Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Set LEGO Technic #42111 Dom’s Dodge Charger: la recensione


Il nuovo set LEGO Technic #42111 Dom’s Dodge Charger, oggetto di indiscrezioni ma soprattutto di preoccupazioni legate al posticipo al 2021 dell’uscita del nono film del franchise “Fast & Furious” per i motivi che ben sappiamo (ve ne abbiamo parlato in questo nostro articolo), è finalmente arrivato sul nostro tavolo, pronto per essere costruito. E’ stato caricato in pre-order per gli utenti VIP del sito LEGO Shop a partire dal 30 marzo, mentre disponibilità per tutti e spedizione sono dello scorso 27 aprile (>> è disponibile per l’acquisto su LEGO Shop @ Home).

La scatola

Il contenuto della scatola è composto da quattro coppie di buste (una grande ed una piccola) numerate da “1” a “4” (per un totale quindi di 8 buste), dai 4 pneumatici (i cerchi invece sono in una delle due buste numerate “2”), da un frame LEGO Technic (nuovo pezzo creato per il set LEGO Technic # 42109 Auto da Rally Top Gear telecomandata >> disponibile per l’acquisto su LEGO Shop @ Home) che andrà a fare da base per il telaio/sottoscocca, dal manuale di istruzioni e dal foglio di adesivi. La scatola riporta vari riferimenti al franchise “Fast & Furious” ma anche al fatto che il set sia un prodotto con licenza ufficiale Dodge. e Universal Picture. Il frontale della scatola ci mostra il set montato e “ambientato” in quella che potrebbe essere una scena dei film della saga, mentre il retro mostra una immagine della vettura reale alla quale si ispira, un paio di immagini che illustrano alcune delle funzionalità e caratteristiche del set (il supporto per il wheelie, la catena della distribuzione, le bombole del NoS) e una immagine che riporta le misure del set montato, oltre ad una bella inquadratura del “lato b” del set. Anche il manuale contiene vari riferimenti al franchise “Fast & Furious”, tra i quali una collezione di immagini di tutte le versioni e i modelli di Dodge Charger visti nei primi 8 film a marchio “Fast & Furious”

La costruzione

La costruzione di questo set da 1.077 pezzi e dal prezzo consigliato di € 99,99 inizia l’assale posteriore e il relativo differenziale (stiamo parlando ovviamente di una vettura a trazione posteriore, classica caratteristica delle Muscle Car americane), e troviamo la prima particolarità: per la prima volta in un set Technic, fa la sua comparsa il microfono, accessorio per minifigure e torna invece un insieme di elementi che non si vedevano dal set LEGO Technic # 42038 Arctic Truck (>> disponibile per l’acquisto su Amazon), ovvero un frame c-shape per ospitare il differenzale vero e proprio e un giunto sferico al quale si aggancia l’albero di trasmissione al posteriore. L’assale posteriore viene poi unito al frame citato poco sopra e il tutto viene completato con le sospensioni posteriori. Cosa mai vista in un set LEGO Technic, al sottoscocca si applica un adesivo che riporta i vari Trademark e che ricorda molto le diciture che si trovano “sotto” le macchinine Hot Wheels e Matchbox. Si passa poi ad assemblare il blocco della HOG (Hand Of God – il sistema che permette di “guidare” l’auto dall’esterno della stessa) e la porzione posteriore del tetto e del vano del lunotto posteriore, oltre alla prima parte del frontale e della base del supporto per i wheelie, esaurendo così i pezzi delle buste numerate “1”.

Passando alle buste numerate “2”, arriviamo a montare il sistema di sterzo e l’assale anteriore. Tocca poi al leveraggi oche azionerà il supporto per i wheelie e il “fake engine” V8 da 8 cilindri, realizzato nel classico modo per i set LEGO Technic ma con qualche elemento nuovo mai usato prima per realizzare il motore. Qualche altro elemento messo al proprio posto e le 4 ruote (cerchi più pneumatici) e anche le buste numerate “2” sono archiviate. Già a questo punto la maggior parte delle funzioni sono operanti e i meccanismi che le attuano si vedono perfettamente grazie al fatto che l’intera carrozzeria è ancora da montare.

Aprendo le buste numerate “3” ci troviamo davanti un gran quantità di elementi LEGO System, che useremo per costruire il muso e la “griglia” tipica delle Dodge R/T. Fissato al proprio posto il frontale appena costruito, si passa a costruire i parafanghi della ruote anteriori e il cofano motore, si aggiunge la grande presa d’aria per il Supercharger al blocco motore e si aggiungono le due portiere (senza specchietti retrovisori, la cui assenza sembra stia diventando il nuovo standard), e così anche le buste numerate “3” sono archiviate. Stranamente per un set LEGO Technic, il volante non è collegato allo sterzo.

Apriamo a questo punto le buste numerate “4” e iniziamo a costruire il sedile lato guida. Quello del passeggero invece non c’è perché al suo posto verrà montato un grosso estintore realizzato con elementi LEGO System (e completato da uno specifico adesivo). Tocca poi al pannello posteriore che include fanaleria, targa (la stessa che l’auto monta nei film), scarichi e bombole del NoS. Si passa poi alla parte superiore del tetto e ai due montanti che lo terranno in posizione (montanti che simulano la parte “a vista” del roll-bar interno), terminando il tutto con i due montanti anteriori (che purtroppo sono realizzati con elementi di colore grigio anzichè nero). Sistemato il tetto, è ora la volta dei parafanghi delle ruote posteriori. Aggiungiamo alcuni dettagli estetici e il set è completo.

Conclusioni

Set imperdibile per i fan del franchise “Fast & Furious”, per gli appassionati LEGO Technic è invece un set che suscita sentimenti contrastanti. Quanto a funzionalità, ha tutto quello che dovrebbe avere un set LEGO Technic: sospensioni anteriori e posteriori funzionanti, sterzo e sistema HOG, “fake engine” V8 funzionante. Sul versante dell’estetica invece, il modello paga lo scotto di essere realizzato con elementi LEGO Technic. L’auto vera infatti è della stessa generazione della Ford Mustang Fastback rappresentata dal set LEGO Creator Exper # 10265 Ford Mustang (>> è disponibile per l’acquisto su LEGO Shop @ Home), ma la resa dei due set rispetto alle controparti reali è decisamente marcata. Detto questo, il set si presta benissimo per essere esposto in casa o in ufficio di ogni fan della saga, mentre dal punto di vista degli appassionati LEGO Technic, ha dimensioni, peso e spazi all’interno che lo rendono un set perfetto per essere motorizzato. Volendo trovare un difetto ad ogni costo, la leva per azionare il supporto per i wheelie, posizionata all’interno dell’abitacolo, non è semplicissima da raggiungere se a doverlo fare sono le mani di un costruttore adulto. Giudizio finale: per i fan della saga è sicuramente un must-have (su questo non si discute) e per gli appassionati LEGO Technic è sicuramente un set pieno di potenzialità quanto a modifiche, motorizzazione e personalizzazioni.



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 2 Luglio 2020 — 17:58
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet