Jabra Elite 75t: soppressione del rumore personalizzabile per le ”anti-AirPods Pro”. La recensione


Il mercato delle cuffie negli ultimi tempi si sta sempre più popolando della presenza di dispositivi true wireless capaci di sopprimere il rumore ambientale e di permettere agli utenti di godere appieno della musica o di un contenuto multimediale senza distrazioni. I produttori cercano di catturare l’attenzione dei propri clienti con miglioramenti da un punto di vista tecnico ma anche estetico, visto che anche l’occhio vuole la sua parte.

Le cuffie true wireless Jabra Elite 65t sono state un degno rivale degli AirPods di prima generazione di Apple nonché un’alternativa per le persone in possesso di uno smartphone Android o le cui orecchie non hanno mai ”accettato” il design fisso delle cuffie di Cupertino. Jabra ha impiegato un po’ di tempo per fornire un aggiornamento delle Elite 65t ma è palese che usando e vedendo le nuove Elite 75t, il tempo impiegato viene facilmente ripagato sotto molti punti di vista. 

Le nuove Jabra sono cuffie versatili in possesso del modulo per la cancellazione del rumore passivo ma che nel corso delle nostre prove hanno rivelato una qualità tale da permettere un’ampia varietà di uso quotidiano. Posseggono una dettagliata qualità audio e garantiscono il loro utilizzo con una varietà di generi musicali ampia. Presente una delle più importanti peculiarità che le caratterizzano ossia la cancellazione del rumore (non attiva) che risulta buona e soprattutto personalizzabile oltre che ”intelligente” nella regolazione.  Sulla vestibilità, risultano comode e il loro microfono suona bene durante le conversazioni in chiamata sia per coloro che ricevono che per l’utente che le utilizza in prima persona. Batteria portentosa con la possibilità di realizzare molteplici ore di riproduzione e con la facilità di ricaricarle anche in mobilità grazie alla custodia perfettamente tascabile. 

Un prodotto che ci è piaciuto, lo anticipiamo, per la completezza ma anche e soprattutto per il prezzo che risulta di 179€, più basso di 100€ rispetto agli AirPods Pro di Apple che in qualche modo non sono altro che le rivali dirette per concezione e per qualità.  Jabra sa il fatto suo e migliora l’autonomia, la qualità del suono ma anche le funzionalità smart per un prodotto sicuramente da tenere presente nell’ampio mercato delle true wireless. 

DESIGN: più piccole e più belle 

Partiamo innanzitutto dal design che è la prima cosa che vediamo e di cui ci interessiamo. Le Jabra Elite 75h sono delle cuffie in ear true wireless ben progettate e ben costruite. Sono più piccole del 20% rispetto alle Elite 65t. In mano forse la differenza potrebbe quasi passare inosservata ma di fatto quello che cambia è l’uso quotidiano delle cuffie visto che una volta indossate sono comode e piccole pronte a garantire l’ascolto di audio senza fastidio per ore. A differenza delle Elite 65t, che a molti potevano dare fastidio proprio per le loro dimensioni, qui l’auricolare entrerà facilmente nel padiglione anche se stretto

Ogni auricolare presenta ancora un pulsante unico. Una pressione prolungata su quello sinistro permetterà di aumentare il volume mentre una pressione prolungata su quello destro diminuirà il volume. Un metodo un po’ anomalo e forse non troppo comodo che ci ha permesso di regolare bene il volume solo in alcune situazioni. Meglio farlo direttamente da telefono. I controlli di riproduzione sono però molto più intuitivi ed è possibile anche attivare l’assistente vocale preferito. 

A livello costruttivo sono di ottima fattura seppur realizzati in policarbonato ma di elevata qualità capace di renderlo piacevole al tatto. Stile forse non troppo originale ma forse Jabra decide di giocare anche sui colori. Due le tonalità a disposizione degli utenti: classiche Titanium ossia completamente nere nella parte interna e grigie scure in quella esterna. Oppure le Gold Beige del tutto chiare anche per un pubblico più femminile. 


 
 

A livello dimensionale, una volta indossate, non sporgono troppo dall’orecchio e soprattutto grazie alle loro misure risultano più piccole della maggior parte degli auricolari wireless. Sulla loro indossabilità e sul loro comfort possiamo dire che il risultato delle nostre prove non fa che premiare le Elite 75t sia nei confronti delle precedenti Elite 65t ma anche rispetto ad altri concorrenti. Il design più studiato per un maggior numero di padiglioni auricolari permette di avere meno pressione sull’orecchio e adattarsi meglio alle orecchie di più persone. Come le concorrenti in ear true wireless anche le Jabra Elite 75t tendono ad andare abbastanza in profondità nel condotto uditivo dando una normale sensazione di stantuffo. Nulla di fastidioso anzi tutto questo permette alle cuffie di rendersi meno fastidiose nel lungo utilizzo e grazie anche al software Jabra udire i rumori ambientali. Ma questo lo scopriremo successivamente. Anche qui troviamo tre diverse dimensioni del gommino in silicone che permetteranno di aiutare l’utente ad ottenere la misura più comoda e sicura. Come la maggior parte degli auricolari senza fili, anche le Jabra Elite 75t sono molto traspiranti non coprendo l’orecchio esterno che dunque non si riscalda mai indipendentemente dall’attività fisica svolta.  

Nonostante sia più piccola, la custodia di ricarica offre adesso fino a 20 ore aggiuntive di durata della batteria per un totale di 28 ore, il che risulta quanto mai impressionante se si considera che la custodia di ricarica delle vecchie Elite 65t permetteva solamente 10 ore di carica ed era anche più grande. Oltretutto da non sottovalutare la presenza di una porta USB-C per la ricarica veloce della custodia a differenza della porta microUSB delle Jabra Elite 65t ma anche di altre cuffie concorrenti. L’inclusione della porta USB-C garantisce un’ora di riproduzione con la ricarica di soli 15 minuti. Sempre osservando la custodia di ricarica è ora presente una chiusura magnetica a differenza di quanto fatto con la precedente generazione. Le cuffie sono trattenute da magneti all’interno della cover e non vi è pericolo della loro fuoriuscita involontaria. 

QUALITA’ del SUONO: personalizzare l’ascolto

Parliamo ora della loro qualità audio perché è bene che siano comode, bene che risultino confortevoli e bene che abbiano un’ottima autonomia ma di fatto quello è più importante è che si sentano bene. Vi anticipiamo che le Jabra Elite 75t suonano davvero molto forte. Posseggono bassi corposi e potenti che da cuffie così piccole forse nemmeno ci si aspetterebbe. Eppure le Jabra Elite 75t riescono a convogliare la musica in modo importante nel padiglione auricolare e il risultato finale è di una prestazione di impatto soprattutto per chi ama questo genere di impostazione. 

A livello tecnico le Jabra Elite 75t posseggono un profilo sonoro ben bilanciato che permette di adattarsi ad un’ampia varietà di generi. Nel complesso posseggono un audio abbastanza neutro e coloro che desiderano un suono ancora più ”esigente” non dovranno fare altro che agire sull’equalizzatore tramite l’applicazione Sound+ di Jabra per regolare a proprio piacimento il tutto. 

Come detto, sui bassi, le Jabra Elite 75t si esaltano. Sulla frequenza media invece lavorano in maniera più accurata. Rimangono ben bilanciate su tutta la gamma e le voci vengono percepite in cuffia bene anche con la musica. Buona è anche la precisione degli alti che segue sostanzialmente quello che gli audiofili vorrebbero ricevere su di un paio di cuffie di questo target di prezzo. Forse qualche carenza dei dettagli soprattutto in concomitanza di mix con i bassi ma di fatto il picco degli acuti rimane buono e nitido. 

Insomma come i loro predecessori sono limitati al supporto dei codec SBC e ACC ma di fatto il sonoro rimane caldo, nitido e dettagliato ancora di più rispetto a quanto Jabra aveva ottenuto in precedenza. I bassi ottengo un boost non indifferente che potrà comunque essere gestito direttamente dall’applicazione. Rispetto alle precedenti Elite 65t di certo posseggono un suono più gradevole e sfumato con una buona separazione dei vari strumenti musicali. 

Jabra Elite 75t non permettono la cancellazione del rumore attiva. Poco male perché le cuffie svolgono comunque un ottimo lavoro nel bloccare passivamente i suoni di sottofondo. Nella gamma dei bassi, dove di solito sono collocati i rumori dei motori degli aerei o degli autobus, isolano anche se non completamente ma permettono un buon ascolto anche in questo tipo di occasione. 

FUNZIONALITA’ e AUTONOMIA: ottima l’app Sound+

Sulle funzionalità della Jabra Elite 75t c’è un bel po’ da parlare. In questo caso la prima cosa da fare è quella di analizzare l’applicazione Sound+ che l’azienda ha appositamente creato per aiutare l’utente nella personalizzazione delle cuffie e dunque dell’ascolto musicale. Partiamo dallo scoprire che Jabra decide di porre alcuni specifici profili sonori denominati ”Momenti” che si differenziano non solo per l’attivazione o meno della cancellazione del rumore passiva ma anche per la diversa equalizzazione e funzionalità ulteriori. 

  • ”Il mio Momento”: che permette di personalizzare l’equalizzatore musicale a 5 bande quindi delle preimpostazioni che garantiscono diversi tipi di situazioni come il Parlato, Aumento dei bassi, Aumento degli Acuti ma anche Semplice o ancora Energizza. Una volta scelto la musica tenderà a caratterizzarsi in base appunto alla preimpostazione. Presente anche la funzionalità ”HearThrough” che altro non è la possibilità di tenere le cuffie sulle orecchie ma di non essere completamente isolati dall’esterno. Una volta attivata la modalità non si avrà la completa soppressione passiva del rumore anzi l’algoritmo permetterà di riprodurre i suoni ambientali catturati con il microfono. 
  • ”Pendolare”: che come dichiara il nome stesso garantisce un profilo durante i viaggi in metro, treno o aereo. Qui viene impostata la cancellazione del rumore passiva, annullata la funzionalità ”HearThrough” e si possono ancora scegliere le varie preimpostazioni. 
  • ”Focus”: è un particolare momento che l’utente può impostare per avviare suoni rilassanti da ascoltare in cuffia. Tanti i cosiddetti widget da poter scegliere come “Rumore Rosa”, “Ventola”, Cascata” ma anche “Rumore delle onde”, “Giornata piovosa”, “Cinguettio degli uccelli” e molti altri ancora. 

A livello funzionale molto comoda la possibilità di togliere uno dei due auricolari e automaticamente ottenere lo stop della riproduzione. Nel momento in cui poi entrambi gli auricolari saranno reinseriti nel padiglione il tutto riprenderà sempre in modo automatico. Diversi i comandi utilizzabili toccando i pulsanti delle cuffie: 

Auricolare destro:

  • Premere una volta: riprodurre / mettere in pausa la musica o rispondere / terminare una chiamata.

  • Premere due volte: attiva Siri, Google Assistant o Alexa o rifiuta una chiamata

  • Tenere premuto: volume su

Auricolare sinistro:

  • Premere una volta: abilitare o disabilitare la modalità HearThrough (o disattivare il microfono durante una chiamata)

  • Doppia pressione: traccia successiva (o abilita il sidetone – la possibilità di ascoltare la tua voce – durante una chiamata)

  • Tripla pressione: traccia precedente

  • Tenere premuto: volume giù

Utile nell’applicazione anche la funzione ”Find My Jabra” che permette di seguire su di una mappa la posizione delle cuffie o anche riprodurre un suono di alto volume per ritrovarle. 

Per quanto concerne le chiamate, Jabra, si mantiene ad un livello elevato. Da sempre lo è e con le Elite 75t conferma il tutto. In chiamata l’audio risulta eccellente sia per noi che ascoltiamo chi ci chiama sia per coloro che invece ci ascoltano. Un punto di forza per le cuffie che permettono di ottenere il voto più alto in questo campo. 

Sulla connessione siamo in presenza di cuffie che si collegano via Bluetooth. In tal caso parliamo della versione 5.0 ossia la più evoluta e che permette di avere sempre e comunque il controllo preciso della connessione con lo smartphone. Jabra garantisce agli utenti di connettere le cuffie simultaneamente a due dispositivi. Questo significa che sarà possibile connettere le cuffie al proprio notebook o PC per ascoltare la musica e allo stesso tempo anche allo smartphone nel caso si riceva una chiamata e si voglia appunto rispondere con le Jabra. 

Quello che rimane da considerare è l’autonomia. Nello specifico ecco che gli auricolari Jabra Elite 75t hanno permesso di ottenere risultati davvero importanti. Le dichiarazioni del produttore vengono confermate anche nella nostra prova perché effettivamente è possibile ascoltare continuamente per quasi 8 ore senza doverle ricaricare. Ma nel momento in cui queste si scarichino del tutto, basterà inserirle nella custodia e con soli 15 minuti si avrà già la carica per un’altra ora di utilizzo. La custodia permette di ricaricare almeno 4 volte le cuffie completamente e questo sostanzialmente ha equiparato la cosa a quasi 28 ore di autonomia complessiva. Insomma sarà difficile rimanere a secco con le Jabra Elite 75t. 

CONCLUSIONI

Jabra Elite 75t migliorano rispetto al passato e si posizionano ora al livello delle concorrenti. Sono cuffie fortemente tascabili, al passo con i tempi, belle da vedere e comode da utilizzare. La loro riduzione delle dimensioni rispetto alla precedente generazione è significativa e permette di utilizzarle sempre e con piacere per il comfort ma anche per le funzionalità e la durata della batteria, significativamente elevata rispetto al passato e ai concorrenti. 

Vero, non hanno la soppressione del rumore attiva ma Jabra, grazie alla sua esperienza, permette tramite software di agire per un ascolto preciso e personalizzabile. Comoda la possibilità di utilizzare il proprio assistente vocale preferito così come comoda anche la presenza di profili denominati ”Momenti” che propongono settaggi alle cuffie modificabili con un semplice tap. 

Da non dimenticare poi il prezzo: Jabra Elite 75t vengono vendute ad un prezzo di 179€ che equivalgono alle AirPods senza soppressione del rumore. Qui anche se passiva è presente e al momento assieme alle Huawei FreeBuds 3 sono senza dubbio le migliori cuffie true wireless presenti sul mercato. La strada intrapresa è quella giusta. Il brand riesce confezionare al meglio e con personalità una cuffia come la Elite 75t capace di farsi notare in quasi tutto. 


 
  



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 24 Gennaio 2020 — 16:21
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet