Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Rimodulazioni telefonia mobile: gli italiani pagano 43€ in più rispetto a due anni fa


Rimodulazione. È forse il termine più terrificante per gli utenti di telefonia mobile (e fissa) in Italia, e a quantificare i danni nel portafogli degli italiani dovuti alle rimodulazioni telefoniche mobile è stato SosTariffe: secondo lo studio del celebre sito di comparazioni l’aumento nel 2019 è stato del 7,5% rispetto all’anno precedente e, complessivamente, il costo di un’offerta è cresciuto in media di 43€ annui dal 2017 fino ad oggi.

Le rimodulazioni tariffarie sono diventate infatti una sorta di costante ed è crescente, secondo la fonte, il numero di offerte oggetto di incrementi del canone mensile. Si tratta di una pratica osservata da quasi tutti gli operatori (al momento si salvano Iliad, Kena Mobile e ho.mobile, nei link trovate le attuali offerte), e contro cui i consumatori finali hanno poche armi a loro dispositizione. Una pratica che comporta un netto aumento della spesa media.


Rimodulazione telefonica, quanto incidono i rincari degli operatori mobile?


Con un 7,5% di variazione dal 2018 al 2019 gli utenti hanno speso in media 1,87€ in più al mese, mentre dal 2017 al 2018 la variazione è stata di 1,74€. Lo studio ha preso in esame alcune delle principali offerte per smartphone disponibili sul mercato di telefonia mobile italiano e attivate nel 2017. Successivamente è stato valutato l’impatto sul canone mensile delle rimodulazioni tariffarie annunciate dagli operatori che commercializzava le offerte.

Il rincaro mensile si è tradotto in un aumento della spesa annuale di 20,88€ nel 2018 e di 22,44€ per quanto riguarda il 2019, quindi i clienti rimasti dal 2017 al 2019 con la stessa tariffa hanno dovuto subire mediamente un costante aumento del prezzo della propria offerta: “Per risparmiare è possibile cambiare provider”, conclude SosTariffe, visto che gli operatori non possono applicare costi di passaggio o penali in caso di rimodulazione appena avvenuta.




Molti operatori che puntano a crescere sul mercato, del resto, giocano proprio su questo aspetto, proponendo tariffe pensate appositamente per il cambio operatore. Per saperne di più è possibile usare il comparatore di SosTariffe.it a questa pagina.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 14 Novembre 2019 — 18:10
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet