Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Kena Mobile rallenta la sua crescita e segue l’aumento dei prezzi di TIM


Nel corso della conference call con cui il Gruppo Telecom Italia ha presentato i risultati finanziari del primo trimestre 2019,  l’Amministratore Delegato Luigi Gubitosi ha fatto un veloce resoconto sulla situazione nel segmento mobile, che comprende anche l’operatore mobile virtuale Kena.

Non sono stati forniti dati precisi sul numero di utenti raggiunti nel primo trimestre 2019, ma dalle slide pubblicate da TIM è evidente che dopo la forte crescita registrata nel secondo semestre 2018, l’operatore mobile virtuale “no frills” si sta stabilizzando.

La causa di questo rallentamento è legata all’aumento dei prezzi delle proprie offerte, che seguono gli aumenti applicati da TIM da inizio anno. Come ammesso dallo stesso Gubitosi in conference call, in questo trimestre Kena Mobile “è stata utilizzata meno e i prezzi adesso sono più elevati anche per Kena e stiamo evitando quindi la cannibalizzazione dei nostri stessi clienti”.

Quindi Kena sta seguendo la stessa tendenza di aumento dei prezzi applicata da TIM, per evitare il rischio che offerte troppo convenienti possano portare ad una migrazione dalla stessa TIM all’operatore mobile virtuale di proprietà.

Il tutto è ancora più evidente consultano la slide che segue: TIM è stato il primo operatore mobile italiano a decidere di rialzare i prezzi delle proprie offerte, seguita a ruota dai concorrenti. Sempre nella stessa slide, è presentato l’andamento dei prezzi di Kena che, come per TIM, da gennaio in poi, ha visto un continuo aumento del costo mensile delle proprie offerte.

Si va dai 7,99 euro al mese di fine 2018 ai 12,99 euro per l’offerta attuale e aperta a tutti, mentre dai 5,99 euro al mese di fine 2018 a 8,99 euro per l’offerta attuale rivolta ai brand “low cost” (iliad e ho.).

Luigi Gubitosi è fiducioso sul futuro, nonostante il calo dell’11,4% dei ricavi su servizi (“in linea con il nostro principale concorrente” – Vodafone) e un ARPU che negli ultimi trimestri è risultato sempre in calo, prevede una stabilizzazione che comincerà nel secondo trimestre 2019 e un miglioramento nei prossimi trimestri.


Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti alle oltre 2.600 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche di nuove pubblicazioni in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook Twitter





Fonte: https://www.mvnonews.com/feed/

Rate this post
Updated: 21 Maggio 2019 — 17:18
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet