Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Smartphone come POS in Italia con Mastercard e Intesa Sanpaolo. Gli esercenti non hanno più scuse


In pochi anni i pagamenti hanno visto una netta rivoluzione e il tema delle societ cashless sempre pi di rilievo. Il Salone dei Pagamenti , in corso al centro congressi Mi-Co di Milano stata un’otttima occasione per fare il punto della situazione attuale e vedere cosa si muove dietro le quinte. La kermesse meneghina stata teatro anche di alcuni annunci, tra cui quello congiunto Mastercard/Intesa Sanpaolo del lancio di Tap on Phone la prima soluzione sperimentale in Italia per pagamenti ‘no hardware’.


Scaricando l’app business gli esercenti possono ricevere pagamenti digitali (da digital wallet come Apple Pay, Samsung Pay, PAyGO) e da carte contactless semplicemente con uno smartphone, che si trasforma in un POS portatile, sempre pronto all’uso. L’app inoltre guida l’esercente passo-passo nelle fasi del pagamento, venendo incontro alle esigenze dei meno avvezzi alla tecnologia. Potr ad esempio chiedere di avvicinare il pos all’orologio per pagamenti con wearable, oppure di avvicinare la carta al telefono, o ancora le modalit per i pagamenti tramite QR code. I tassisti non avranno pi scuse (purtroppo a chi viaggia capita ancora di sentirsi dire ‘Non ho il POS, solo contanti‘), ma questo vale per tutti gli altri tipi di esercizi commerciali, a cui baster avere solo uno smartphone.

Dopo aver reso i pagamenti pi facili per i consumatori, oggi uno dei trend quello di rendere le cose pi facili anche per chi li deve accettare, abbattendo cos alcune barriere che ancora limitano la diffusione delle transazioni cashless. Anche Nexi attiva sul tema: dopo aver reso le sue carte compatibili con i diversi sistemi di pagamento dei big della telefonia e degli smartwatch (come successo abbastanza recentemente con Fitbit Pay e Garmin Pay), con i suoi SmartPOS vuole semplificare la vita agli esercenti. Questo apparecchio, disponibile anche in versione mobile con integrate anche le funzioni di gestione delle comande, per gestire al tavolo tutto il processo, dall’ordinazione al pagamento (anche diviso tra i vari utenti), basato su Android permette agli esercenti di espanderne le funzioni tramite app, ad esempio per la generazione e la gestione di codici sconto. Interessante l’integrazione poi della tecnologia Pay-by-Link che permette di richiedere pagamenti semplicemente generando e inviando un link.

Enzo Quarenghi, Country Manager Italia di Visa, e Gregorio Paltrinieri campione olimpico di nuoto

Per Visa l’accento posto sui millenials e la compagnia ha scelto il palco del salone dei pagamenti per presentare uno studio commissionato a Doxa sui comportamenti dei nativi digitali, che utilizzano lo smartphone in tutte le fasi della propria giornata, compresi i pagamenti e per i quali la dematerializzazione di banconote e monete, ma anche delle carte stesse, un fatto scontato. La comunicazione gioca un ruolo fondamentale nel favorire la diffusione della filosofia cashless e Visa ha deciso di far entrare nella sua squadra di atleti anche Gregorio Paltrinieri, che al salone dei pagamenti ha iniziato a mostrare il suo volto di fianco al logo Visa.

Mastercard ha messo in mostra diverse novit, oltre a essere presente a diverse tavole rotonde, tra cui quella in cui Anita Valentini, Responsabile Marketing Atac, ha messo in mostra i risultati molto positivi dell’introduzione delle tecnologie Tap and Go per l’accesso ai mezzi pubblici romani con la carta di credito (o la versione tokenizzata su smartphone o smartwatch) come titolo di viaggio. In mostra allo stand Mastercard anche il passo successivo, l’obliteratrice contactless anche per i mezzi di superficie, che permetter di superare l’attuale limite che vede i viaggi Tap&Go iniziare solo ai tornelli delle metropolitane. I viaggi a Roma e Milano al momento possono iniziare con la carta in metro e proseguire sui mezzi di superficie, ma non possono avere inizio su bus e tram, proprio per la mancanza degli appositi sistemi per validare i titoli di viaggio virtuali. Il sistema gi invece utilizzato sulla rete di bus ATAF e Busitalia di Firenze. Facilitare l’esperienza d’acquisto dei titoli di viaggio aiuta a minimizzare l’evasione, che spesso dettata proprio dalla difficolt di procurarsi il biglietto (code, macchine distributrici fuori uso, mancanza di punti vendita), pi che da una reale voglia di viaggiare in nero.

Facilitare i pagamenti pu anche stimolare i consumi. Mastercard ci crede molto e ha presentato la seconda versione del suo tavolo interattivo. La prima installata nel Bistro by Mastercard a Fiumicino, ma la nuova versione utilizzando un proiettore e non uno schermo touchscreen sul tavolo, ha costi d’accesso inferiori e permette di essere pi facilmente spenta (a qualcuno non piace mangiare su un monitor). Grazie al lettore contactless possibile pagare direttamente al tavolo, ma le opzioni prevedono anche la possibilit di pagare tramite QR Code.

Mastercard ha anche presentato una piccola rivoluzione del suo marchio. Gi nel tempo la C diventata minuscola e addirittura la parola Mastercard sparita dal logo, lasciando spazio solo alle due sfere rossa e gialla in sovrapposizione, ma oggi con la completa dematerializzazione dei pagamenti servono nuove strategie per mantenere vivi i brand nell’immaginario collettivo. Come successo per i processori Intel, che tutti associano alla musichetta che immancabilmente suona in ogni pubblicit o contenuto a essi legati, ogni pagamento Mastercard sar accompagnato da un suono, il Sonic Brand. La cosa ha anche risvolti pratici non scontati a priori: con la grande diffusione dei pagamenti tramite wearable (alcuni senza schermo o con monitor di piccole dimensioni), ma soprattutto tramite voce con gli assistenti vocali, servono nuovi modi per dare una conferma certa dell’avvenuto pagamento. Il suono lo sar per Mastercard.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 7 Novembre 2019 — 17:46
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet