Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Microsoft, azioni al massimo storico dopo i risultati finanziari: ecco tutti i numeri


Microsoft ha annunciato i suoi guadagni trimestrali per il secondo trimestre dell’anno fiscale 2020, o il quarto trimestre dell’anno solare 2019. L’azienda di Redmond continua il trend positivo con una forte crescita, pari al 14% anno su anno (YoY), per un totale di 36,9 miliardi di dollari. La cifra si suddivide in

  • 11,8 miliardi di dollari per la divisione Productivity and Business Processes (+17%)
  • 11,9 miliardi di dollari per la divisione Intelligent Cloud (+27%)
  • 13,2 miliardi di dollari per la divisione More Personal Computing (+2%)

La crescita nei Productivity and Business Processes stata guidata da Office 365 e LinkedIn. Tutti i prodotti e servizi Office Commercial hanno registrato una crescita del 16% nel fatturato: Office 365 cresciuto del 27%, mentre ha mostrato un deciso declino (-11%) la versione non cloud di Office Commercial. Anche Office 365 Commercial cresciuto del 21%. L’azienda ha fatto registrare un aumento del 19% anche per i prodotti Office Consumer, grazie agli abbonamenti ricorrenti e al mercato giapponese. Gli abbonati Office 365 Consumer sono oggi 37,2 milioni. Microsoft ha inoltre segnalato una crescita del fatturato di LinkedIn, pari al 24% con il 25% delle sessioni in pi durante l’anno. I prodotti della famiglia Dynamics sono cresciuti del 12%, con il fatturato del solo Dynamics 365 che aumentato di ben il 42%.

Per quanto invece riguarda la divisione Intelligent Cloud, ovvero tutti i servizi cloud dell’azienda che non rientrano nei Prouctivity and Business Processes, e alcuni servizi non-cloud, abbiamo la seguente suddivisione: prodotti e servizi cloud Server sono cresciuti del 30%, mentre Azure cresciuto di ben il 62%.

L’ultima categoria More Personal Computing, sostanzialmente la divisione che macina il maggior fatturato in via assoluta. Qui rientra Windows OEM, che cresciuto del 18% grazie alla fornitura limitata di chip dello scorso anno: il fatturato proveniente dalle licenze Pro in aumento del 26%, mentre la crescita stata del 4% nel fatturato proveniente dalle licenze non-Pro. Ha inciso in questi numeri, secondo Microsoft, la fine del supporto di Windows 7 avvenuta a gennaio 2020.

I prodotti Windows Commercial, e i servizi cloud correlati, sono cresciuti del 25% grazie a Microsoft 365, mentre il fatturato proveniente dalla famiglia Surface ha visto un aumento del 6%. In calo, invece, il fatturato proveniente dalla divisione gaming (-21%): i servizi e i contenuti Xbox hanno registrato un calo dell’11%. La colpa: l’ottimo ultimo trimestre del 2018, con i risultati che erano stati drogati dal successo di Fortnite. Il fatturato proveniente dall’advertising nelle ricerche , infine, cresciuto del 6%.

In seguito alla divulgazione dei dati il valore azionario di Microsoft balzato ai massimi storici, con un valore per singola azione di 173,99 dollari e un +3% rispetto alla chiusura precedente dei mercati. Al momento in cui scriviamo il valore della singola azione si stabilizzato a 172,78 dollari con una capitalizzazione pari a 1,32 mila miliardi di dollari.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 31 Gennaio 2020 — 13:04
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet