Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Samsung fuori dal mercato dei lettori Blu-ray: arriva la conferma ufficiale


Con l’arrivo della banda ultra-larga, del digital delivery e dello streaming online diventato sempre pi chiaro che i dischi ottici vecchia scuola sono destinati a scomparire. Magari non all’improvviso e con tempi di transizione piuttosto lunghi, ma il loro destino sembra inevitabile. E con lo stop alla produzione da parte di Samsung lo standard pi moderno basato sui dischi ottici, il Blu-ray, ha appena fatto un passo in pi verso la bara.

Il colosso coreano ha infatti dichiarato a Forbes che ha smesso di produrre lettore Blu-ray 4K Ultra HD, e CNET riuscita a confermare la notizia anche per quanto riguarda i modelli compatibili con la risoluzione Full HD. Un portavoce della compagnia avrebbe infatti rivelato alla fonte che “Samsung non lancer nuovi player Blu-ray o Blu-ray 4K nel mercato americano”. La morte del Blu-ray potrebbe quindi avvenire dall’oggi al domani?

Non corriamo troppo. infatti possibile che Samsung continuer a produrre i modelli attualmente in commercio ancora per mesi, forse anni, o ancora potrebbe lanciare nuovi modelli in mercati esterni non USA. chiaro per che lo stop allo sviluppo di nuove tecnologie stabilisce l’uscita dal mercato da parte del colosso, proprio come Oppo aveva fatto lo scorso mese di aprile, con la differenza che l’uscita di Samsung molto pi reboante.

Samsung stata la prima a lanciare un lettore Blu-ray 4K in commercio nel 2016, e potrebbe essere una fra le prime a uscire dal business. E i motivi sono chiarissimi: la vendita di dischi in calo su tutte le statistiche condotte negli ultimi mesi, e Blu-ray e DVD non hanno scampo. Secondo una ricerca di Nielsen dell’ultimo trimestre del 2018 c’era un lettore ottico nel 66% delle case con un TV, stima in calo rispetto al 72% dell’anno precedente.

Ma il dato pi sconfortante, per le tecnologie ottiche, un altro: i DVD/Blu-ray nelle case degli americani non vengono utilizzati. In media, infatti, gli adulti statunitensi trascorrono solo 5 minuti al giorno delle loro attivit su schermo attraverso un disco ottico. Il tutto a favore dei servizi di streaming anche per quanto riguarda i servizi 4K, il cui prezzo medio diminuito sensibilmente nel corso dei dodici mesi precedenti allo studio di Nielsen.

Per alcuni utenti il disco fisico rappresenta ancora oggi il miglior modo per fruire di contenuti multimediali, sia sul piano della qualit, sia su quello dell’esperienza in s (l’acquisto e il possesso di un qualcosa di fisico, oltre al fatto dell’inserimento del disco prima della visione). Ma la maggior parte degli utenti considera irrilevante il valore aggiunto del disco fisico, considerando lo streaming come il miglior compromesso per la visione multimediale.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 19 Febbraio 2019 — 12:21
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet