Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Posta Elettronica Certificata (PEC), a che punto è? Ecco i numeri


L’AgID – l’Agenzia per l’Italia digitale ha
diffuso i
numeri sulla diffusione della PEC, la Posta Elettronica Certificata, nel nostro
paese. La PEC un’email che ha lo stesso valore legale di una tradizionale
raccomandata con avviso di ricevimento
, garantendo cos la prova dell’invio e
della consegna.

Si tratta di uno strumento fondamentale per la pubblica
amministrazione, professionisti, imprese e singoli cittadini che la usano in
svariati ambiti: da quello giuridico al sanitario e bancario. il canale
tramite cui possibile inviare atti ufficiali per partecipare sia a gare che a
bandi di concorso, per stipulare contratti di qualsiasi genere, per comunicare
con le istituzioni. Dal 2008 anche strumento di comunicazione obbligatorio per
il deposito degli atti nell’ambito del processo civile telematico.


Dall’inizio dello scorso anno a oggi sono aumentati di
oltre un milione gli account di posta elettronica certificata
, per un totale di
pi di 3 miliardi di messaggi inviati. A gennaio 2019 risultavano configurati
pi di 10 milioni di account e ad aprile di quest’anno gli indirizzi PEC hanno
toccato quota 11 milioni e 290mila, per un totale di circa 3,1 miliardi di
messaggi inviati in un quasi anno e mezzo.

Aumenta dunque la diffusione di questo strumento digitale
che nasce con l’obiettivo di una trasmissione dei messaggi pi semplice, comoda
e veloce permettendo risparmi di tempo, costi e carta. Ad oggi i cittadini che
vogliano aprire una propria casella PEC possono scegliere tra i 19 gestori
accreditati da AgID
(qui
la lista
).

“Nel 2017, la normativa italiana ha stabilito che la PEC
dovr evolvere, da un punto di vista tecnologico, per essere conforme al
Regolamento eIDAS. L’obiettivo quello di abilitare questo strumento alla
verifica dell’identit del mittente, non solo alla certificazione del canale e
della trasmissione del messaggio”, spiega l’agenzia. “In Italia, i principali
fornitori stanno collaborando con AgID attraverso diversi tavoli di lavoro con
il fine comune di garantire un’evoluzione, a livello tecnologico e normativo, di
questo strumento essenziale per le comunicazioni digitali dei cittadini”.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 13 Luglio 2020 — 8:49
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet