Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

GeForce RTX 2080 Ti e 2080, i primi acquirenti segnalano problemi


Stando a quanto riportato da Digital Trends, sembra che un buon numero di acquirenti di GeForce RTX 2080 Ti stia lamentando malfunzionamenti di vario genere. Si parla di artefatti e instabilità subito dopo l’installazione, mentre altri segnalano comportamenti anomali (purtroppo ci sono anche schede che hanno smesso di funzionare) dopo pochi giorni, pur senza overclock o altri interventi sulla tensione operativa.

Sul forum statunitense di Nvidia sono diversi i topic in cui gli utenti segnalano problemi e quasi tutti hanno diverse pagine in cui gli acquirenti segnalano crash, schermate nere, blu, artefatti e addirittura schede che smettono di funzionare completamente. I problemi riguardano anche la RTX 2080, ma la maggioranza sembra interessare le RTX 2080 Ti. Anche su Reddit i thread non mancano (qui e qui per esempio).

“Cosa ancora peggiore, alcuni utenti che hanno ricevuto una scheda sostitutiva da Nvidia sono stati costretti a restituire anche quella, suggerendo che in alcuni casi, almeno, il problema che gli utenti hanno non viene risolto semplicemente dando loro una nuova scheda. Ciò potrebbe suggerire una sorta di difetto dell’architettura” scrive Digital Trends facendo quella che per il momento va presa come una mera ipotesi.

I problemi coinvolgono molte Founders Edition, ma anche soluzioni di terze parti di Gigabyte e Asus per fare un esempio. Quanto il problema sia davvero esteso non è dato saperlo al momento, dato che non è noto il numero di schede video vendute, ma comunque le “lamentele” hanno raggiunto un numero tale che un minimo di preoccupazione e di occhi puntati sulla situazione è giusto averli.

Ricordiamo che le nuove schede di Nvidia sono equipaggiate con GPU molto complesse e di grandi dimensioni, prodotte a 12 nanometri da TSMC. TU102, il core della RTX 2080 Ti, è un chip da 754 mm2 composto da 18,6 miliardi di transistor, mentre il TU104 sulla RTX 2080 è un chip da 545 mm2 e 13,6 miliardi di transistor. Da non dimenticare che le schede sono dotate anche di memoria GDDR6, una novità per il settore.

Ci rivolgiamo quindi ai primi acquirenti italiani di GeForce RTX 2080/2080 Ti: avete riscontrato strane anomalie? La scheda vi ha dato problemi? Fatecelo sapere nei commenti!


[ad_2]
Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 30 ottobre 2018 — 9:59
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet