Il nuovo supercomputer Fugaku di Fujitsu già all’opera per combattere il coronavirus


Tutta la potenza di calcolo disponibile viene attualmente impiegata per combattere il coronavirus e non fanno eccezione i nuovi supercomputer che stanno entrando in servizio. Fugaku, il nuovo supercomputer del’Istituto RIKEN in Giappone, è fra questi. Il supercomputer è realizzato da Fujitsu e attualmente è attivo per circa metà della sua capacità, con nuovi nodi che vengono aggiunti costantemente; la sua capacità di calcolo viene già sfruttata per la ricerca su COVID-19.

Fugaku, il nuovo supercomputer di Fujitsu, entra in servizio per combattere il coronavirus

Il supercomputer Fugaku

L’installazione del nuovo supercomputer ha avuto inizio nel dicembre 2019 e sta procedendo gradualmente verso il completamento, che avverrà secondo le stime entro la fine di marzo 2022 (ovvero il termine dell’anno fiscale 2021 di Fujitsu).

Il nuovo supercomputer ha fatto parlare di sé per due motivi: da un lato il fatto di essere il primo supercoputer exascale, ovvero in grado di esprimere un exaFLOP di potenza di calcolo (1018 operazioni al secondo, ovvero un miliardo di miliardi di operazioni al secondo), dall’altro perché dotato di processori ARM specificamente pensati per l’utilizzo in un contesto di calcolo ad alte prestazioni. In totale saranno presenti 158.976 processori, ciascuno con 48 core operanti a 2,2 GHz e con 32 GB di memoria RAM integrata al proprio interno. Come riporta Network World, la potenza di calcolo attualmente installata è pari a mezzo exaFLOP.

Rispetto a soluzioni basate su GPU, il supercomputer Fugaku ha consumi relativamente ridotti ed è il primo nella classifica Green500, che ordina i supercomputer per efficienza energetica.

Il governo giapponese ha già messo all’opera il supercomputer nella lotta contro il coronavirus SARS-CoV2: il progetto prevede di effettuare ricerche sulle caratteristiche del virus per individuare potenziali farmaci efficaci nella lotta al virus, nonché per identificare trattamenti più efficaci e per ottenere maggiori informazioni sul comportamento del virus stesso.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 3 Giugno 2020 — 18:51
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet