Se fossimo andati al CES, vi avremmo potuto mostrare dal vivo l’ultima idea pazza di Elon Musk


Sebbene risulti un viaggio estenuante per i tempi della fiera, che spesso vede le giornate iniziare con conferenze stampa alle 7 del mattino e finire con eventi serali, sempre con in allegato in contenuti da scrivere, sempre un’esperienza decisamente positiva la partecipazione al CES di Las Vegas.

Loop, la metropolitana fatta con le Tesla

Tutte le aziende ci tengono a fare bella figura e a mettere in mostra i muscoli e i loro pezzi pi pregiati, dando sempre una visione in anticipo dei temi e delle novit che caratterizzano poi i mesi a venire. Quest’anno il CES si terr in forma puramente virtuale, per cui non calpesteremo i pavimenti della fiera, ma soprattutto non potremo vedere quello che Elon Musk ha costruito sotto di essa.

The Boring Company ha mostrato in un tweet un breve video che mostra la ‘fermata’ LVCC – Las Vegas Convention Center – del sistema di trasporto Loop. Si tratta un progetto che prevede lo scavo di tunnel sotterranei in cui fornire il trasporto di persone tramite veicoli a guida autonoma. Una metropolitana fatta con le Tesla al posto dei treni. Con la consueta finezza di Musk, nella breve clip la stazione illuminata come se fosse una discoteca…


Stando agli ultimi tweet di Elon Musk la prima parte del progetto, una sorta di shuttle sotterraneo sotto la fiera, avrebbe dovuto essere pronta proprio per l’inizio del CES, per poi estendersi al resto della citt, seguendo la strip e fornendo un’alternativa alla sempre congestionata Monorail.

L’iniziativa di Musk si presentava come rivoluzionaria, ma l’avvio non certo dei migliori: la pandemia da Covid-19 sta ridisegnando il profilo di tutta la societ ed incerto il destino delle grandi fiere. Non solo una questione di focolai, da anni il sistema stesso delle fiere vede pi di una critica e a volte registra importanti defezioni, soprattutto per il rapporto costo/efficacia, visto che ormai i grandi brand riescono a ottenere migliori risultati con eventi ad hoc personalizzati, a fronte dei milioni di dollari necessari per sostenere un impegno come quello di una fiera delle dimensioni del CES.

L’idea di Musk era certamente visionaria (a fare a piedi da un capo all’altro della fiera possono volerci anche 25 minuti, pur andando di buon passo), ma nessuno aveva fatto i conti con il nuovo coronavirus.





Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *