Immuni, app finalmente disponibile su smartphone Apple e Google


AGGIORNAMENTO: in leggero ritardo sui tempi (si attendeva l’ok dal Garante della Privacy), ecco arrivare l’app Immuni su Apple App Store e Google Play Store. Se ricercandola non la vedete, solo questione di tempo: potete comunque provare a scaricarla direttamente dal sito ufficiale immuni.italia.it, dove potete anche trovare informazioni (FAQ) e tutta la documentazione necessaria. Scaricabile su tutti i telefoni, non sar per usabile da subito, la sperimentazione dovrebbe partire il 3 giugno in quattro regioni: Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria.

TESTO ORIGINALE

Immuni, l’app che consentir di tracciare i contagiati da COVID-19, sbarcher oggi pomeriggio sugli store di Apple e Google, scaricabile da tutti ma il sistema di allerta sar attivo solo in quelle regioni che hanno accettato di aderire alla sperimentazione: secondo La Stampasono quattro e rispondono ai nomi di Liguria, Marche, Abruzzo e Puglia.

Dopo la pubblicazione del codice sorgente e degli aggiornamenti da parte di Apple e Google per supportare le modalit di funzionamento delle app come Immuni, ecco un nuovo passo avanti in vista della distribuzione su tutto il territorio nazionale.


Clicca per ingrandire

Abbiamo gi spiegato in questo articolo con dovizia di dettagli come funzioner l’app, in che modo saranno gestiti i dati (che saranno cancellati alla fine della pandemia o comunque entro fine anno) e mostrato le varie schermate che la compongono. L’efficacia di Immuni dipender da quanti la installeranno sul proprio smartphone e attiveranno il Bluetooth (non il GPS, che non chiamato in causa) per il tracciamento dei contatti, in modo da circoscrivere pi facilmente possibili contagi ed evitare l’innescarsi di nuovi focolai.

Secondo un sondaggio commissionato da Public Affaris Advisors e realizzato da Emg, solo il 44% degli italiani sarebbe disposto a scaricare e usare Immuni. Come riporta ilCorriere delle Comunicazioni, “dalla rilevazione emerge che soltanto il 16% del campione si dice certo di voler installare l’applicazione, mentre un italiano sul 4, per l’esattezza il 24%, certo di non volerla installare”.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 1 Giugno 2020 — 22:00
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet