Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Lightroom migliora i dettagli delle foto con il machine learning


Lightroom

Adobe ha rilasciato gli aggiornamenti di febbraio per il suo intero ecosistema fotografico, a partire naturalmente da Lightroom. Gli update riguardano Camera Raw, Lightroom Classic CC e Lightroom CC per Mac, Windows, Android, ChromeOS e iOS.

Tutte le app sono state aggiornate per supportare nuove fotocamere e obiettivi: sono inoltre diverse le novità di questo aggiornamento multiplo. La principale è senz’altro la nuova funzione Migliora dettagli, potenziata dall’intelligenza artificiale di Sensei della casa. Sensei è il motore di intelligenza artificiale sviluppato da Adobe, che è alla base di molte funzionalità avanzate dell’azienda, per le immagini e il video.

L’intelligenza artificiale migliora le foto

Enhance Details, Migliora dettagli, sfrutta per l’appunto le potenzialità dell’apprendimento automatico e della fotografia computazionale. La nuova funzione è disponibile in Adobe Camera Raw, Lightroom Classic CC e Lightroom CC per Mac e Windows.

Questa nuova funzionalità adotta un approccio completamente nuovo alla demosaicizzazione delle foto raw. La demosaicizzazione è un processo integrante del processamento raw e funziona a livello di pixel. Il processo converte le informazioni acquisite da una fotocamera nella rappresentazione dell’immagine come ci aspettiamo di vederla.

LightroomIl nuovo algoritmo Enhance Details consente di aumentare la risoluzione delle foto Bayer e X-Trans fino al 30%. Migliora dettagli comunque funziona su qualsiasi file raw. A parte quelli convertiti in un file raw lineare, HDR o Panorama, smart proxy, DNG compressi lossy o DNG salvati con compatibilità 1.1. Per i file uniti in un Panorama, è comunque possibile applicare Migliora dettagli prima, sui file sorgenti, e poi effettuare il merge.

Applicare Enhance Details alle foto può migliorare notevolmente il rendering dei dettagli più minuti. Può inoltre migliorare la riproduzione di colori e risolvere i problemi che alcuni clienti hanno segnalato con le fotocamere Fujifilm basate su X-Trans.

Altre novità di Lightroom

In Lightroom CC per Mac e Windows, oltre a Migliora dettagli Adobe ha aggiunto anche gli strumenti HDR, Panorama e Unione panorama HDR.

HDR (High dynamic range) e panorami sono due tipi di foto che combinano più fotogrammi per creare immagini di grande impatto visivo. Lightroom CC può unire foto raw o non raw insieme in foto HDR e panoramiche. Quando si uniscono file raw, il DNG risultante mantiene tutti i vantaggi di un file raw.

È possibile catturare un panorama a mano o con un treppiede. Quando si scatta a mano libera, la  tecnologia di Lightroom aiuta ad allineare ogni foto e a correggere eventuali distorsioni. L’uso di un cavalletto può produrre chiaramente risultati di qualità ancora più elevata e offre una maggiore flessibilità per le inquadrature difficili.

Lightroom CC consente di unire, in un’unica foto HDR, foto multiple con bracketing dell’esposizione. Inoltre, permette di eseguire il merge di più foto con esposizione standard in una singola immagine panoramica. Infine, consente di unire più foto coerenti e con bracketing dell’esposizione per creare, con un singolo passaggio, un’immagine panoramica HDR.

Tra gli altri tool aggiunti con l’update c’è lo strumento regolazione mirata. Questo offre un controllo più preciso sul colore e sulla tonalità ed è disponibile in Curva di viraggio e Mixer colori.

LightroomGli indicatori di ritaglio consentono invece di vedere dove si verifica il ritaglio di valori di luce e ombra. Lightroom permette di visualizzare gli indicatori di ritaglio Luce e Ombra per verificare quali aree della foto, con le modifiche apportate, risulterebbero rispettivamente troppo chiare e troppo scure.

Lightroom CC per iOS

Aggiornamenti anche per le app mobile di Lightroom. Le release per Android e ChromeOS si focalizzano principalmente su bug fix, mentre su iOS c’è anche una nuova funzione.

Con l’update di Lightroom per iOS (versione 4.2) è infatti possibile condividere foto specifiche anziché un intero album. Quindi ora, invece di creare un album e condividerlo, l’utente può selezionare un certo numero di foto a piacere e condividerle sul web. Come ogni altra condivisione web, l’utente può controllare se le persone con cui condivide il link possono scaricare o vedere i metadati delle foto.

Inoltre, ora Lightroom consente di condividere facilmente le foto da app iOS di terze parti come Google Foto o Dropbox, mediante la condivisione di iOS. E Lightroom CC per Apple TV è ora fornito in bundle con l’app per iPhone.

In più, ci sono altri miglioramenti minori su tutte le app: maggiori informazioni sono disponibili sul sito Adobe, a questo link.





Fonte: https://www.01net.it/

Rate this post
Updated: 21 Febbraio 2019 — 9:40
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet