Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Lo chiamavano Red Dead: com’era veramente il vecchio West?


Con l’uscita di Red Dead Redemption 2 il mondo dei videogiochi è – ancora una volta – cambiato: un titolo a dir poco epocale, che assieme a capolavori come The Witcher 3 e Breath of the Wild, porta il genere open-world un ulteriore passo in avanti. L’incredibile perla di Rockstar ci catapulta in uno dei periodi più celebri della storia mondiale, il famoso “vecchio west”, dove coraggiosi sceriffi e criminali senza scrupoli si danno battaglia all’ultimo sangue.





Il periodo in cui RDR2 è ambientato risulta probabilmente uno di quelli più romanzati da hollywood prima, e dall’industria videoludica poi. Ci guardiamo bene dal giudicare un prodotto virtuale perché poco fedele alla realtà (non è proprio il motivo per cui ci piacciono in fondo?), ma abbiamo pensato comunque di “sfatare” o confermare alcuni miti sul selvaggio west, che per quanto stupendo possa essere nel titolo di Rockstar, non era proprio come viene dipinto al giorno d’oggi.

Ma il cappello se lo mettevano davvero?

Partiamo con qualcosa di facile da digerire: sì, nel selvaggio west il cappello si indossava praticamente sempre: leggero, comodo e utile in ogni situazione, veniva portato non solo dai famosi cowboys, ma praticamente da chiunque. Se però avete in mente l’iconico cappello dei mitici film di Sergio Leone, dovete rivedere le vostre certezze: tutto era in voga in quel periodo, tranne che il “classico” modello da cowboy.

A fare da padrona sul cappello dei pistoleri, dei mandriani e degli sceriffi era infatti la bombetta. Un copricapo molto elegante che potete vedere in praticamente ogni foto dell’epoca. Quello che oggi riconosciamo come iconico cappello del tempo era addirittura un po’ diverso, e sicuramente meno utilizzato.

Ma si mangiavano così tanti fagioli?

Sì, assolutamente. I fagioli sono una pianta originaria dell’America Centrale, importata in Europa solo in seguito. Un cibo assolutamente fondamentale nella dieta di un vero mandriano di frontiera, grazie alle sue importanti proprietà nutritive. Facili da trasportare, semplici da cucinare e molto gustosi, sono sicuramente tra i cibi che più associamo a quel periodo storico, grazie anche alle incredibili performance di Bud e Terence.

Ma si usava davvero il revolver?

La risposta in questo caso è “nì”, la classica rivoltella, arma fondamentale nell’equipaggiamento di un cowboy, veniva sì utilizzata, ma non quanto probabilmente credete. Un po’ come la katana giapponese, anche la fama della sei colpi è stata ingigantita dal cinema. Veniva preferita dai fuorilegge in quanto più facile da nascondere, ma era sicuramente meno affidabile di un’arma a canna lunga.

Pericolose da utilizzare, dalla scarsa precisione e facili al surriscaldamento, erano una buona soluzione per colpire qualcuno alle spalle. Sembra dura da digerire, ma ricordatevi la mitica frase di Per un pugno di dollari: “Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto”.

Ma almeno il duello al rintocco della campana si faceva?

Questa sarà un po’ dura da mandare giù: no, il leggendario duello con estrazione della pistola in contemporanea al rintocco della campana non era una cosa comune nel selvaggio west. In primis che ci crediate o no, anche se sei veramente un bravo pistolero la fiducia in te stesso per fronteggiare un avversario in un duello “classico” deve essere veramente tanta, in secundis come già spiegato le rivoltelle non erano proprio l’arma più affidabile del mondo.

Nonostante le sparatorie tra bande rivali fossero piuttosto comuni, la pratica del duello tra due pistoleri è più che altro un’invenzione, che però potrebbe aver preso spunto da almeno una sfida realmente avvenuta, quella tra Wild Bill Hickok e Davis Tutt, del tutto simile a quelle hollywoodiane.

Ma le rapine in banca avvenivano veramente?

Su questo punto possiamo dirci mediamente soddisfatti: nonostante le reali rapine alle banche come le immaginiamo (spettacolari e spericolate) siano avvenute veramente, sono anche veramente poche. Le più famose come quelle di Butch Cassidy sono state documentate, e sono così leggendarie proprio perché a dispetto di quanto si possa immaginare, un’impresa del genere non era particolarmente semplice da portare a termine.

Un bersaglio più prelibato per i delinquenti era invece il treno: anche se potrebbe sembrare più complesso, aveva il vantaggio di essere isolato, cosa che le banche nelle piccole cittadine dell’epoca non erano. Insomma, rapine spettacolari sì, ma tendenzialmente in posti più comodi di una banca accanto alla casa dello sceriffo.

Amanti del selvaggio west? Red Dead Redemption 2 è il capolavoro che vi proietterà dritti in quell’epoca.


[ad_2]
Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 30 ottobre 2018 — 14:19
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet