettività, tuttavia ci sono una lunga serie di dati oggettivi che vanno citati per avere un quadro chiaro della situazione.

Incontri con i personaggi ed intrattenimento

Probabilmente si tratta del più grande punto di forza di Disneyland Paris: la possibilità di incontrare una moltitudine di personaggi Disney, Pixar, Marvel e Lucasfilm (in quantità variabile a seconda della stagione dell’anno). In questo periodo i personaggi restano, sarà possibile vederli, ma niente abbracci ed in generale si manterrà una certa distanza. Si potranno fare solo dei selfie indossando sempre la mascherina. Al momento non è consentito levarla per la foto. Una limitazione assai stringente con la quale fare i conti. Molti visitano il parco esclusivamente per incontrare i personaggi. A tal proposito vale la pena di citare il padiglione delle principesse Disney, dove in passato si potevano incontrare le principesse e fare delle foto con loro, scattate da fotografi professionisti. Discorso identico per l’incontro con Topolino o Dart Fener. Adesso soltanto selfie. Vedere le principesse è comunque possibile. Aurora ogni tanto saluta gli ospiti insieme al suo principe azzurro dal balcone del castello, Biancaneve sosta vicino al pozzo ai piedi del castello. È possibile farsi una foto con Belle o Cenerentola presso il parco Walt Disney Studios all’interno dell’Animagique theater.

Sul fronte spettacoli ci sono altre note dolenti. Lo spettacolare show serale di chiusura Disney Illuminations che andava in scena sul castello della Bella Addormentata e che da solo vale il prezzo del biglietto d’ingresso non viene più fatto, in quanto motivo di enormi assembramenti. Stessa identica sorte per la parata, appuntamento immancabile, ma in questo periodo inevitabilmente annullata. Per il medesimo motivo presso il parco Walt Disney Studios il bellissimo show Topolino ed il Mago e Frozen: a musical invitation sono stati anch’essi annullati fino a data da destinarsi. Nel caso di Frozen sarà comunque possibile incontrare per un selfie Elsa, Anna, Kristoff e la renna Sven.

Dunque sul fronte spettacoli, l’offerta a Disneyland Paris è stata praticamente azzerata, e non si prevede un ritorno degli stessi a breve, ma in questo quadro tutt’altro che confortante c’è una piacevole eccezione. Il periodo estivo sarebbe dovuto essere quello del festival del Re Leone e della Giungla. Ad estate inoltrata, non prima di metà Agosto torneranno due spettacoli che lo scorso anno hanno riscosso un successo straordinario: The Lion King: Rhythms of the Pride Lands al Frontierland theater e Jungle Book Live, quest’ultimo in una location nuova, ancora non nota. Purtroppo questo è il periodo dell’incertezza ed una data precisa ancora non c’è.

Le attrazioni

Per quanto riguarda le attrazioni aperte a Disneyland Paris la situazione è decisamente migliore poiché queste sono tutte operative a meno di due grossi interventi straordinari già programmati, ovvero Buzz Lightyear nel Disneyland Park e Studio Tram Tour nel parco Walt Disney Studios. Non solo, va registrato anche un celebre ritorno: dopo 20 mesi di chiusura è tornata operativa Disneyland Railroad. Considerato che a ruota tutte le attrazioni chiudono per manutenzione annuale, questa estate è un periodo molto favorevole da questo punto di vista. Vale la pena di ricordare comunque che in questo momento il parco Walt Disney Studios è un cantiere aperto. Mezzo parco è chiuso (l’ex attrazione Armageddon, un ristorante a buffet e Rock’n Roller Coaster) per i lavori di costruzione della nuova area Avengers Campus.

Le precauzioni per ridurre al minimo il rischio di contagio

Da questo punto di vista Disneyland Paris ha profuso uno sforzo enorme. È stata adotta una strategia semplice ed efficace. Per ciò che riguarda gli ospiti, la prenotazione online è obbligatoria, così come indossare la mascherina per l’intera durata della visita. Il parco invece ha provveduto ad installare 2.000 punti per l’igienizzazione delle mani e ad apporre per terra un’infinità di indicazioni su dov’è vietato sostare nelle code al fine di mantenere la giusta distanza dalle persone davanti. Inoltre, in tutte le file sono state installate delle barriere fisiche in plexiglass per garantire un adeguato isolamento tra gli ospiti. Per quanto il parco abbia provveduto a verniciare ogni cosa con dei colori a tema, inutile negare che tutto ciò è brutto a vedersi e fa scendere significativamente l’atmosfera magica dei parchi.

Questo è tutto ciò che occorre sapere per poter trarre delle proprie conclusioni. Il consiglio di chi scrive è il seguente: se è la prima volta che andate al parco sarebbe opportuno rinviare la visita per tutti i motivi visti, ma per chi conosce il parco, quindi ha già incontrato i personaggi in passato e conosce gli spettacoli questo è un periodo per visitare il parco a dir poco ideale, in quanto l’affluenza è ai minimi storici. Per chi vuole passare la giornata esclusivamente tra le meravigliose attrazioni allora la visita sarà fantastica. Nonostante la maggior parte di queste funzionino a capacità ridotta i tempi d’attesa medi attualmente non superano i dieci minuti. Lo scorso anno, nel medesimo periodo le code sarebbero state di un’ora minimo sulle attrazioni principali.

Consigliamo il puzzle da 1000 pezzi Disney Panorama Collection – Frozen 2



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 20 Luglio 2020 — 15:21
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet