Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

I micro data center per fare edge computing dove serve


Nell’Internet of Things cresce il numero di dispositivi connessi e le reti richiedono larghezza di banda sempre maggiore e sono sempre più sensibili alla latenza: per questo si sta diffondendo l’adozione dell’edge computing, un modello che affianca ai tradizionali data center centrali infrastrutture di calcolo collocabilie alla periferia della rete, più vicine all’utente e in grado di erogare servizi e applicazioni con le prestazioni necessarie.

Allo scopo Schneider Electric ha rilasciato Micro Data Center Xpress di APC by Schneider Electric: soluzioni certificate, compatibili, sicure e gestibili per implementare una infrastruttura fisica ovunque, in modo semplice, rapido e conveniente.

In queste infrastrutture dominano le tecnologie convergenti e iperconvergenti: per i fornitori di infrastrutture fisiche per data center diventa essenziale siglare collaborazioni e alleanze con i fornitori di questo tipo di soluzioni. Apc by Schneider Electric lo ha fatto, ottenendo grazie a massicci investimenti la convalida delle proprie infrastrutture da parte di Cisco e Nutanix.

Con le soluzioni Micro Data Center Xpress è possibile aggiungere capacità ai data center ovunque e in qualunque momento in maniera semplice e conveniente, sia in sale informatiche sia in ambienti che siano sprovvisti di controllo del clima.

Queste soluzioni personalizzabili includono armadi fisici, Ups, rack PDU, componenti di raffreddamento, software di gestione, sistemi di monitoraggio ambientale e di sicurezza; sono interamente collaudate, assemblate e imballate in fabbrica da Apc by Schneider Electric e vengono quindi fornite al cliente pronte all’uso.

Le soluzioni di continuità operativa che sono integrate nei micro data center svolgono le stesse funzioni di quelle previste per le infrastrutture tradizionali. Un caso emblematico sono proprioo gli Ups per la protezione dell’alimentazione.

Conosci gli Ups leggendo la pagina dedicata di 01net

Sono tre i modelli di Micro Data Center Xpress.

Micro Data Center SX 42U: NetShelter SX da 42U con imballo antiurto 907 kg; protezione dell’alimentazione elettrica con 2 UPS da 5 kVA, 208 V, con NMC; completo di kit cavi di alimentazione e di sistema di monitoraggio ambientale e sicurezza con apparecchiature NetBotz 250 e accesso rack (125 kHZ).

Micro Data Center SX 24U: realizzato con Rack NetShelter SX 24U con imballo antiurto 567 kg; completo di kit cavi di alimentazione e di sistema di monitoraggio ambientale e sicurezza con apparecchiature NetBotz 250 e accesso rack (125 kHZ).

Micro Data Center FX 23U: realizzato con Rack NetShelter FX 23U con imballo antiurto; protezione dell’alimentazione con 2 Ups da 3 kVA, 120 V, con NMC; completo di kit cavi di alimentazione e di sistema di monitoraggio ambientale e sicurezza con apparecchiature NetBotz 250 e accesso rack (125 kHZ); raffreddamento attraverso la parte superiore del rack (Kooltronic).

Chi ha l’esigenza di ordinare questo tipo di soluzioni, modificarle, sfruttare architetture di riferimento convalidate o desideri configurare soluzioni personalizzate ha a disposizione anche un nuovo strumento, il Configuratore Local Edge di APC by Schneider Electric. Il tool è disponibile per tutti i rivenditori che si iscrivono al programma partner di canale APC, che si può scoprire sul sito web dedicato.





Fonte: https://www.01net.it/

Rate this post
Updated: 18 Aprile 2019 — 22:29
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet