Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

NASA Perseverance: il lancio è un successo, direzione Marte con arrivo nel 2021


Il rover NASA Perseverance finalmente sulla rotta che lo porter il 18 Febbraio 2021 ad atterrare su Marte. Dopo alcuni problemi e rallentamenti dovuti all’emergenza sanitaria, il lancio avvenuto con successo oggi, 30 Luglio 2020 (alle ore 13.54 in Italia). Ha inizio una nuova avventura sul Pianeta Rosso.

La lunga strada di NASA Perseverance

Il lanciatore scelto un Atlas V in configurazione 541 della United Launch Alliance che porter il rover sul Pianeta Rosso! Il successo del lancio di oggi solamente l’inizio dell’avventura perch ci sar ancora tanto da fare nei prossimi mesi. Infatti oltre alla rotta bisogner attendere l’atterraggio vero e proprio su Marte.

nasa perseverance lancio 2020

Non si tratta solamente di una “formalit” in quanto far atterrare un oggetto poco pi grande di un’automobile come una Smart (3 x 2,7 x 2,2 metri) e dal peso di poco pi di una tonnellata (1025 chilogrammi) non cosa da poco. Soprattutto a milioni di chilometri di distanza dalla Terra.

nasa


Per far atterrare in sicurezza NASA Perseverance si utilizzer ancora una volta la tecnica della sky-crane. Il sistema confronter automaticamente la zona sorvolata (mentre viene frenata la discesa con un paracadute) con mappe ad alta risoluzione di Marte. In questo modo il rover potr “decidere” se il luogo idoneo all’atterraggio oppure se dovr muoversi in una direzione diversa. Trovato il luogo esatto sar possibile utilizzare la sky-crane per calare dolcemente il rover sul suolo marziano da poco meno di 8 metri d’altezza.

nasa perseverance

Una tecnica che con il rover Curiosity, cugino di NASA Perseverance, ha funzionato perfettamente e che quindi gli ingegneri hanno ritenuto opportuna anche per questa nuova missione. Con la differenza che il nuovo rover 126 chilogrammi pi pesante del suo predecessore.

Molta tecnologia all’interno di NASA Perseverance

Il rover Perseverance utilizza una struttura simile a Curiosity, ma con alcune novit che riguardano sia gli strumenti necessari agli esperimenti scientifici sia per la durata della missione. Un esempio emblematico sono le ruote che sono state riviste nel disegno del battistrada per migliorarne la durata e la resistenza sui terreni accidentati di Marte.

Per scongiurare problemi di alimentazione, stato impiegato ancora una volta un sistema RTG, ossia un generatore di corrente basato sul decadimento di un elemento radioattivo (Plutonio in questo caso). Si tratta di una scelta legata sia alla mole del drone sia alla necessit di resistere alle tempeste di sabbia che potrebbero coprire i pannelli solari. All’interno del corpo del rover NASA Perseverance sono installati ben sette strumenti diversi, due microfoni e un totale di 23 fotocamere.

  • Mastcam-Z una fotocamera ad alta risoluzione (stereoscopica e panoramica) con la capacit di ingrandire i dettagli.
  • MEDA l’acronimo di Mars Enviromental Dynamics Analyzer. Un’insieme di sensori di temperatura, vento (direzione e velocit), pressione, umidit relativa e analisi delle particelle di polvere.
  • MOXIE l’acronimo di Mars Oxygen ISRU Experiment che cercher di produrre ossigeno a partire dall’anidride carbonica presente in grande quantit nell’atmosfera marziana (oltre il 90%).
  • PIXL l’acronimo di Planetary Instrument for X-Ray Lithochemistry ossia un spettrometro a fluorescenza che sfrutta i raggi X che consentir di analizzare il terreno marziano.
  • RIMFAX l’acronimo di Radar Imager for Mars Subsurface Experiment. Un radar in grado di penetrare il terreno con una risoluzione di pochi centimetri.
  • SHERLOC l’acronimo di Scanning Habitable Environments with Raman & Luminescence for Organics and Chemicals. Uno spettrometro che sfrutter gli ultravioletti per determinare componenti minerali e organici.
  • SuperCam una fotocamera in grado di analizzare la composizione chimica e minerale del terreno. Inoltre potr scovare tracce di elementi organici.

All’interno della pancia del rover ci sar poi il piccolo elicottero-drone Ingenuity. Si tratta di un primo esperimento per capire se si potranno realizzare droni in grado di percorrere grandi distanze in volo, anzich muovendosi a terra. Certo, le sue prestazioni sono limitate, ma solo un prototipo e non l’elemento essenziale della missione Mars 2020.

Alla ricerca della vita passata e pensando all’essere umano

Il rover NASA Perseverance atterrer nel cratere Jazero. Si tratta di un luogo particolare perch in passato stato il delta di un fiume. Questo stato possibile capirlo sia dalla struttura dei sedimenti sia dal tipo di rocce che si formano solo in presenza di acqua liquida. Un luogo molto interessante dove cercare testimonianze di vita passata.

nasa

Pensando invece agli astronauti che nei prossimi anni cammineranno su Marte, il rover avr anche una serie di campioni di materiali che potrebbero essere impiegati per le tute (per la parte pi esterna, esposta alle radiazioni). Ci sar il policarbonato impiegato per le visiere, il Vectran che attualmente impiegato per i palmi dei guanti degli astronauti, un tessuto non-tessuto utilizzato all’esterno delle attuali tute, teflon gi utilizzato in passato nelle tute e un teflon con rivestimento anti-polvere.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 30 Luglio 2020 — 14:31
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet