Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Iperautomazione, la nuova proposta per la cybersecurity


Ora che il lavoro in remoto sta diventando la nuova normalità serve una soluzione di sicurezza che consenta e alle organizzazioni di correggere e proteggere i dispositivi e di offrire al personale la possibilità di lavorare ovunque con un’esperienza fluida e quella soluzione è l’iperautomazione.

Lo sostiene Nayaki Nayyar, Executive Vice President e Chief Product Officer di Ivanti, azienda che automatizza le attività IT e di sicurezza con tecnologie di discovery, gestione, sicurezza e service management dal cloud all’ambiente perimetrale.

La più recente si chiama Neurons, una nuova piattaforma di iperautomazione per proteggere i dispositivi in modo automatico e autonomo, e di offrire agli utenti servizi in modalità self-service.

Neurons è stato ideato per rafforzare le capacità dei team IT con bot di automazione che rilevano e risolvono problemi e vulnerabilità di sicurezza, migliorando l’accuratezza, la velocità e i costi dei servizi erogati dal reparto IT.

Con questa versione Ivanti concretizza la sua visione di sfruttare l’iperautomazione per affrontare la rapida crescita e la complessità dei dispositivi, dei dati e della forza lavoro multigenerazionale, oltre ovviamente alle sempre più numerose minacce informatiche.

Aiutando le organizzazioni a progredire da un primo livello di automazione all’iperautomazione basata su capacità di deep learning Ivanti supporta un ambiente perimetrale autonomo con correzione automatica, offrendo agli utenti in remoto esperienze contestuali, predittive e personalizzate.

iperautomazione

La piattaforma di iperautomazione

Neurons for Edge Intelligence consente all’IT di interrogare tutti i dispositivi perimetrali tramite un linguaggio naturale e ottenere informazioni in tempo reale nell’intera azienda, in pochi secondi. Sfruttando un’architettura basata su sensori, offre consapevolezza operativa, inventory in tempo reale e configurazioni della protezione per l’intero ambiente edge.

Neurons for Healing offre bot di automazione che consentono di rilevare, diagnosticare e correggere automaticamente problemi di configurazione, prestazioni, compliance e sicurezza degli endpoint. L’automazione delle attività di routine apre la strada alla creazione di un ambiente con effettive capacità di autocorrezione, riducendo tempi e costi e migliorando l’esperienza dei dipendenti.

Neurons for Discovery offre informazioni accurate e immediatamente fruibili. Include sistemi di scansione attivi e passivi oltre a connettori di terze parti in modo da avere una completa visibilità in tempo reale: dati di inventario hardware e software normalizzati, informazioni sull’utilizzo dei software e dati immediatamente fruibili da inserire direttamente nei database di gestione delle configurazioni (CMDB) e degli asset (AMDB).

Neurons Workspace dà una vista a 360° su dispositivi, utenti, applicazioni e servizi con dati in tempo reale grazie ai quali gli analisti di prima linea possono risolvere problemi che in precedenza dovevano essere inoltrati ad altri specialisti. Le visualizzazioni degli utenti e dei dispositivi riducono la complessità, i tempi di attesa e i costi di escalation. Il tutto si traduce in risoluzione più rapida per gli utenti finali e maggiore produttività.





Fonte: https://www.01net.it/

Rate this post
Updated: 28 Luglio 2020 — 3:10
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet