Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

iPhone 9, produzione compromessa a causa di coronavirus?


Stando agli attuali piani di produzione (trapelati, non ufficiali), l’arrivo di iPhone 9 (noto anche come iPhone SE 2) previsto per il mese di febbraio. Il nuovo melafonino economico per deve affrontare un ostacolo prima del debutto commerciale: parliamo dell’epidemia di coronavirus partita dalla Cina che, secondo Mark Gurman di Bloomberg, potrebbe compromettere le rese produttive di Apple (e probabilmente non solo).



La stragrande maggioranza degli iPhone prodotta in Cina, nella fattispecie da Foxconn a Zhengzhou e da Pegatron vicino Shanghai. Si tratta di localit lontane pi di 500 chilometri rispetto a Wuhan, il luogo da cui partita l’epidemia, tuttavia secondo Gurman la distanza potrebbe non “rendere immune Apple dai suoi effetti”, ed cos anche secondo alcuni analisti informati sulle linee di produzione dell’azienda di Cupertino.

iPhone 9, produzione davvero a rischio per il virus in Cina?

Fra questi Patrick Moorhead, di Moor Insights & Strategy: “Non riesco a immaginare uno scenario dove la catena di fornitura non venga interrotta. Se c’ un grosso inconveniente nell’approvvigionamento delle materie prime, nella fabbricazione, nell’assemblaggio, nel test e nella spedizione, si verifica immancabilmente un’interruzione”. Tipicamente Apple lancia i propri flagship intorno al periodo di settembre, e questi dispositivi non dovrebbero essere coinvolti nei problemi, ma potrebbero essere “pi a rischio”, secondo Gurman, i nuovi dispositivi attesi al debutto per la prima met del 2020.

Secondo le indiscrezioni Apple avrebbe ordini aperti su fino a 65 milioni di smartphone gi in produzione e fino a 15 milioni di unit del nuovo modello di iPhone 9 / SE 2, con la produzione di massa di quest’ultimo smartphone che prevista nella terza settimana di febbraio. A margine di questa indiscrezione (trapelata per mezzo di Nikkei Asian Review), ci sono le notizie preoccupanti sull’epidemia di coronavirus in corso nella provincia di Henan, dove lo stabilimento di Zhengzhou di propriet di Foxconn collocato.

Se il coronavirus si espandesse in maniera preoccupante il governo potrebbe decidere di chiudere tutte le fabbriche in maniera preventiva, in modo da impedere una ulteriore contaminazione, e questo potrebbe fermare del tutto i lavori sul nuovo iPhone: “Foxconn sta monitorando la situazione in Cina e sta seguendo tutte le pratiche raccomandate in termini di salute”, ha dichiarato l’azienda a Bloomberg. “Possiamo confermare che abbiamo introdotto misure specifiche per assicurare di poter continuare a rispondere con efficacia a tutti gli obblighi di produzione globali”.

Apple richiede forniture di componenti a pi fonti proprio per evitare problemi di questo tipo e, stando alle notizie che si ricevono in questi istanti, appare ancora decisamente improbabile un impatto cos negativo sulle rese produttive dell’azienda. Riguardo al coronavirus, inoltre, Tim Cook ha gi dichiarato di voler compiere donazioni finanziarie a supporto dei gruppi che stanno affrontando l’epidemia in Cina.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 28 Gennaio 2020 — 19:11
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet