Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Formula 1 a zero emissoni di carbonio entro il 2030


Zero emissioni di carbonio per la Formula 1 entro il 2030. Liberty Media, la societ detentrice della Formula 1, lo ha appena annunciato: il piano frutto di 12 mesi di intenso lavoro con FIA, esperti di sostenibilit, team di Formula 1 e partner commerciali, e ha come fine un motorsport che sia pi sostenibile. Un piano certo molto ambizioso, ma a detta della societ statunitense possibile.


L’iniziativa riguarder le vetture di Formula 1, le attivit in pista e il resto delle operazioni sportive. Il progetto parte sin da subito con l’obiettivo di confermare il ruolo della Formula 1 come avanguardia delle tecnologie di mobilit, che non possono pi trascurare i problemi di sostenibilit ambientale.


Non si tratta di un’iniziativa che riguarda solamente quanto a corredo delle vetture di Formula 1, ma che incentrata soprattutto su queste ultime. Se recentemente la Formula 1 ha varato un grosso piano per migliorare l’aerodinamica delle auto di Formula 1 a partire dal 2021, favorendo l’effetto suolo e riducendo le turbolenze in scia, il piano annunciato oggi, a pi lunga scadenza, riguarda proprio i propulsori. L’obiettivo modificare le attuali power unit 1.6 turbo ibride valide fino al 2024 fino a ottenere propulsori termici ecologici.


Formula 1 2021


Ovvero, si punta a eliminare le emissioni di carbonio dall’attuale motore a combustione interna (ICE). L’unit ibrida gi introdotta da qualche stagione svolger un ruolo chiave nel futuro dell’industria automobilistica. “L’attuale propulsore ibrido, il pi potente al mondo in rapporto alla quantit di carburante consumata, in combinazione ad avanzati carburanti sostenibili e sistemi di recupero dell’energia, rappresenta una grossa opportunit di fornire un propulsore ibrido a zero emissioni di carbonio” si legge nel comunicato stampa diramato dalla Formula 1. “Con oltre 1 miliardo di 1,1 miliardi di veicoli nel mondo alimentati da ICE, questa tecnologia ha il potenziale per ridurre le emissioni di carbonio a livello globale”.


Non chiaro se si stia prospettando un’unit di propulsione ad alimentazione prevalentemente elettrica o attraverso altre risorse generate da fonti di energia rinnovabili, come potrebbe essere l’idrogeno.


Quel che certo che gi in passato la Formula 1 ha fornito all’industria automobilistica alcune delle tecnologie su cui oggi poggia le sue fondamenta. Le innovazioni aerodinamiche, gli sviluppi della sicurezza, i sistemi di recupero energetico, gli strumenti di navigazione e i materiali compositi della F1 sono stati adottati nell’industria delle automobili stradali e per altri tipi di trasporti.




Il piano oggi annunciato riguarda tutti gli aspetti intorno alla competizione automobilistica, come la logistica e i trasporti delle parti, strutture e fabbriche al 100% rinnovabili. Ci si traduce nell’impiego in tutti i casi di materiali sostenibili con l’eliminazione della plastica monouso e il riutilizzo, il riciclaggio o il compostaggio di tutti i rifiuti. Inoltre, la F1 fornir incentivi e strumenti per offrire a tutti i fan un modo pi ecologico per raggiungere i luoghi dove si svolgono le gare, oltre a fornire opportunit a persone, aziende e cause locali per essere maggiormente coinvolte durante il weekend di gara di Formula 1. Questi ultimi traguardi hanno una scadenza pi stretta rispetto a tutto quanto inerente la power unit, ovvero il 2025.


Secondo ricostruzioni, l’inquinamento di logistica, i trasporti e il lavoro nelle fabbriche dei team, che nel 2018 ha inciso per il 45% sul totale dei costi della Formula 1, pari al 27,7% e al 19,3% delle 256.551 tonnellate di CO2 prodotte dalla F.1, mentre le attivit dei GP incidono solo per il 7,3% e le power unit per lo 0,7%.


Che sia questo il passo decisivo per decretare un futuro per la mobilit lontano dalla propulsione termica? Il piano sar esposto in dettaglio sul sito corporate della Formula 1.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 12 Novembre 2019 — 19:06
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet