Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Elden Ring sarà svelato a TGA 2019 e uscirà a breve, secondo nuovi rumor


Dicembre è solitamente un periodo calmo per il mondo dei videogiochi: le grandi produzioni arrivano a novembre, oppure attendono gennaio per farsi spazio sugli scaffali dei negozi. Dicembre, però, è comunque un periodo speciale perché vanno in onda i The Game Awards di Geoff Keighley. Per quanto pensati principalmente per premiare i videogame, i TGA sono l’occasione perfetta per presentare titoli più o meno nuovi, come Elden Ring.

Dopo l’annuncio dell’E3 2019, non abbiamo più scoperto alcuna informazione riguardo a Elden Ring, il nuovo gioco di Hidetaka Miyazaki e FromSoftware. IGN Middle East, però, ha recentemente sfruttato Instagram per rivelare che l’opera sarà svelata proprio ai TGA. Non è tutto, però, perché pare anche che la data di uscita è fissata per l’inizio 2020 (probabilmente entro marzo).

Elden Ring

La presentazione di un gameplay sul palco di Geoff Keighley è credibile, ma un rilascio a così breve termine sembra meno probabile, anche se bisogna ammettere che FromSoftware e Miyazaki ci hanno abituati a ricevere molti giochi in poco tempo. Ricordiamoci che in una sola generazione Miyazaki ha realizzato Bloodborne, Dark Souls 3, Sekiro Shadows Die Twice ed è ora al lavoro su Elden Ring. Inoltre, FromSoftware ha stato rilasciato anche Dark Souls 2 Scholar of the First Sin che, per quanto sia una remaster, propone vari nuovi contenuti e ribilanciamenti (che hanno richiesto tempo e persone per essere realizzati). Inoltre, nel mezzo dobbiamo anche infilare Déracine, la piccola avventura VR.

In una sola generazione lo studio ha realizzato giochi legati 4 IP diverse, di cui tre inedite. Presupponendo che Elden Ring fosse in sviluppo in contemporanea con Sekiro, esiste la remota possibilità che sia pronto già per l’inizio 2020.

I rumor però non si interrompono. Lo scorso mese un leaker ha rilasciato dettagli interessanti sul gameplay. Pare che, similarmente a quanto già detto da Miyazaki, il sistema di combattimento è stato creato sulla base di quello dei Souls. I boss concedono poteri al personaggio che sono integrati alle combo al pari del braccio prostetico di Sekiro, con la sola differenza che funzioneranno con tutte le armi.

Alcuni poteri, inoltre, permetteranno di accedere a nuova aree del mondo open world, in uno stile da metroidvania, o da Zelda-like se preferite. Ci sarà una barra “FP” che si lega a una meccanica di “incenerimento”; in pratica, usando i poteri del personaggio il braccio inizierà a diventare di cenere e, se è troppo bruciato, potrà essere tagliato dai nemici.

Se siamo senza braccio, possiamo usarne uno meccanico o uno ottenuto dai nemici. Questi ultimi sono più forti, ma non possono sempre essere usati in quanto molti sono marci o già inceneriti; le braccia non utilizzabili sono però degli oggetti da offrire a delle sottospecie di “patti”, elemento già noto ai fan di Dark Souls.

Sono informazioni molto interessanti, ma non sono da considerarsi in alcun modo ufficiali. Potremo scoprire se è tutto vero fra un paio di settimane. Diteci, cosa ne pensate?

Potete acquistare Dark Sousl Trilogy su Amazon.



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 28 Novembre 2019 — 14:32
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet