Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Facebook Messenger: vendute le chat private di oltre 81mila utenti


Sembra un incubo quello che sta vivendo Facebook ed il suo CEO, Mark Zuckerberg, che non riesce più ad arginare alcune importanti problematiche del proprio Social Network. Parliamo della violazione di oltre 120 milioni di account che alcuni hacker hanno colpito e a cui addirittura hanno rubato chat di Messenger per oltre 81 mila utenti riuscendo a metterli in vendita sul Dark Web.

Secondo il servizio russo della BBC, gli hacker avrebbero colpito molti degli utenti dei paesi come l’Ucraina e la Russia i cui segreti sono stati compromessi. Alcune informazioni però indicano che anche in Regno Unito, Stati Uniti e Brasile alcuni siano stati messi sotto investigazione per aver subito degli hackeraggi. I malintenzionati hanno offerto l’accesso per 10 centesimi ad account e la violazione sembra risalire a settembre, quando un post di un utente soprannominato FBSaler apparve su un forum in inglese. “Vendiamo informazioni personali degli utenti di Facebook, il nostro database include 120 milioni di account”, questo il testo del messaggio prima che venisse completamente oscurato.

La società di sicurezza informatica Digital Shadows che ha esaminato le indicazioni offerte dalla BBC non ha potuto che confermare come per gli oltre 81.000 profili mostrati erano presenti messaggi privati, tra cui fotografie di recenti vacanze, una conversazioni su un recente concerto ma anche ulteriori conversazioni strettamente personali.

Secondo gli esperti la possibilità da parte degli hacker di intrufolarsi nelle chat di Messenger è data dalla presenza delle estensioni di terze parti presenti nei vari browser web utilizzati dagli ignari utenti. Proprio queste messe in azione dagli hacker permettono di monitorare, senza essere visti, dettagli personali ma anche le conversazioni private che poi possono essere rivendute sul Dark Web senza ritegno alcuno.

Insomma una nuova tegola sula testa di Mark Zuckerberg e dei suoi ingegneri che hanno avuto un anno decisamente difficile proprio da un punto di vista della sicurezza dei dati. Speriamo che si sia riusciti a colmare il gap per difendere completamente gli utenti che in qualche modo non si sentono più sicuri come prima nell’uso di questi Social Network.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 6 Novembre 2018 — 13:26
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet