Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Naya Rivera: ritrovato il corpo dell’attrice


Di produzioni cinematografiche o teatrali sfortunate si sente parlare da secoli, ma la scomparsa dell’attrice Naya Rivera sembra assegnare questo triste record alla serie TV Glee. Al settimo anniversario della scomparsa di Cory Montheit, che nella serie interpretava Finn Hudson, il corpo di Rivera è stato ritrovato dopo svariati giorni di ricerche. Il cast si è riunito questa mattina sulle sponde del lago Piru per salutare l’attrice.

Glee cast

L’attrice statunitense, 33 anni, era stata data per scomparsa il 9 Luglio, dopo il ritrovamento di suo figlio Josey Hollis Dorsey, avvenuto nel pomeriggio da parte di un villeggiante su una barca alla deriva sul lago Piru, nella contea di Ventura in California. Il lago si trova nella Foresta Los Padres National, a circa un’ottantina di chilometri a nord di Los Angeles. Il piccolo non ha riportato alcuna ferita e ha raccontato di come la madre si fosse tuffata in acqua per un bagno, senza più tornare.
Fin da subito si è temuto che l’attrice fosse annegata a causa di un malore o un incidente. Qualche giorno fa l’ufficio dello sceriffo della Contea di Ventura ha diffuso le ultime immagini di Naya Rivera, prima che scomparisse. Nel filmato, preso da una telecamera di sorveglianza si vedono mamma e figlio che scendono dall’auto e si dirigono verso il molo per noleggiare una barca.
Lunedì 13 Luglio i soccorritori, guidati dallo sceriffo Bill Ayub, hanno rinvenuto un corpo sulla sponda nord-est del lago, preliminarmente identificato come quello di Naya Rivera sulla base della posizione del ritrovamento, caratteristiche fisiche, abbigliamento e condizioni. Stamattina è arrivata la conferma da parte del coroner, che ha eseguito l’analisi dell’impronta dentale, identificando definitivamente il corpo.

Stando a quanto l’ufficio dello sceriffo è riuscito a ricostruire Naya Rivera e il figlio nuotavano in un’area caratterizzata dalla presenza di una fitta vegetazione sotto il livello dell’acqua ed una forte corrente, che potrebbero aver impedito la riemersione dell’attrice.
Secondo la CNN l’ex protagonista della serie Glee avrebbe usato tutte le proprie forze per riportare il figlio sulla barca, allontanata dalla corrente, sacrificando se stessa.

La serie aveva subito un’altra tragica perdita due anni fa, quando l’attore Mark Salling, con cui Rivera aveva avuto una relazione tra il 2007 e il 2010, si è tolto la vita a seguito di uno scandalo che lo aveva visto in possesso di pornografia infantile. Nelle morti precoci legate alla serie si annoverano anche Jim Fuller, aiuto regista rimasto vittima di un attacco di cuore, e Nancy Motes, assistente alla produzione e sorella di Julia Roberts, che si è tolta la vita nel 2014.
Sulla strana coincidenza di date si è espresso l’attore Kevin McHale, che nella serie interpretava Artie Abrams, che ha scritto:

“Non sono religioso ma faccio fatica a non pensare che Cory non ci abbia aiutato a trovare la nostra ragazza. In qualche modo erano uno la versione femminile dell’altra: così gentili, affezionati, pieni di talento, divertenti e così brave persone”.





Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 14 Luglio 2020 — 15:02
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet