Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Gruppi WhatsApp meno caotici con il prossimo aggiornamento: anticipazioni beta 2.18.335


Le beta WhatsApp hanno il grandissimo merito di darci sempre delle anticipazioni molto interessanti per quanto riguarda gli aggiornamenti che in futuro toccheremo con mano attraverso la stessa app. E così, se in questi giorni ci siamo soffermati soprattutto sulla questione stickers, come avrete percepito anche dal nostro recentissimo articolo con alcune utili istruzioni per tutti sull’argomento, oggi 1 novembre occorre analizzare sfaccettature diverse sulla nota app di messaggistica.

Come accennato, tutto nasce da una beta, precisamente la nuovissima 2.18.335, con cui abbiamo avuto delle anteprime su come cambieranno a breve i gruppi. L’obiettivo degli sviluppatori è quello di renderli sempre meno caotici, probabilmente alla luce di alcune lamentele da parte del pubblico. Ecco perché a stretto giro sarà possibile rispondere in modo più semplice e soprattutto pratico ad uno specifico messaggio in privato, secondo quanto riportato da WABetaInfo.

Cosa vuol dire questo? In pratica WhatsApp ci consentirà all’interno di una chat di gruppo di evidenziare uno specifico messaggio e di selezionare la voce individuabile tramite il menù in alto a destra (quello dei tre pallini per intenderci) “rispondi privatamente“. In questo modo, avvierete una conversazione privata con il mittente, indipendentemente dal fatto che faccia parte o meno della vostra lista contatti. Attualmente è già possibile individuare la voce “messaggia“, ma se vi ho parlato di una funzione più pratica c’è un motivo ben preciso. Oltre ad essere più intuitiva, infatti, la voce in questione porta un’altra novità con sé.

Nel momento in cui andrete ad avviare una conversazione privata, seguendo le istruzioni precedenti andrete a citare automaticamente il messaggio originale al quale vi state riferendo. In questo modo avrete una conversazione più chiara con il vostro interlocutore, ma soprattutto non andrete ad intasare ulteriormente quei gruppi che solitamente prevedono già una grosse mole di messaggi.

Ti potrebbero interessare:





Fonte: http://www.optimaitalia.com/

Rate this post
Updated: 1 novembre 2018 — 12:06
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet