Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Maruimichi, l’artista giapponese che fonde cibo e surrealismo


Maruimichi non è un’artista di fama mondiale, né una personalità che a breve toccherà il nostro Paese con un’esposizione personale. Maruimichi è una di quegli artisti, illustratori, disegnatori che riempiono il web di bellezza. Con più di 13.600 follower, l’illustratrice giapponese condivide sul suo profilo Twitter le sue creazioni sempre nuove ma tutte dal gusto surrealista, che abbiano o meno a che fare col cibo.

In questa immagine un uovo si plasma attorno a una giovane donna, creandole una veste morbida e semi trasparente.

Illustration 2020

Naturalmente in Giappone, suo paese natale, è molto attiva e recentemente ha partecipato ad un catalogo collettivo appena pubblicato, chiamato Illustration 2020 che ha l’aria accattivante e pregiata.

L’artbook, a cui hanno partecipato 150 illustratori, è scritto in lingua giapponese, ma il linguaggio delle immagini è universale. Questo artbook è un appuntamento periodico e ancora una volta, non mancano le opere d’arte che traggono ispirazione dalla cultura pop nipponica e che illustrano come il mondo sta cambiando.

Si tratta di una sorta di capsula del tempo per tutto ciò che è popolare in questo momento nel mondo dell’illustrazione. Un’opera che negli anni acquisterà un valore non solo per la sua foggia innegabilmente ottima, e non solo per la qualità delle immagini, ma proprio per il suo essere testimone di un’epoca storica espressa attraverso l’arte di 150 creativi.

Ecco le specifiche:
Dimensioni: 257 mm × 190 mm
Specifiche: 320 pagine, a colori (Brilliant Palette ® / Kosaido)
Illustrazione di copertina: Daisuke Richard
Design del libro: Tomoyuki Arima

Maruimichi tra cibo e surrealismo

Nella prima scena, una porzione di tofu dall’aria soffice funge anche kotatsu, riscaldando i personaggi che non sanno se vogliono dormirci sotto o mangiarlo. Nel dubbio, una bottiglietta di salsa di soia condisce il tofu insieme a una porzione di porro, erba cipollina e – probabilmente – scaglie di kazuo (che abbiamo già incontrato qui).

Nella seconda scena, una fetta di anguria funge anche da zanzariera estiva, offrendo rifugio a una ragazza che si rilassa con un libro e una bibita fresca. Forse non tutti lo sanno, ma nelle case tradizionali giapponesi, si usano molto le zanzariere appesa sopra al letto. Ovviamente essendo case fatte di pannelli di legno sarebbe impossibile installare delle zanzariere come quelle che usiamo in occidente.

Anche quando non c’è traccia umana, il cibo si plasma, si trasforma e svela segreti nascosti al suo interno: nella prima figura le sezioni trasversali di questa mela rivelano molle e ingranaggi di un orologio, quasi in uno stile steampunk ammorbidito. In quella accanto invece, delle uova di salmone cadono dalle fettine dello stesso salmone e si trasformano in riso bianco, snudando la lisca che rimane sospesa a mezz’aria.

In questa immagine una giovane samurai bendata armata di katana, spunta da una pianta di angurie nera, e il frutto in particolare è la gonna che esplode rivelando il suo interno rosso e verde con i semi che si disperdono nell’aria. L’immagine è dinamica, la giovane ha i capelli al vento e sembra sul punto di estrarre la lama dal fodero.

Nell’immagine accanto una spessa fetta di salmone fa da pavimento per un’affamata colonia felina composta interamente da gatti neri di cui fa parte anche una ragazza-gatto con le orecchiette e abbigliata di nero. La lisca del salmone sembra una gabbietta, quasi un soffitto o una tenda, ma non “rinchiude” veramente, è solo un elemento decorativo e non limitativo per i personaggi che abitano il disegno.

Sicuramente all’autrice piacciono i dolci o li trova particolarmente adatti alla sua produzione, perché li disegna spesso e con molta dovizia di particolari. Nell’immagine di sinistra una bambina con un grembiule si appoggia a una forchetta più alta di lei che è infilzata in un cubo che sembra fatto di panna dentro cui si intravedono frutti di diverso tipo. Il cubo si sta sciogliendo e così i pezzi di frutta, creando una piccola pozza di succo rosa sul fondo.

Nell’immagine di destra una porzione di torta fragole e panna si scompone, rivelandosi in ogni suo strato: pan di spagna, crema e fragole, di nuovo pan di spagna e poi improvvisamente un cubo trasparente che contiene una bambina dall’aria stupita attorniata da fragole. Il tutto è ricoperto di un ricciolo di panna e una grossa fragola dall’aria gustosa.

In questa fantasiosa illustrazione, una fetta di torta alle fragole (forse una Christmas Cake giapponese) diventa la stanza di un giovane ragazzo e contiene libri, una radio, il cesto dei panni e, ovviamente, delle fragole che sbucano timide da un cassetto. La panna sembra confortevole e comodissima come una chaise longue su cui il giovane è adagiato.

Oltre alle opere surrealiste e un po’ metafisiche dedicate al cibo, Maruimichi è una fonte inesauribile di disegni, illustrazioni e immagini originali, creative e suggestive, una più bella dell’altra. Vale senza dubbio la pena di seguire l’artista su Twitter e sperare che prima o poi possa esporre o pubblicare qualcosa anche da noi.

Il catalogo Illustration 2020 ha un aspetto divino. Ecco il link per l’acquisto e buona visione!





Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 10 Febbraio 2020 — 12:53
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet