Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Il trojan RTM non accenna a frenare la sua corsa


RTM è un virus in grado di intercettare le transazioni bancarie per trafugare i dati degli account o per generare bonifici o dirottare quelli effettuati dai legittimi proprietari verso conti gestiti dai malfattori. Scoperto nel 2017 da Kaspersky Lab è nel 2018 che ha iniziato a diffondersi a macchia d’olio, compromettendo ben 130.000 sistemi lo scorso anno, un aumento enorme rispetto alle poco più di 2000 vittime dell’anno precedente. Secondo Kaspersky la corsa di RTM non accenna a diminuire e sono già 30.000 le nuove infezioni rilevate a partire dal primo gennaio. 

Al momento i sistemi contagiati si trovano principalmente in Russia ma secondo il produttore di antivirus non è da escludere una sua diffusione internazionale

Fino ad ora abbiamo assistito a casi nei quali le minacce informatiche sono state utilizzate con successo per la prima volta in Russia e poi sono diventate internazionali. Il trojan bancario RTM può facilmente diventare l’ennesimo esempio dello stesso ciclo di sviluppo. Per questo motivo invitiamo le aziende che potrebbero diventare dei potenziali bersagli di questo malware ad adottare misure preventive e ad assicurarsi che i loro prodotti di sicurezza rilevino e blocchino questa minaccia”, ha dichiarato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab.

Le misure di cui Morten parla sono abbastanza ovvie ma a giudicare dai danni che RTM sta facendo vale la pena ribadirle l’ennesima volta


* Educazione e formazione. RTM si diffonde tramite email di phishing molto mirate. Per questo motivo è fondamentale assicurarsi che tutti i dipendenti siano informati sui rischi rappresentati da link e allegati. In particolare quelli che lavorano nei reparti contabilità che, in questo particolare caso, sono i più bersagliati.  


* Aggiornare i sistemi.  



* Adottare una policy aziendale per l’installazione di software che neghi la possibilità di installare da fonti sconosciute. 






Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 23 Febbraio 2019 — 9:45
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet