Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Laser a femtosecondi, nuovi sviluppi per modificare a livello nanoscopico le proprietà dei materiali


Dall’Universit di Rochester, NewYork, arriva un interessante studio che
mostra la possibilit di realizzare nuovi materiali adatti ad assorbire
lo spettro di luce solare
, anche in maniera selettiva, o fornire particolari finiture superficiali adatte ad essere utilizzate anche in ambito biomedico: la
ricerca in questione si intitola “Controllo dell’assorbimento spettrale di
metalli trattati con laser a femtosecondi e applicazione in dispositivi solari
termici”
ed stata condotta dal professore Chunlei Guo e finanziata
niente di meno che dalle associazioni Bill and Melinda Gates Foundation,
dall’Army Research Office e dalla National Science Foundation.


Varie prove sono state effettuate su differenti tipi di metalli, trattati con una nuova tecnologia
laser a femtosecondi
, evoluzione di quella gi usata ad esempio in campo medicale per interventi agli occhi o estetici, tecnologia affinata al punto tale da poter modificare a livello nanoscopico la superficie dei materiali.


Nella
ricerca si legge che l’utilizzo del laser volto a “modificare le propriet
ottiche, elettriche, meccaniche e tribologiche”
di un materiale, aprendo molte
possibilit per aumentarne i rendimenti nel caso di applicazioni energetiche che
sfruttano la luce del sole, come pannelli solari e fotovoltaici, ma anche in applicazioni
meccaniche
ottimizzando le superfici e di conseguenza le propriet di attrito o di resistenza ai liquidi.


Ad esempio lo studio ha identificato il tungsteno come materiale in
grado di fornire le migliori prestazioni di assorbimento della luce solare successivamente al trattamento.





Nel video proposto si mostra la differenza di assorbimento della luce solare tra un
campione di tungsteno naturale ed un campione trattato al laser, riscontrando, non
solo un miglior assorbimento di energia dalla luce solare, ma anche la possibilit
di selezionare precise porzioni dello spettro luminoso e riducendo anche la
dissipazione del calore.

“Per la prima volta un perfetto assorbitore solare metallico. Ci sar utile per
qualsiasi dispositivo di assorbimento o raccolta di energia solare”
ha
dichiarato il professor Chunlei Guo.

Una ricerca molto approfondita e particolarmente interessante anche dal punto di
vista commerciale, un traguardo che potrebbe rappresentare da qui a breve un passo
avanti nel poter sfruttare una delle fonti di energia pi potenti e pulite presenti
in natura quale il sole, ma anche pi semplicemente ottimizzare alcuni processi
produttivi in particolari campi di applicazione; per maggiori dettagli a riguardo vi
invitiamo a consultare l’articolo completo in lingua originale.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 6 Febbraio 2020 — 13:04
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet