Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Five Nights at Freddy’s VR: Help Wanted | Recensione


Five Nights at Freddy’s VR: Help Wanted, un lunghissimo titolo per uno dei giochi più attesi dell’anno su Oculus Quest e, lo possiamo dire fin da subito, uno dei migliori, se non il miglior gioco horror disponibile per realtà virtuale. Abbiamo avuto accesso a questo gioco alcuni giorni prima del lancio ufficiale, ma non siamo stati in grado di pubblicare questa recensione il giorno del lancio. Non per questioni di tempo, ma perché non è stato per niente semplice accumulare abbastanza ore di gioco per farci un’idea concreta delle potenzialità di questo titolo. Sembra qualcosa di negativo, ma non è così. L’esperienza di gioco è talmente terrificante che spesso abbiamo desistito dopo soli pochi minuti, per rimandare al giorno dopo. Terrificante forse non è la parola più corretta, poiché non si tratta di un gioco horror in stile classico, ma l’ansia che crea è tale da mettere a dura prova i nervi di chi indossa il visore Oculus. Considerando che è proprio questo lo scopo del gioco, l’obiettivo è centrato perfettamente.

Per chi non conoscesse Five Nights at Freddy’s, il concetto è semplice. Vi ritroverete in una stanza da cui avrete accesso a diverse videocamere e controlli di sicurezza, come luci, porte blindate, etc. L’edificio in cui vi troverete è abitato da adorabili e allo stesso tempo inquietanti pupazzi (animatronic), che hanno un solo obiettivo: uccidervi. Il vostro scopo sarà scoprire quali pupazzi si stanno muovendo, utilizzando le videocamere, e bloccarne la strada per evitare che arrivino fino a voi. Ovviamente il compito non sarà banale, perché avrete poteri limitati sulle strutture che impediranno il loro cammino ed energia limitata che si consumerà ogni volta che, ad esempio, accenderete una luce o chiuderete una porta. Dovrete quindi effettuare scelte tempestive e ragionate per dosare le vostre risorse e sopravvivere alla nottata – a cinque notti.

Questo gioco indipendente non è una novità, esiste da anni e in diversi capitoli, ed è stato uno dei titoli probabilmente più giocati su YouTube. Dopotutto è sempre divertente vedere qualcun altro vivere momenti di tensione che, su YouTube, si trasformano in perfetto intrattenimento. Tuttavia il passaggio dallo schermo piatto, dove lo spostamento della testa (dello sguardo) è comandato dal mouse, al motion tracking 3D di un visore VR, trasforma letteralmente l’esperienza di gioco. E su Quest l’esperienza è ancora più coinvolgente rispetto a PS VR e PC, su cui era già disponibile, grazie alla totale assenza di cavi e la possibilità di muoversi nell’ambiente.

Se con il PC il gameplay era un continuo movimento a destra e sinistra per tenere sotto controllo le aree da cui poteva arrivare i pupazzi assassini, con il VR è un continuo muovere la testa, con l’onnipresente sensazione di essere assaltati al prossimo movimento. Girerete la testa, ma il vostro cervello continuerà a dirvi di non farlo, vi ritroverete con le braccia chiuse sul petto in posizione protettiva e le palpebre pronte a chiudersi. Vivrete una continua sensazione di ansia e disagio, il vostro battito cardiaco sarà accelerato e vi chiederete per quale motivo vi state torturando in quel modo. Poi si farà mattina e finalmente tirerete un sospiro di sollievo, distenderete le braccia e vi renderete conto di aver passato gli ultimi minuti in completa tensione, con i muscoli rigidi e una goccia di sudore sulla fronte. Obiettivo centrato.

La grafica è piacevole, seppur non perfetta, ma totalmente godibile. Non esiste motion sickness, considerando che vi troverete tendenzialmente in una situazione statica di cui sarete voi a decidere i movimenti. La giocabilità è praticamente infinita e il divertimento è assicurato.

Verdetto

Five Nights at Freddy’s VR: Help Wanted è il miglior titolo horror disponibile su Oculus Quest, in grado di creare una forte sensazione di ansia e tensione in coloro che lo giocheranno. È totalmente confortevole, in termini di visione virtuale, ma non è un titolo per tutti. Se vi piacciono le sensazioni forti, acquistatelo ad occhi chiusi. Se l’ansia vi crea malessere, statene alla larga.



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 24 Luglio 2020 — 13:51
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet