Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

I Mac con processori ARM forse in arrivo già dal prossimo anno


Apple ha già attraversato diversi cambi di architettura dei Mac nella storia e sembra che il prossimo possa avvenire già il prossimo anno. Ciò è quanto emerge dalle informazioni pubblicate da Bloomberg, che afferma che Apple potrebbe lanciare i primi Mac con processore ARM nel 2020.

Apple non è nuova ai cambi di architettura: l’azienda infatti era passata dai processori Motorola ai PowerPC (sviluppati in collaborazione con la stessa Motorola e con IBM), per poi decidere nel 2005 di adottare l’architettura x86 di Intel. Il prossimo cambio potrebbe avvenire nel 2020, poiché Apple vorrebbe allontanarsi da Intel per proporre Mac con processori con architettura ARM sviluppati da lei stessa.

I processori della serie A hanno dimostrato di saper competere con i processori x86 per molti carichi di lavoro, compreso il montaggio video, seppur con delle limitazioni alle prestazioni. Tali limitazioni sono però dovute principalmente alla necessità di ridurre i consumi (e le temperature) per inserire i processori in dispositivi come gli iPhone e gli iPad. In un computer, con un sistema di dissipazione attivo e batterie più capaci, è ipotizzabile che le prestazioni non siano troppo dissimili da processori di fascia media con architettura x86 su molti carichi di lavoro.

L’intenzione di Apple di passare ad ARM anche per i processori dei Mac è in qualche modo indicata anche dal processo di unificazione in corso tra iOS e macOS: se non da un punto di vista delle funzionalità e dell’interfaccia, almeno dal punto di vista delle applicazioni. Apple intende infatti unificare le applicazioni, così che ci sia un solo pacchetto eseguibile sia su macOS che su iOS – un fatto che sarebbe molto più conveniente se i sistemi operativi avessero la stessa architettura di processore sottostante. Questo piano dovrebbe concretizzarsi nel 2021, teoricamente un anno dopo il lancio dei primi Mac su base ARM, ma già dallo scorso anno è possibile effettuare porting da iOS a macOS.

Il problema principale in questa transizione sarà quello della fase intermedia, in cui dovranno convivere le macchine x86 con quelle ARM. Questo periodo sarà il più delicato, poiché Apple dovrà supportare gli sviluppatori nel portare le proprie applicazioni sulla nuova piattaforma nella maniera più semplice possibile.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 23 Febbraio 2019 — 13:45
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet