Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Needle – Righeira, “Vamos a la playa”. Guarda il video!


L’estate del 1983 vede il boom di “Vamos a la playa” dei Righeira e “Tropicana” del Gruppo Italiano. Canzoni dal riff accattivante con testi che a una visione superficiale appaiono banali. In realtà, in “Tropicana” tra il ritornello che tutti ricordano:

Mentre la tivù diceva
mentre la tivù cantava
Bevila perché è tropicana je

Il Gruppo Italiano cantava:

Ma che strano sogno
di un vulcano e una città
gente che ballava sopra un’isola
Suonava Blue Gardinia
un’orchestrina jazz
l’acqua ribolliva lentamente ad est
L’esplosione e poi dolce dolce
un’abbronzatura atomica
tra la musica dolce dolce
tutto andava giù

Brucia nella notte la città di San José
Radio Cuba urlava fuori da un caffè
la lava incandescente
gremava gli hulahop
l’uragano travolgeva i bungalow…

Di “Vamos a la playa” ne sono uscite due versioni, una in italiano e una in spagnolo. Anche in questo caso, oltre al tormentone “Vamos a la playa, oh oh oh oh oh”, c’è ben altro e i Righeira cantavano:

Vieni sulla spiaggia.

La bomba lì scoppiò.

bagliori nucleari
ci abbronzano di più.

Vamos a la playa,
tra statue di robot.
legioni di mutanti
combattono sui surf.

C’è il vento radioattivo che spettina un po’.

Vieni sulla spiaggia.

Il mare è invitante.
non più pesce odorante e l’acqua è fluorescente.

Vamos a la playa,
la nuova onda è là.
con pizze radioattive
ci si alimenterà.

Questi due brani sono stati inseriti tra le “Canzoni contro la guerra”, dove come la motivazione per aver scelto “Vamos a la playa” c’è scritto:

“Il tema della canzone, all’apparenza piuttosto frivolo e legato ai cliché delle canzoni balneari, prende spunto da queste per immaginare invece uno scenario apocalittico, in parte mascherato dal testo in lingua spagnola, ma anche poco esplicito nelle parole della versione italiana. Nell’epoca della fobia nucleare, il tema trattato rispecchiava in qualche modo una certa paura per l’immediato futuro del pianeta e quindi dell’umanità intera”.

Ho conosciuto Johnson Righeira quando nel 1979 venne a Bologna, allora capitale del rock in Italia. Qui registrò, accompagnato dagli Skiantos, il suo primo 45 giri “Bianca surf”

Nel 1983 io debuttai in TV con Bandiera Gialla e i Righeira vennero a trovarmi.

Johnson è venuto lunedì 26 novembre in diretta al Barone Rosso dove, su un futurista giradischi Mag-Lev dal piatto volante, gli ho fatto risentire e commentare il vinile di “Vamos a la playa” e poi Johnson ne ha fatto una versione live con i Pesci.

L’articolo Needle – Righeira, “Vamos a la playa”. Guarda il video! proviene da Optimagazine – webzine di Optima Italia.



Fonte: http://www.optimaitalia.com/

Rate this post
Updated: 30 novembre 2018 — 11:28
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet