Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Le soluzioni di Netgear per lo scontrino elettronico


Da luglio 2019 è partito l’obbligo di emettere gli scontrini elettronici, anche se inizialmente limitato solo alle aziende con un giro d’affare superiore ai 400.000 euro. A partire dal primo gennaio 2020 questo obbligo verrà esteso a tutti gli esercenti, indipendentemente dal loro fatturato. Questo significa che i negozianti dovranno acquistare un nuovo registratore di cassa, adeguare quello di cui sono già in possesso. 

Inevitabilmente, sarà necessario avere una connessione a Internet, indispensabile per far comunicare il registratore con i sistemi dell’Agenzia delle Entrate.

Il router LTE di Netgear pensato per chi deve emettere scontrini elettronici

Per venire incontro alle esigenze dei negozianti, Netgear propone una serie di router sia fissi sia mobile, pensati sia per chi già dispone di una connessione a Internet sul posto di lavoro sia per chi ne è sprovvisto. 

Il Nighthawk R7100LG LTE è il modello più evoluto, dotato di quattro porte gigabit ethernet e wi-fi ac sino a 1.900 mbps. Naturalmente queste velocità saranno ottenute solo sulla rete interna o appoggiandosi a una buona linea internet fissa, collegato in cascata a un modem. In assenza di connessione, è possibile inserire una SIM nello slot del router e sfruttare la connessione 4G/LTE, evitando così i costi di abbonamento e potendosi appoggiare alle tante offerte mobile, spesso più economiche delle tariffe ADSL. 

 

Netgear_1700

 

 

I dispositivi dedicati a chi emette scontrini elettronici in mobilità

Ideale per chi svolge la sua attività in negozio, o in ufficio, il R7100LG non è adatto per chi invece lavora in mobilità. Pensiamo per esempio a idraulici, elettricisti o anche venditori ambulanti. Per queste esigenze Netgear propone NightHawk M1 ed M2, due compatti router LTE portatili. 

Sono modelli eleganti, comodi da trasportare e soprattutto leggeri: pesano appena 240 grammi, così da non appesantire troppo il bagaglio e sono in grado di offrire una ragionevole autonomia grazie alla batteria da 5040 mAh. Entrambi offrono connettività wi-fi o via cavo (tramite la porta ethernet integrata) e sono dotati di slot per schede SD: M1 ed M2 svolgono anche la funzione di semplici NAS e permettono di condividere i dati presenti sulla scheda.

La differenza fra i due, al di là dei dettagli estetici, è da ricercare nella velocità massima di download da rete LTE: 1 Gbps per Nighthawk M1 e 2 Gbps per Nighthawk M2, sempre che la rete mobile lo permetta. 

Netgear_M2

Netgear LTE LB2120 è infine la soluzione più economica ed essenziale fra quelle proposte. Anche in questo caso abbiamo un modem LTE compatto ma non portatile (è privo di batteria). La velocità è limitata rispetto a M1 ed M2 e raggiunge un massimo di 150 Mbps, più che sufficienti per emettere scontrini elettronici, ma non per garantire connettività alla rete interna, per quanto piccola. 

NETGEAR LTE LB2120: backup della connessione su rete LTE

LTE LB2120 non offre connettività wi-fi, ma solo ethernet grazie alle due porte RJ-45. Basta connettere il registratore di casa, un PC o un router/switch e si è pronti ad andare online, anche se a velocità non da record. Questo apparato in ogni caso è pensato come dispositivo di backup della connessione: si collega al router collegato alla linea fissa tramite la porta WAN e nel caso venga a mancare la connettività, si attiva sfruttando le reti 4G.

NETGEAR LTE LB2120



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 22 Novembre 2019 — 21:00
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet