Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Governo USA vs Huawei: l’escalation non sembra aver fine


Continua a restare alta la tensione commerciale tra l’amministrazione USA e Huawei. I più recenti report in materia evidenziano la volontà del dipartimento del commercio nord americano di rendere più difficile, per le aziende USA; la vendita di propri prodotti a Huawei ma che questa mossa sia stata per il momento bloccata dal dipartimento della difesa.

Al momento attuale prodotti di aziende americane che siano stato sviluppati con componenti e lavoro provenienti almeno per il 75% non dagli Stati Uniti possono venir liberamente venduti a Huawei da parte di aziende americane, senza la necessità di ricevere una speciale licenza commerciale.

Questo vuol dire che se un bene contiene, secondo il dipartimento del commercio, più del 25% di proprie parti provenienti da materie prime e lavoro riconducibili direttamente agli USA non può essere liberamente venduto da Huawei ma necessita di un intervento specifico.

Il dipartimento del commercio vorrebbe rendere ancora più stringenti queste condizioni, passando dall’attuale 25% al futuro 10%. Questo implicherebbe che un prodotto o tecnologia non sviluppati con meno del 10% di contributo diretto proveniente dagli Stati Uniti non potrebbe venir venduto a Huawei in assenza di una specifica licenza.

Al momento attuale tale decisione, rimarcata dal segretario al commercio Wilbur Ross, sarebbe stata frenata dal dipartimento della difesa. Ci sono anche notevoli pressioni interne da parte di aziende americane, che hanno in Huawei uno dei più importanti clienti e che registrerebbero un danno economico non di poco conto qualora non potessero più vendere all’azienda cinese i propri prodotti.

I governi USA e cinese hanno da poco siglato un accordo di commercio, che rappresenta la prima fase nel lavoro di definizione di una politica commerciale tra le due aziende. In questo primo accordo non è stata fatta menzione di Huawei e stando alle indiscrezioni attuali non sembra proprio che la seconda fase contempli anche questo punto. Non resta ora che vedere quali saranno le prossime mosse: qualcosa dal governo cinese si attende, quantomeno a protezione di quella che è la principale azienda tecnologia in Cina.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 27 Gennaio 2020 — 8:49
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet