Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Le nuove applicazioni di Cisco dedicate agli ambienti hybrid multicloud


Il cloud e le app sono al centro dell’infrastruttura tecnologica di ogni azienda, fatto che semplifica di molto l’operatività e dà una spinta importante alla produttività. Il rovescio della medaglia è un aumento della complessità dei sistemi, un peso che ricade sulle spalle del reparto IT e può avere un impatto sulle DevOps. 

Cisco ha sviluppato una serie di tecnologie per venire incontro alle esigenze di questi team, nell’ottica di semplificare il loro lavoro e garantire la piena visibilità sull’infrastruttura anche in complessi ambienti hybrid e multi cloud.

Le applicazioni sono ora un elemento critico di ogni azienda ma, allo stesso tempo, la gestione dell’infrastruttura IT per garantire un’ottima esperienza utente non è mai stata così complessa” – ha spiegato Liz Centoni, Senior Vice President e General Manager, Cloud, Compute e IoT di Cisco – “Queste nuove tecnologie forniscono una visibilità completa e una profonda comprensione di tutti gli aspetti dell’infrastruttura attraverso la lente dell’applicazione, semplificano la correzione in tempo reale e utilizzano algoritmi per identificare automaticamente e risolvere i problemi prima ancora che si verifichino”

Le nuove tecnologie Cisco per ambienti hybrid e multi cloud

AppDynamics Experience Journey Map è una nuova tecnologia che verrà introdotta in AppDynamics a partire dal secondo trimestre del 2020 e che garantirà visibilità sugli “user experience journey” relativi alle metriche aziendali e all’esperienza applicativa, offrendo informazioni correlate relative alle prestazioni di business, dell’esperienza utente e delle prestazioni delle applicazioni. 

Sono state introdotte nuove funzionalità per la gestione dei workload e l’ottimizzazione dei costi in Cisco Intersight Workload Optimizer, che ora permette di tenere sotto controllo costi, prestazioni e vincoli di conformità segnalando in tempo reale problemi relativi alle prestazioni o ai costi. Questa soluzione ha il vantaggio di non limitarsi a controllare le prestazioni dei container e delle VM, ed è in grado di analizzare problemi di prestazioni relativi all’hardware (storage, CPU, interfacce di rete). Anche questo sarà disponibile a partire dal secondo trimestre del 2020. 

Fra le novità spicca Cisco HyperFlex Application Platform, una piattaforma di container-as-a-Service mirata a semplificare la messa in atto e la gestione di Kubernets su ambienti cloud, edge o nel data center, consentendo il monitoraggio in tempo reale e l’ottimizzazione dell’intera applicazione allo stack di infrastrutture utilizzando AppDynamics ed Intersight. La Hyperflex Application Platform sarà disponibile sempre nel secondo trimestre dell’anno, ma in versione di anteprima. 

Poiché le organizzazioni continuano ad adottare rapidamente le moderne architetture applicative, i team IT sono messi a dura prova dalla maggiore complessità, scalabilità e velocità di questi ambienti” – ha dichiarato Bob Laliberte, Sr Analyst di ESG – “Questo porterà le organizzazioni ad adottare la tecnologia che collega le prestazioni delle applicazioni all’automazione delle infrastrutture, aumentando la produttività dell’IT, semplificando le operazioni per Kubernetes e contribuendo a rendere l’IT più rilevante ed essenziale per i team DevOps e per le linee di business“.




Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 31 Gennaio 2020 — 17:43
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet