Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Nuovi schermi G-Sync nel futuro di NVIDIA, compatibili anche con le schede Radeon


Nel mese di gennaio 2019, in concomitanza con il CES di Las Vegas, NVIDIA ha aperto la propria tecnologia G-Sync anche all’utilizzo con schermi non ufficialmente certificati per questo scopo. La condizione era che questi fossero compatibili con le specifiche VESA per il Variable Refresh Rate, cioè quella funzionalità che permette alla scheda video di variare la frequenza di refresh dell’immagine visualizzata a schermo istante per istante secondo l’intervallo supportato dallo schermo.

AMD utilizza le specifiche VESA VRR per la propria tecnologia FreeSync, che collega le schede video Radeon agli schermi che sono basati su questa tecnologia. I due ecosistemi sono quindi basati sulle specifiche di variable refresh rate ma per entrambi vale l’approccio per il quale sia necessario utilizzare una scheda NVIDIA in abbinamento ad uno schermo G-Sync e al contrario una AMD per i pannelli FreeSync.

Stando alle informazioni riportate dal sito TFT Central NVIDIA abiliterà il supporto al Vesa Variable Refresh Rate con la prossima generazione di schermi compatibili con la tecnologia G-Sync. Di fatto questa scelta renderà questi pannelli immediatamente compatibili con le schede video AMD Radeon, che potranno in questo modo sfruttare la propria tecnologia FreeSync.

nvidiabfgd_720.jpg

Questa scelta non riguarda tutti i monitor G-Sync al momento attuale in commercio ma solo quelli di futura presentazione sul mercato: non ha quindi effetto retroattivo. In questo modo i monitor G-Sync, dotati quindi della logica hardware specifica per questa tecnologia, potranno essere utilizzati anche con schede Radeon continuando a sfruttare il supporto al variable refresh rate e in questo modo garantendo una migliore esperienza d’uso per i giocatori.

Resta ora da capire quali saranno i prezzi di questi nuovi schermi G-Sync e quale la domanda da parte dei consumatori. Ai nostri occhi questa pare una mossa nella direzione di far vincere parte dello scetticismo dei giocatori verso la tecnologia G-Sync, rendendoli liberi di poter sfruttare il proprio investimento in uno schermo di questo tipo anche cambiando produttore di GPU. Ne sapremo di più nel corso delle prossime settimane, con il CES 2020 che riteniamo potrà essere la cornice scelta da NVIDIA per mostrare questi nuovi schermi al pubblico.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 28 Novembre 2019 — 12:25
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet