Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Red Dead Online, cosa aspettarsi dal multiplayer western di Rockstar Games


Durante gli ultimi anni, Rockstar Games ha migliorato sempre più la componente multigiocatore dei propri giochi. Se inizialmente si trattava di una modalità limitata, di secondaria importanza rispetto al gioco in singolo, ora invece ne condivide lo stesso valore, tanto da avere un nome a parte.

L’abbiamo visto con Grand Theft Auto V e ora stiamo nuovamente per scoprirlo con Red Dead Online; cerchiamo quindi di capire cosa aspettarci dal multiplayer del western che in pochi giorni è diventato una pietra miliare dei videogiochi.

Quando sarà disponibile?

Red Dead Online sarà accessibile dal prossimo novembre, dopo circa un mese dalla pubblicazione di Red Dead Redemption 2. Chiunque possieda il gioco, su disco o in digitale, potrà giocare online senza alcuna spesa aggiuntiva, a eccezione dell’abbonamento PlayStation Plus o Xbox Live Gold a seconda della propria console.

Quanti giocatori online?

Una delle prime domande che sorgono spontanee è quante persone possono cavalcare assieme nell’immenso mondo di fine ‘800 creato da Rockstar Games. Non abbiamo ancora nessuna informazione ufficiale in merito ma è possibile fare qualche solida supposizione in merito. Il multiplayer del primo Red Dead Redemption, su PS3 e Xbox 360, permetteva di giocare fino a 15 giocatori.

Anni dopo, l’arrivo di GTA V ha incrementato quel limite di 1 e l’ulteriore passaggio alle console della generazione successiva e al PC ha permesso a 30 persone contemporaneamente di esplorare Los Santos. È quindi molto plausibile che tale massimo resti invariato in virtù dell’hardware e del motore di gioco condiviso da Grand Theft Auto V e Red Dead Redemption 2 o al più maggiorato di qualche unità.

Personalizzazione del personaggio

Il multiplayer di Red Dead Redemption non permette di creare il proprio alter ego virtuale, ma solo di scegliere fra un gran numero di predefiniti, di cui molti ottenibili mentre si sale di livello. Considerando però la portata del pubblico di Red Dead Redemption 2, è probabile che l’online permetta di generare il proprio personaggio, per evitare di vedere sempre le stesse facce.

Se ancora una volta Red Dead Online ricalcherà GTA Online, nell’editor non avremo il pieno controllo della modellazione del volto e del corpo ma solamente di alcuni parametri. Dopo cinque anni da GTA V, è però anche possibile che avremo la totale libertà nella generazione del nostro protagonista.

Il nostro alter ego sarà muto?

È una domanda interessante, ma è alquanto improbabile che il nostro personaggio in Red Dead Online abbia una voce. In GTA Online è infatti muto, per evitare troppa complessità nelle svariate cutscene a cui capita di partecipare con anche altri tre giocatori. Infatti, se controlliamo la lista dei doppiatori di Red Dead Redemption 2 non compare nulla in tal senso, indizio che sembrerebbe confermare la nostra supposizione.

Quanto sarà vasta la mappa di gioco?

Ovviamente l’area di gioco sarà la stessa. Non avrebbe senso perdere parte del mondo che è stato sviluppato con fatica nel multiplayer e per questo ci aspettiamo che ogni centimetro quadrato sarà calpestabile con il nostro alter ego.

Rimane qualche dubbio sulla presenza delle stagioni, che potrebbero non coniugarsi bene all’interno dei server dove si esplora liberamente e su come potremo interagire con gli personaggi non giocanti. Probabilmente non avremo il ventaglio di possibilità che invece ha il protagonista Arthur Morgan, ma siamo convinti che in casa Rockstar Games abbiano pensato anche a questi dettagli e su come integrarli nel multigiocatore.

Dead Eye

L’iconica modalità di mira della serie Red Dead, il Dead Eye è presente nel multiplayer del precedente capitolo per questo è plausibile che sarà presente anche in Red Dead Online. Non avremo tuttavia l’effetto rallenty che, per ovvi motivi, non può funzionare quando si gioca assieme ad altre persone. In ogni caso, poter quantomeno segnare in tempo reale quali bersagli colpire, farà davvero la differenza durante le sparatorie online.

DLC

GTA Online ha continuato e continua a essere espanso con nuovi contenuti gratuiti a cadenza regolare. Nuove modalità di gioco, missioni, veicoli, abiti, residenze e non solo sono state aggiunte nel corso degli anni per mantenere il multiplayer vivo e popolato. Siamo sicuri che anche Red Dead Online seguirà lo stesso corso con svariati DLC dedicati; aspettiamoci quindi nuovi cavalli da cavalcare, vestiario e armi da possedere, fino ad acquistare intere proprietà terriere.

Saranno necessari soldi ed esperienza per poter accedere a ogni contenuto e quasi sicuramente Rockstar Games proporrà ancora una volta l’acquisto di valuta virtuale con denaro reale. Per quanto le Shark Card non siano state particolarmente apprezzate dalla community, hanno comunque permesso una buona quantità di introiti alla software house americana che ha così potuto espandere sempre più Grand Theft Auto Online; sarebbe alquanto insolito se lo stesso meccanismo non fosse riproposto in Red Dead Online.

Attività

GTA Online è ricco di passatempi: durante il freeroam si può partecipare ad attività di contorno ed è altamente probabile che Red Dead Online riproporrà anche alcune delle attività del gioco in singolo. Cacciare, assaltare una diligenza, fino a inseguire i giocatori più pericolosi per riscuoterne la taglia sembrano essere solo alcune delle possibilità offerte da un titolo così vasto. Siamo convinti che Rockstar Games riuscirà a creare un ambiente stimolante sia da soli che in compagnia.

Siamo inoltre certi che non mancherà il deathmatch e, magari, anche le corse a cavallo e la modalità conquista già vista con Red Dead Redemption. Chi preferisce cooperare avrà probabilmente la possibilità di seguire una storyline parallela, svolgendo missioni per alcuni dei personaggi principali. E se siamo fortunati, anche Red Dead Online offrirà gli elaborati colpi di GTA Online in salsa western. Dopotutto, la nostra vita da fuorilegge richiederà tanti soldi.

Grazie ad alcune recenti fughe di notizie, abbiamo la certezza che Red Dead Online proporrà nuovamente l’Adversary Mode, dove gruppi di giocatori si potranno sfidare in varie missioni competitive. È inoltre stato scoperto che i giocatori possono creare partite private dove giocare online in tranquillità.

Rockstar Editor

Sappiamo anche che assieme a Red Dead Online sarà reso disponibile il Rockstar Editor, un’apposita modalità, già vista in GTA V, che permette di creare filmati utilizzando gli spezzoni registrati durante le partite. Avremo quindi la possibilità di utilizzare e controllare i personaggi e gli animali del gioco come attori nelle scene che la community si divertirà a creare.

Conclusioni

Manca ormai poco all’arrivo di Red Dead Online che, senz’ombra di dubbio, sarà in grado di intrattenerci per centinaia di ore. Per Rockstar Games il multiplayer rappresenta ormai una parte significativa dei propri giochi, tanto da spendere molto tempo e denaro nello sviluppo continuo.

Non abbiamo ancora la certezza di come sarà esattamente ma le nostre ipotesi, basate sulla formula vincente di Grand Theft Auto Online, sono abbastanza verosimili. E voi, proverete Red Dead Online o preferite continuare a giocare in solitaria nei panni di Arthur Morgan?

Red Dead Redemption 2 è il gioco del 2018 e probabilmente anche dei prossimi anni, che aspettate ad accaparrarvi la vostra copia?


[ad_2]
Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 5 novembre 2018 — 15:37
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet