Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Google prepara la propria risposta a Microsoft Teams e Slack


Sono numerose le piattaforme di comunicazione a disposizione delle aziende, ma quelle più integrate con le soluzioni di produttività sono quelle che ottengono il maggior successo e tengono le aziende maggiormente legate alla piattaforma stessa. È per questa ragione che Google sta sviluppando un’applicazione di messaggistica per competere con Slack e Microsoft Teams.

Google G Suite avrà presto anche un’app di messaggistica

Il grande successo di Slack e Microsoft Teams, rispettivamente con 10 e 13 milioni di utenti attivi quotidianamente, sta spingendo anche Google a riconsiderare la propria strategia in questo segmento di mercato. L’azienda aveva annunciato la chiusura di Hangouts e lo spostamento degli utenti aziendali su Hangouts Meet e Hangouts Chat, ma questa soluzione lascia in realtà gli utenti senza un punto di riferimento unico e divisi tra più prodotti. Una confusione che non riesce a ribattere efficacemente alla concorrenza.

Un altro elemento di differenza tra la suite Google e quella Microsoft è l’integrazione di Teams in Office 365: grazie a questa Microsoft è riuscita a conquistare il primato nel mercato, poiché prodotti più strettamente integrati consentono di raggiungere una maggiore produttività, oltre a essere più facili da sfruttare. Per questa integrazione Microsoft aveva subito critiche pesanti da Slack, che l’aveva accusata di giocare in maniera scorretta.

Eppure l’integrazione con le applicazioni che si utilizzano per la produttività – client email, calendari, cloud storage, suite office – può davvero fare la differenza. Google ha già a sua disposizione una delle suite di prodotti tra le più utilizzate al mondo che integra a Gmail, Google Drive, Google Documenti e così via; l’ultimo tassello, un unico client di messaggistica unificato e integrato con le altre applicazioni, sarebbe in fase di sviluppo e già in uso internamente all’azienda, come riportato da CloudPro.

Non è noto quando Google vorrà rendere questo nuovo servizio pubblico, ma è possibile che ciò avvenga in corrispondenza o poco dopo la sospensione di Hangouts.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 4 Febbraio 2020 — 19:00
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet