Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Le telecamere termiche possono ridurre il numero di morti dovuti a incidenti stradali


Le tecnologie di assistenza alla guida potrebbero presto diventare cruciali nell’ottica di prevenire gli incidenti e le morti sulla strada. Sistemi di questo tipo vengono incontro al conducente prendendo il controllo del mezzo in caso di disattenzioni o perdita di concentrazione. Sono progettati per evitare che il conducente si distragga perch fa troppo affidamento sulla tecnologia e, anzi, si rivelano efficaci nell’aiutarlo a guidare al meglio.


Ne ha parlato FLIR, l’azienda leader nel settore della produzione di telecamere termiche, componenti e sensori di imaging, al CES di Las Vegas. In particolare ha mostrato come le telecamere termiche, in abbinamento a sofisticati algoritmi di percezione, siano in grado di percepire gli ostacoli di notte, attraverso la nebbia, all’ombra e in condizioni di abbagliamento.




Le statistiche affermano che negli Stati Uniti il 75% delle morti dovute agli incidenti stradali capita di notte, quando le condizioni di visibilit sono sfavorevoli al conducente. I sistemi di assistenza alla guida possono venire in soccorso e prevenire i comportamenti dei pedoni, o percepire un ostacolo improvviso, in modo da evitare considerevolmente (fino al 100% secondo FLIR) le collisioni.


Al CES, FLIR ha annunciato una partnership con ANSYS, un’azienda che realizza software di simulazione che tengono conto della distribuzione della temperatura, dei movimenti dei fluidi e delle propriet elettromagnetiche. In particolare, ANSYS mette a disposizione un accurato simulatore di guida a cui viene integrato un sensore termico allo scopo modellare, testare e validare i progetti di telecamere termiche in un mondo virtuale molto realistico. Come in un videogioco, questo software impiega i sistemi di rilevamento degli ostacoli di FLIR e, attraverso algoritmi di percezione che tengono conto delle condizioni fisiche e delle propriet dei materiali, gestisce il comportamento del veicolo in termini di assistenza alla guida e frenata automatica di emergenza. Il software percepisce le intenzioni dei pedoni e prova ad anticipare ci che avverr, ad esempio nel caso in cui il pedone stia attraversando la strada.


FLIR


A Las Vegas FLIR ha annunciato di poter integrare la sua tecnologia attuale in soluzioni intelligenti per tutta la citt, con un cloud centrale che possa gestire i dati provenienti dai veicoli per creare delle automazioni al livello dell’intera citt. Le analisi basate sui dati cos raccolti contribuiscono a determinare una “consapevolezza della situazione” che in futuro permetter di gestire il comportamento dei veicoli in citt in maniera centralizzata.




Se i sistemi di assistenza alla guida del futuro sono cos determinanti per prevenire il numero di morti sulle strade perch non diventano obbligatori a livello di legge? Lavori in tal senso, in realt, sono gi in corso. Le istituzioni europee hanno infatti avviato un progetto che render le nuove tecnologie di sicurezza obbligatorie in tutti i veicoli commercializzati a partire dal 2022. Nei piani della Commissione Europea, le caratteristiche di sicurezza avanzate ridurranno il numero di incidenti, spianeranno la strada a una mobilit sempre pi connessa e automatizzata e aumenteranno l’innovazione e la competitivit dell’industria automobilistica europea.


La Commissione prevede che le misure proposte aiuteranno a salvare oltre 25 mila vite e ad evitare almeno 140 mila infortuni gravi entro il 2038. Ci contribuir all’obiettivo a lungo termine dell’UE di avvicinarsi a zero morti e lesioni gravi entro il 2050 (“Vision Zero”). L’aumento dei livelli di automazione offre un potenziale significativo per compensare gli errori umani e offre nuove soluzioni di mobilit per gli anziani e i disabili. L’Unione Europea vuole dunque utilizzare le nuove misure anche per rafforzare la fiducia del pubblico e l’accettazione della guida autonoma completa.


L’accordo politico raggiunto dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione sull’obbligatoriet dei sistemi di assistenza alla guida ora soggetto all’approvazione formale del Parlamento europeo e del Consiglio. Altri dettagli si trovano in questo documento.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 31 Gennaio 2020 — 19:45
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet